GTA 5 - Anteprima di Kotaku (Maggio 2013)
Autore: al[e]ssio e Daniel Creata il: 4/5/2013 Aggiornata il: 4/5/2013

Articolo tradotto dall'originale "I've Seen Grand Theft Auto V. This One's Radically Different." pubblicato da Stephen Totilo sul sito Kotaku e tradotto in italiano da al[e]ssio in esclusiva per GTA-Series.com.

Ho visto Grand Theft Auto V. Tutto è cambiato.

Le cose che mi hanno colpito maggiormente di Grand Theft Auto V non sono le cose più grande su cui avrei dovuto focalizzarmi quando ho visto il gioco in movimento nel quartier generale di Rockstar questa settimana. Ma prima vi parlerò di alcune piccole cose comunque.

C'è un campo da golf con nove buche nel gioco. Potremo giocare a golf. Potremo scegliere quali mazze utilizzare.
C'è anche un mini gioco legato allo Yoga.
Potremo rapinare i bancomat.
Personalizzare le auto.
Ci sono relitti di nave.
Squali.
E...

Scusate se la mia attenzione viene sviata dalle caratteristiche principali di GTA V, ma è questo ciò che è in realtà GTA no? Le missioni principali sono ottime, ma è tutto ciò che possiamo fare oltre a questo ciò che ci resta in mente. E' l'immensa quantità di secondarie – la casualità dietro ogni angolo, il caos che possiamo creare – che rende questa serie così accattivante.

GTA V è il primo ampio Grand Theft Auto di Rockstar dall'uscita nel 2008 di Grand Theft Auto IV. E' stato in sviluppo per molti anni e sarà disponibile tra meno di cinque mesi. Ma al momento di questo titolo sappiamo tanto quanto di un libro la cui copertina non è mai stata aperta. E' normale. Rockstar tiene buona parte delle sorprese e delle caratteristiche dei suo titoli tentacoli segrete così da permettere ai giocatori di scoprirle pad alla mano. Sino ad allora, come tradizione, Rockstar svela piccole porzioni dei suoi giochi attraverso trailers e occasionali demo per la stampa da una o due ore. In genere sono loro stessi a giocare il titolo di fronte alla stampa, così hanno fatto con me, dimostrando che il gioco funziona veramente anche se comprensibilmente non permettono a nessun reporter di prendere il pad, fare casino e guidare ovunque.

Rockstar annuncio al mondo che Grand Theft Auto sarebbe tornato nel tardo 2011. Un anno dopo circa, hanno mostrato un po' di questo ritorno con un secondo trailer e un'anteprima mondiale sul magazine Game Informer. A quel tempo svelarono due caratteristiche principali del titolo: 1) il set è una versione Rockstar del sud California, 2) il giocatore interpreterà non uno, ma tre protagonisti.

In occasione del rilascio del terzo trailer del gioco (tre in uno a dire il vero), Rockstar ha mostrato nuovamente il titolo. Questa occasione è stata la mia opportunità di vedere il gioco dal vivo con i miei occhi. In una assolata giornata all'inizio di questa settimana mi sono fatto una camminata dagli uffici di Kotaku a New York City sino al quartier generale di Rockstar nel sud di Manhattan. Mentre c'era gente che camminava dietro di me, mi sono seduto sul divano nella stanza adibita alle demo di Rockstar ed ho incollato i miei occhi su un grandissimo televisore a guardare Grand Theft Auto V in azione. Sono stato affiancato da alcuni rappresentanti di Rockstar, uno che mi ha parlato del gioco e l'altro che invece lo giocava. Il tizio che giocava aveva in mano un controller PlayStation 3, il gioco sarà disponibile comunque anche su Xbox 360. Non c'è nessuna falsità. Mi sono alzato e ho dato una occhiata al debug kit PS3 su cui il gioco stava girando. E' tutto vero.

Il punto nodale per Rockstar, in questa anteprima, è rendere chiaro quanto grande sia il cambiamento nella serie con il passaggio a tre protagonisti giocabili. Quando ho chiesto loro perché questo gioco meritava un nuovo numero alla fine del titolo – non ci stiamo spostando da una generazione di console all'altra come fu con GTA III e GTA IV – hanno risposto che è il trio di protagonisti ciò che rende tutto nuovo il titolo. Hanno detto che questa caratteristica cambia fondamentalmente la struttura di GTA per come l'abbiamo conosciuta sino ad ora. Il tutto accoppiato ad un altro grande cambiamento che mi sembra giusto. Non si tratta di tre titoli GTA fusi insieme; è un qualcosa che è destinato a scorrere come nessun GTA – e francamente nessun altro gioco io abbia visto – prima d'ora.

