Analisi trailer ufficiale "Franklin"
Autore: al[e]ssio e Daniel Creata il: 1/5/2013 Aggiornata il: 1/5/2013

Come al nostro solito, eccoci qui ad analizzare, scena dopo scena, il trailer cercando di trovare quanti più spunti, dettagli e informazioni possibili sul nuovissimo capitolo della serie Grand Theft Auto, ma prima di tutto, eccovi il trailer:



Analisi del trailer

La scena si apre in un luogo già mostrato, ma da un’altra angolazione in un trailer precedente. Siamo probabilmente vicino casa di Franklin o del suo amico Lamar in quanto questa zona è mostrata più volte all’interno di questo trailer e l’insegna Liquor è la stessa utilizzata per l’artwork di Franklin che tiene al guinzaglio Chop pronto a sbranare. Sulla strada possiamo vedere un furgone, una nuova versione del Pony o Speedo, mentre l’auto è una berlina che comparirà più volte all’interno del filmato, forse una Pinnacle. Sulla sinistra, dietro la recinzione un uomo ha in mano una bottiglia di liquore nella classica busta di carta marrone – in America è illegale portare in giro alcolici e coprirli con una busta di carta è uno stratagemma per aggirare in parte questo divieto.

In primo piano possiamo vedere un uomo tutto vestito scuro con al collo una collana con pendolo LS e in faccia un paio di occhiali con lenti tendenti al violaceo, così com’è viola il top della ragazza sul marciapiede che parla con la donna anziana. Il viola, non ci vuole molto, riporta alla mente il colore dei Ballas, la gang avversaria della Grove St. di Carl Johnson in GTA: San Andreas. Vedremo però, che sia il viola che il verde saranno colori molto presenti in questo trailer.

Siamo in un autolavaggio, forse di fianco al rivenditore dove lavora Franklin, sulla strada c’è una Buffalo e una Stallion o Vigero, mentre in cielo il dirigibile svetta su un cielo limpido. Sullo sfondo possiamo vedere il solito cantiere del Mile High Club, il grattacielo in costruzione di Los Santos. Di fronte alla muscle car un paio di persone discutono, uno dei due indossa un giacchetto con i colori della Grove St, e un uomo sta pulendo il cofano della Buffalo.

 

Si ritorna sul luogo dove si è aperto il trailer, ma da una angolazione diversa. Franklin in primo piano tutto vestito di bianco discute con Lamar – che tiene un guinzaglio in mano – e una donna anziana, forse la madre di Lamar, con i colori della Grove St. Sulla strada possiamo vedere uno Speedo, una Intruder in movimento e dall’altra parte della strada una Ingot. Da segnalare poi il nome della macelleria – On The Bone – e l’insegna delle sigarette Redwood di fianco l’insegna del negozio di liquori.

Cambio di angolazione dove vengono mostrati i già accennati Lamar e la donna con i Rasta che indossa una felpa con cappuccio con i colori della Grove St. Al collo Lamar indossa una collana con un pendaglio rettangolare d’argento con le lettere LS. L’abitazione, come accennato, viene mostrata più volte all’interno del trailer, si tratta dunque della casa di un personaggio principale della storia, Franklin o lo stesso Lamar. Nuovo cambio di angolazione e rispetto a prima vediamo sulla strada un altro veicolo, una Contender che compare da destra.

Rispetto alla prima angolazione inoltre è importante notare che diverse cose sono cambiate alle spalle di Franklin, il van ad esempio non sembra essere più uno Speedo, ma un modello diverso, ma cosa più importante, compare dal nulla un palo della luce, cambiano le texture delle finestre del locale di liquori e quelle di condizionatori e del muro sopra l’insegna On The Bone, inoltre compare magicamente una scaletta sopra l'edificio dove sono presenti i condizionatori. Queste differenze fanno pensare che la scena sia stata registrata su due differenti versioni del gioco, con la seconda inquadratura presa da una versione più rifinita e aggiornata, mentre la prima scena mostrava un'area non ancora completamente dettagliata e ultimata. Alcune voci sulla rete invece parlano di versioni del gioco non per data, ma per console affermando che la prima scena, con meno oggetti e texture meno dettagliate, sia tratta dalla versione per console attuali, mentre la seconda, tecnicamente più pesante e carica di dettagli, sia presa da una versione PC o console di nuova generazione [PS4/Xbox Next]. L’ipotesi più probabile è certamente la prima, anche se la seconda tuttavia non è del tutto da eliminare.