L'altro grande cambiamento che ha fatto meritare il numeretto alla fine del titolo? GTA V è un gioco basato sulle rapine. E' un action adventure con tre criminali in terza persona in un open world basato su cinque o sei grandi rapine – grandi colpi che richiederanno molte missioni per essere preparate, scelte attuate dal giocare su come attuare il colpo e, Rockstar afferma, quelle scene grandiose che precedentemente erano presenti solo alla fine dei loro titoli.

Cosa hanno mostrato

Rockstar non mi ha mostrato nessuna di queste grandi rapine, quindi tornerò su questo argomento più tardi in questa anteprima. Ciò che mi hanno mostrato era pressoché incentrato esclusivamente sull'insolito sistema a tre protagonisti. Sono partiti avviando la demo che mi ha mostrato Franklin su di un elicottero. Franklin è il giovane ragazzo di colore visto in giro per strip clubs nel trailer di questa settimana. Vive a Los Santos ed è un "pignoratore" per conto di un venditore d'auto Armeno. Il ragazzo vuole fare carriera nel mondo criminale.

Guardando oltre la spalla di Franklin abbiamo visto il mondo di gioco ad una altezza di circa un chilometro, uno dei responsabili di Rockstar mi ha detto che le terre emerse di GTA V sono tre volte e mezzo la grandezza del tentacolare western di successo Rockstar del 2010, Red Dead Redemption. Cinque volte più grande se si considera anche il mondo sommerso dalle acque. (Nota: Se leggete altre anteprime GTA V sulla rete noterete certamente delle similitudini con questa, sono certo che tutto ciò che mi è stato detto e mostrato è stato detto e mostrato anche agli altri membri della stampa. Ecco un altro appunto dal testo con dei dettagli comunicati da Rockstar: il mondo è più ampio dei mondi di GTA: San Andreas, GTA IV e Red Dead Redemption messi insieme. E' grande!)

L'elicottero di Franklin stave volando sopra la zona rurale di Blaine County, la così chiamata zona desertica dello stato blu della città di Los Santos (versione GTA di Los Angeles). Era giorno. C'è un ciclo completo che controlla sia l'ora che il clima, ma tutto ciò che posso dire era che il cielo era azzurro. E c'era un'ottima visibilità. Abbiamo dato uno sguardo giù verso le montagne con gruppi di pini su di esse. La città era nebbiosa all'orizzonte e oltre essa l'oceano.

Poi il tizio al controllo del gioco ha fatto saltare Franklin fuori dall'elicottero.

Meno mano che Franklin indossava un paracadute con i colori dell'arcobaleno.

Vorrei aver avuto un cronometro per potervi dire quanto tempo è servito prima che Franklin toccasse terra. Trenta secondi, forse? Un minuto? Il paracadutismo sarà una delle caratteristiche presenti nel gioco, mi ha detto Rockstar. Non è stato presente in GTA IV finché non è stato aggiunto nell'episodio/espansione The Ballad of Gay Tony.

Una volta atterrato Franklin, siamo passati oltre un paio di persone che pescavano in un ruscello. Abbiamo visto un camper e un dune buggy. Ho visto cervi sulla montagna quando ci sono passato vicino. E una lince.

Poi il tizio di Rockstar che stava giocando ha premuto un pulsante (o premuto un grilletto? Non ho chiesto) ed è comparso un menu circolare con tre teste sopra. Una per Franklin, una l'uomo bianco con la crisi di mezza età Michael, e l'altro per il pazzo pelato bianco zoticone Trevor. Sono questi i tre protagonisti annunciati del gioco. Rockstar è passata al controllo di Trevor.

E' stato come se all'improvviso qualche divinità avesse preso la telecamera portandola in cielo e poi ancora su, su, su e spostata su un altro punto della mappa per poi farla scendere in basso. OK. E' solo una schermata di caricamento glorificata, ma è stato figo.

Ora ci troviamo in spiaggia. E' ancora giorno. Trevor è in mutande e calze con sangue spalmato sulla schiena e sul petto, i corpi apparentemente morti dei membri della west coast della gang motociclistica di GTA IV, The Lost, sono sparsi ovunque.

Ma che diavolo?

Il tizio di Rockstar ci ha detto che Trevor è il protagonista in assoluto più psicopatico di tutta la serie, ma è comunque in qualche modo affascinante. Sono sicuro che i membri dei The Lost sarebbero d'accordo.

Abbiamo lasciato Franklin sull'altro lato della mappa di gioco. Ora stiamo giocando nei panni di Trevor.

Nel gioco ci sono anche le imbarcazioni. Trevor è saltato a bordo di una e si è fatto strada tra le onde. Le barche contengono tutta l'attrezzatura per subacquei ha detto Rockstar. Trevor ha indossato tutto il necessario. Siamo saltati fuori da un'aereo prima, quindi ora perché non saltare fuori dalla barca? Il tizio di Rockstar con il controller lo ha fatto tuffare e andare a fondo. Questa è nuova: Grand Theft Sott'acqua. (Nel caso in cui non abbiate ricevuto il memo, il 2013 è l'anno per I Giochi Dove Si Va Sott'Acqua, accadrà per la prima volta in assoluto nella serie quest'anno in Animal Crossing, Assassin's Creed e Grand Theft Auto (ma probabilmente non in nessun Forza che uscirà quest'anno – penso) Correzione: Pensavo di essere più furbo. Un lettore mi ha ricordato che CJ poteva andare sott'acqua in San Andreas. Era limitato, ma comunque conta! Scusate l'errore).

Ciò che ho visto dopo è stata la cosa che più mi ha colpito durante la demo. Non so il perché mi ha colpito in questo modo. Non era una scena action fantastica ciò che mi hanno mostrato, né la più innovativa. E' stata solo presenta molto bene.

C'è Trevor con la muta che nuova verso il grosso relitto di un cargo. Ho cominciato a pensare a tutte le cose che Rockstar potrebbe nascondere sul fondo del mare, tutti i tesori nascosti, i relitti e quant'altro. C'erano pesci che nuotavano in giro. E poi sono arrivati gli squali. Gli squali hanno accerchiato Trevor e venivano mostrati anche con dei puntini sulla mini mappa. Trevor non li ha attaccati; loro non hanno attaccato Trevor. I due di Rockstar hanno detto però che gli squali possono attaccarci. Fate attenzione.

Il responsabile di Rockstar ha poi cambiato ancora una volta personaggio saltando al controllo di Michael. Non era in mutande. Indossava un completo. Il tizio vive in una grande ville, quindi, il completo è adatto. Per gli scopi della demo, il gioco è andato avanti con l'ora e si è passati alla sera. Michael era sulla Vinewood Boulevard, la scintillante via nel cuore della Los Santos di GTA V. Ha superato un'attrice che farneticava, alcuni tizi vestiti con costumi da super eroi e un bus per turisti che il tizio di Rockstar ha detto che potevamo prendere per fare un tour in giro per vedere le case delle squallide celebrità ideate per il gioco.

E' stata poi avviata per Michael una piccola missione per una attrice braccata dai paparazzi. Si trovava in un vicolo o in una strada laterale poco lontano da quella principale. Non si tratta di una missione della storia principale ma solo di un piccolo avvenimento. Si tratta di una di quelle missioni per gli sconosciuti di GTA IV o di quei piccoli momenti interattivi – come catturare e fermare la fuga di prigionieri fuggiti – che comparivamo mentre si andava in giro in Red Dead Redemption. Michael è salito in auto e doveva guidare allontanando la starlet dai paparazzi per poi condurla nella sua bella casa sulle colline vicino all'insegna Vinewood (Hollywood). Ha lasciato la star a casa sua. Ci potrebbero essere altre missioni per lei, mi è stato detto.

I tizi di Rockstar hanno poi attivato una missione della storyline. La missione richiedeva il controllo di tutti e tre i protagonisti. Immaginatela come una evoluzione della missione di Grand Theft Auto IV che include non solo il controllo di Niko Bellic, ma anche dei protagonisti delle due espansioni rilasciate successivamente. La differenza sta che questa missione non presenta tre personaggi che sono giocabili esclusivamente nel loro titolo di appartenenza. La missione richiede che il giocatore salti da un personaggio all'altro, controllando pian piano tutti per alcuni spezzoni della missione stessa.