Scena completamente action. Franklin imbraccia un fucile a pompa simile ad un M1014, arma che avrà in mano in più occasioni durante questo trailer e con il calcio dell’arma colpisce in faccia un nemico che indossa una felpa bianca con davanti un logo viola riconducibile ai colori dei Ballas. Alle spalle dei due, parcheggiato di fronte ad una casa sembra esserci uno Speedo.

La scena si sposta tra le case del ghetto, vicino al porto probabilmente, con i grattacieli lontani nel panorama. Lamar con una bandana che ha i colori di Grove St. si ripara dietro una Vigero nera imbracciando un AK estremamente dettagliato. In strada invece Franklin, che indossa anche lui una bandana verde, fa fuoco verso dei nemici fuori schermo con il suo fucile a pompa. Sull’altro lato della strada si vede una vecchia Greenwood, molto simile a quella di GTA: San Andreas.

Cambio di location, anche se siamo probabilmente sempre durante una guerra tra gang, a terra infatti giacciono due corpi di nemici con i colori dei Ballas, mentre Franklin fa fuoco contro un tizio che sembra essere la versione HD del tipico spacciatore di GTA: San Andreas, con l’unica differenza che porta ai piedi un paio di scarpe viola.

In strada sono presenti due auto, una delle quali tende al violaceo, entrambe sono berline sportive, forse la nuova Pinnacle visto che sul bagagliaio c’è una scritta che sembra cominciare per P. Sullo sfondo, una moderna torre per antenne cellulari, mentre a destra un cartellone pubblicitario di un film dal titolo “I Married My Dad” [Ho sposato mio padre] in pieno stile Rockstar Games.

Cambio di location e di situazione, Franklin è vestito tutto elegante e Chop è sul marciapiede con addosso un collare verde che richiama Grove St. Alle spalle del ragazzo un condominio classico del ghetto con appartamenti in affitto, stando al cartellone rosso, e alcune finestre completamente trasparenti che mostrano il livello di dettaglio degli interni. La zona è probabilmente controllata dai membri della Grove St. Families vista la quantità di persone in giro che indossano bandane, camicie e altri capi di abbigliamento verdi.

Non molto da segnalare in questa scena, ad eccezione dell’auto rosa che passa dietro Franklin e che potrebbe essere una nuova versione della Glendale già presente in GTA: San Andreas. Sul marciapiede poi possiamo notare ancora gente con i colori della Grove St. La zona non è certamente lontana dalla famigerata casa fulcro di questo trailer praticamente.

Altra sparatoria tra gang, in primo piano abbiamo certamente il capo di questo gruppo armato di un grosso mitragliatore, forse un AK da quanto si può vedere, mentre il tizio dietro di lui cade a terra colpito con un fiotto di sangue e il cappello che cade a terra come oggetto singolo senza restare addosso al nemico - esattamente come in GTA IV. Sulla destra poi si possono notare delle chiazze di sangue, segno che probabilmente la lotta continua da un po’. Alle spalle dei ragazzi un’auto di colore viola con i fari accesi, mentre in cielo un elicottero con le luci spente spara qualche colpo dal suo mitragliatore.

Si torna alla casa di fronte il negozio di liquori con Lamar e Franklin che escono per passeggiare sul marciapiede. Dietro di loro una auto sportiva bianca, forse una Buffalo sportiva mentre dietro di questa corre una Landstalker. Sia Franklin che Lamar indossano principalmente capi bianchi, ma Lamar indossa anche un cappellino verde con la scritta LS, mentre Franklin indossa il verde nell’interno della sua felpa. La T-Shirt sotto la felpa di Franklin ha un logo nero con una corona e le lettere LS che si rifanno al logo dei LA King, un team di Hockey sul ghiaccio di Los Angeles. Lamar invece ha la sua solita collana con pendaglio rettangolare con su scritto LS.

 

Una lunga scena che mostra probabilmente una delle attività secondarie legate a Franklin dopo quella delle lotte tra gang, ossia le corse illegali con le automobili. L’auto rossa che sgomma davanti alle altre due è una Ruiner della Imponte, quella a sinistra scura una muscle car, forse una Stallion, Tampa o Vigero, mentre l’auto arancione a destra sulla fiancata ha il testo Crowtlet, probabilmente un nuovo modello.

La scena si sposta in avanti nel tempo con la Ruiner che controsterza per entrare nella corsia del ponte sbattendo contro una Picador blu. Sulla strada si vedono anche due Buffalo e un Bobcat. La visuale viene mostrata dal cofano dell’auto arancione che mostra una striscia nera al centro del veicolo. Potrebbe trattarsi della visuale “inseguimento” già presente in GTA IV.

Ancora corsa illegale, mostrata questa volta sempre con una visuale in stile inseguimento dall’elicottero della polizia che vola sopra un ristorante Rusty Coffee Grill House. Sulla strada, illuminate dai fari dell’auto sembrano esserci ancora la Ruiner rossa e un’auto scura che potrebbe essere una Voodoo.

Ennessimo cambio di scena, ancora con una visuale in stile inseguimento. L’auto in corsa è ancora la Ruiner rossa inseguita da due auto della polizia. A sinistra una Ingot grigia di fianco ad un camion con rimorchio, mentre più avanti sembra esserci una Buffalo chiara.

Si passa dall’esterno ad un interno, per l’esattezza l’interno del Vanilla Unicorn, uno strip club che richiama lo Spearmint Rhino e la moda dei My Little Pony. Possiamo vedere diversi avventori del club e tante ragazze in abiti succinti che non fanno mai male in un “club per gentiluomini”. Franklin è in abiti eleganti, forse nel locale per affari o forse è semplicemente al suo interno per godere un po’ della compagnia delle fanciulle.

Si torna di fronte la ben nota abitazione situata di fronte al negozio di liquori. La scena sembra essere una continuazione di quella mostrata prima della gara illegale, gli abiti indossati da Franklin e Lamar infatti sono gli stessi. Per strada possiamo vedere una Tampa parcheggiata e una Regina in movimento con valigie e borsoni caricate sopra il tettuccio.

Si torna agli scontri tra gang, a sinistra un’auto di colore verde che richiama i Grove St. mentre le persone che fanno fuoco, con pistole automatiche, sono probabilmente dei Ballas considerando i colori che indossano. A destra un Landstalker mentre in alto, illuminato dalle luci, un cartellone dove sono presenti le foto di alcuni dei maggiori ricercati in città, cartellone magari connesso ad una missione in stile Ricercato simile a quella già presente in GTA IV.

Ci si sposta in un vicolo con un poliziotto che insegue un membro della Grove St. Da notare più che altro le luci della polizia, finalmente realistiche sia per colorazione che movimento e posizione.

Di nuovo in strada con Franklin che parla a Lamar che ha tra le mani una mazzetta di soldi. La zona è sempre la solita già mostrata più e più volte. Alle spalle di Lamar si può notare sul muro tra i vari graffiti anche uno con su scritto Grove. In strada, parcheggiata, l’auto potrebbe essere una Buffalo.

Si torna al club Vanilla Unicorn con una ballerina che si diletta sul palo. La scena poi si apre mostrando Lamar e Franklin che si salutano mentre alle loro spalle c’è un uomo vestito in viola e altri invece in verde. Che sia un meeting tra Ballas e Grove St. sullo stile di quello già mostrato in GTA: San Andreas per trovare un accordo che chiuda la guerra tra gangsters?

Franklin è a bordo di una Sanchez in tema Sprunk Xtreme pronto a fuggire dalla polizia dopo un colpo, cosa chiara non solo dalla polizia, ma anche dal fatto che l’uomo indossa il completo usato e descritto per la missione e l’artwork “Pest Control”. Sullo sfondo possiamo vedere la statua di un cavallo, simile al Denver’s Blue Horse Statue, ma difficilmente ispirata a quella sia per l’assenza del colore blu, sia per il fatto che Los Santos è basata su Los Angeles e non Denver. In strada ci sono diverse auto della polizia, qualche Landstalker, un paio di taxi e altre auto non riconoscibili.

Ci si sposta in avanti e vediamo un nuovo punto di riferimento della città, la riproposizione Rockstar della God Shepherd Catholic Church di Beverly Hills mentre Franklin a bordo della sua Sanchez supera una Infernus rossa fuggendo ancora dalla polizia che ha chiamato rinforzi con un elicottero che vola a bassa quota. Dietro la Sanchez e l’Infernus si può notare l’ingresso della metropolitana con le macchinette di fianco al muro usate per fare i biglietti.

 

Siamo sempre in fuga, sempre in moto e con la polizia alle spalle, ma la location adesso sono i canali di scolo delle acque piovane di Los Santos. Possiamo vedere tre Sanchez con i tre membri del gruppo vestiti con il completo Pest Control mentre alle loro spalle c’è come accennato la polizia.

La scena cambia angolazione, non vediamo più le tre moto, ma solo quella di Franklin e cosa più importante, sul furgone, un Benson, possiamo vedere Michael alla guida con a fianco un altro uomo non riconoscibile. La cosa potrebbe essere connessa alle famose “scelte” che si faranno nel corso delle missioni, nel primo caso si è scelto di fuggire tutti in moto, mentre nel secondo la scelta operata può esser stata quella di essere di supporto alla fuga con il mezzo pesante per distruggere la polizia e distogliere l’attenzione da Franklin che fugge.

Come accennato, Michael non è delicato con il furgone e lo usa chiaramente per speronare e togliere di mezzo la polizia. L’auto dei poliziotti infatti viene colpita e fatta ribaltare. Lo scontro è veramente tremendo, pezzi di auto e camion saltano da tutte le parti e due poliziotti vengono sbalzati in giro e feriti dall’auto come si può vedere dalle chiazze di sangue a terra.

Si torna alla solita casa, di fronte a Franklin sull’uscio di casa compaiono Lamar e un altro ragazzo, entrambi indossano i colori della Grove St, come altra gente dall’altra parte della strada. Parcheggiata di fronte casa c’è una Buffalo bianca, probabilmente l’auto usata da Lamar e l’amico. Sulla strada invece corre un’auto verde scuro dallo stile antico, forse un remake di auto in stile Voodoo, Glendale, Blade, Remington etc.

Da notare il dettaglio nell’acconciatura di Franklin non appena il ragazzo si gira, tre righe sul lato sinistro alto.

 

Torniamo alle lotte tra gangs, Franklin indossa un giacchetto simile a quello di Luis Lopez e impugnando il suo fido fucile a pompa lancia contro il muro con un colpo a segno un membro dei Ballas che imbratta il muro di sangue. A terra un altro nemico e la finestra a destra è rotta probabilmente per colpa dello scontro a fuoco. Cambia per un attimo l’angolazione che ci mostra Franklin di fronte con la torcia sopra il fucile a pompa mentre il suo compare a destra indossa una maglia verde con la scritta San Andreas sopra il petto.

Dall’interno si passa all’esterno dove vediamo Franklin e il compare tentare di fuggire sopra un tetto dall’elicottero della polizia – si nota a terra inoltre la coda di un altro elicottero, il che fa presupporre che il fuoco siano i rottami di un primo elicottero abbattuto. Qualche secondo di corsa e vediamo Franklin tentare di buttare giù l’elicottero o perlomeno spegnere il suo faro sparandogli con il fucile a pompa. Sullo sfondo un paio di cartelloni pubblicitari, uno dei quali sembra essere un richiamo all’iPad, mentre il secondo un film o qualcosa del genere dove si vedono una scimmia, un uomo e un orsetto lavatore.

Cambio di scena e torna protagonista la polizia che ha fermato diversi membri apparentemente della Grove St. Possiamo notare nuovamente le luci della polizia che si comportano in modo realistico e la novità della grata in ferro tra i posti anteriori e posteriori dell’auto della polizia – caratteristica realmente presente in buona parte delle auto della polizia americane per evitare che gli arrestati dietro possano colpire i poliziotti seduti davanti.

Giusto un paio di frame ancora davanti alla famigerata abitazione ove possiamo vedere un cartello con la scritta “Beware of Dog” [Attenti al cane], dunque Chop potrebbe vivere qui e se ciò fosse vero, sarebbero maggiori le possibilità che questa sia casa di Franklin.

E parlando di Chop, eccolo qui il cagnolino dolce di Franklin pronto a sbranare un membro dei Ballas con Franklin che però blocca il cane prendendolo per il collare – diverso ancora una volta nel colore rispetto ad altri screen e porzioni di questo trailer. Il tizio dei Ballas a terra è lo stesso identico che scappava sempre da Chop anche nel secondo trailer, questa dunque è la parte finale probabilmente di quell’inseguimento. Da notare nello screenshot in alto a destra sull’autostrada una rampa che indica molto probabilmente un punto dove si può eseguire una acrobazia unica.

Siamo di nuovo alla solita casa con Franklin con una t-shirt nera e un giacchetto grigio mentre parla con Lamar e il suo compare. Chiaramente visibile sul prato la girandola multicolore mentre sullo sfondo ciò che può sembrare un piccolo serbatoio rosso è in realtà un grande cartellone pubblicitario molto distante dal luogo dove siamo.

 

Lamar, il suo compare e Franklin hanno probabilmente tentato un colpo o stanno fuggendo dopo aver fatto arrabbiare qualcuno. Il nostro protagonista spacca il finestrino di un SUV Declasse mentre Lamar e l’amico stanno correndo verso l’auto.

La fuga continua mostrando in primo piano il SUV inseguito da due elicotteri della polizia e diverse auto con Lamar che dopo aver preso la pistola si affaccia dal finestrino e comincia a sparare contro i suoi inseguitori. Siamo molto probabilmente vicino allo stadio, il grande edificio di fianco e dietro l’auto quando questa sbanda e viene illuminata dal faro dell’elicottero ricordano parecchio l’edificio citato.

Saliti sul ponte, ancora in fuga, possiamo vedere ancora delle auto della polizia e un elicottero dietro il gruppo del nostro protagonista, mentre in mezzo alla strada c’è una Peyote ferma con i fari accesi e un uomo in carne che fugge via, probabilmente un civile spaventato e colpito da una delle auto – la nostra o quella della polizia.

Ultima scena del trailer con Franklin visto alle spalle dove si nota maggiormente l’orecchino e gli occhiali da sole chiari. Di fronte, sullo sportello dell’armadio c’è un poster con su disegnata la suola di una scarpa e la scritta “We Run Los Santos”, possibile riferimento magari ad una missione secondaria in stile “Maratona” ereditata da GTA: San Andreas.

Se non siete ancora sazi, di seguito potete vedere una video-analisi sullo stile "stop-and-go" con indicati i mezzi più interessanti, i vari personaggi e luoghi scoperti all'interno di questo trailer. Ovviamente il video lo potete trovare all'interno del nostro canale YouTube GTASeriesVideos.



Dialoghi

Di seguito il testo completo, battuta per battuta, del trailer.

Franklin: Ah, quindi adesso mi vuoi fare la predica perché non sono un buon membro della banda?
Lamar: È tutto quello che abbiamo. È la nostra eredità.

Franklin: Pensavo che stessimo cercando di uscire da questa merda.

Lamar: Tu sembri ogni giorno di più una spia.

Franklin: Sembro uno che vuole tirare su un po' di soldi senza farsi ammazzare.

Lamar: Chiedo scusa, signor Carta Oro.

Lamar: Robe gangsta!

Compare: Non hai un cazzo di rispetto.

Franklin: Ho rispetto per la realtà.

Lamar: Goditi le zoccole, fratello!
Franklin: Sì, come no.

Musica

Il brano utilizzato come sfondo musicale al trailer è "Hood Gone Love It" di Jay Rock feat. Kendrick Lamar












GTA-Series.com RSS Feed   YouTube   Twitter   Facebook








 

GTA-Series.com is an Official Fansite Member of the Grand Theft Auto Rockstar Games Webring
Coding and graphics made by al[e]ssio & Daniel. Artworks and backgrounds made by Patrick Brown - View all the staff members
Best viewed in resolution width 1024 - XHTML 1.0 Strict, CSS2 and WAI level 2 valid - Major browsers and OS compatible