Non fatevi una idea sbagliata su questa gestione dei tre personaggi. Rockstar ha sottolineato che la campagna è in single-player. C'è un open-world per il multiplayer a parte di GTA V, ma non discuteranno di questo aspetto adesso. Hanno chiaramente respinto la teoria che racconta della possibilità di giocare la storia in tre sfruttando una modalità cooperativa. Un singolo giocatore controllerà tutti e tre i protagonisti, mi è stato detto. La storyline del gioco non è il multiplayer. Il giocatore semplicemente passerà da un personaggio ad un altro mentre girerà per il mondo e, quando si avvieranno missioni della storia, scoprirà che a volte una missione avrà due o tre protagonisti in campo. A volte poi le missioni avranno un singolo protagonista in campo, così come è sempre stato in GTA prima d'ora.

La missione a tre personaggi che mi è stata mostrata era una piccola rapina. Ha i tratti di uno dei grandi colpi di cui abbiamo accennato, mi è stato detto, ma è anche di per se unica. Non mi è stato confermato, ma mi è sembrato come se ciò che mi stavano mostrato fosse essenzialmente un banco di prova per quei grandi colpi. La piccola rapina richiedeva di abbattere un mezzo blindato da qualche parte a Los Santos.

Michael ha sviluppato il piano e lo ha spiegato ai due compari. Trevor dovrà raggiungere i tetti e fare da vedetta.

Michael avrebbe guidato un camion della spazzatura per tagliare la strada al blindato. Franklin invece al controllo di un carro attrezzi aveva il compito di colpire il blindato sul fianco (una missione precedente richiede il recupero di questi mezzi).

Indossano tutti delle tute (anche qui il giocatore ha il compito di recuperarle in una precedente missione).

Tutti indossano una maschera diversa (sempre da recuperare prima del colpo).

Hanno pronta un'auto per la fuga (il giocatore dovrà parcheggiare l'auto per la fuga in una zona sicura in una missione precedente).

Notate la differenza dai precedenti GTA? I giocatori hanno delle scelte su come preparare la missione e giocarla, una possibile re-introduzione o variazione della flessibilità di come le missioni potevano essere giocate in GTA III.

La missione comincia.

Mentre guida, sorveglianza e scontro tra carro attrezzi e blindato accadevano, il gioco ha imposto il cambio al giocatore da un protagonista all'altro.

Dopo che Franklin ha colpito il mezzo blindato e i nostri personaggi si sono avvicinati al mezzo ribaltato, la polizia è arriva. Il livello sospetto era parecchio alto: quattro stelle accese su cinque. I poliziotti hanno messo in campo gli elicotteri e noi eravamo nel mezzo di una sparatoria.

Non ricordo al controllo di quale personaggio fossimo inizialmente, ma a un certo punto, il responsabile di Rockstar che stava giocando ha mostrato come potevamo passare da un protagonista all'altro. Ogni personaggio ha armi e caricatori diversi e il cambio avviene in tempo reale. Il tizio di Rockstar ha fatto sparare a Trevor un razzo dalla sua posizione elevata. Il bersaglio erano i poliziotti a terra che si avvicinavano a... credo Franklin. Il responsabile di Rockstar è poi passato al controllo di Franklin prima che il razzo toccasse terra di fronte a lui.

Diversamente da quanto mostrato prima, ora tutti e tre i protagonisti sono in gioco nello stesso momento e luogo. I due che non sono sotto il controllo del giocatore vengono controllati dal computer. Rockstar ha affermato che bisogna fare veramente schifo per far sì che i propri compagni muoiano. Il sistema cercherà di tenerli sempre in vita e li limiterà inoltre in modo tale da non far fare a loro tutto il lavoro mentre voi state seduti a guardare.

I nostri protagonisti sparano ai poliziotti e corrono poi verso l'auto per la fuga che era esattamente dove è stata posta in una missione precedente.

Fine della demo.

Cosa hanno detto

Rockstar firma GTA V come una produzione Rockstar North. Rockstar North è lo studio con base a Edimburgo, Scozia, che ha da sempre sviluppato Grand Theft Auto. Altri studios Rockstar in giro per il mondo hanno lavorato pure, ma Rockstar definisce questo un figlio di Rockstar North. Dicono che Rockstar North sta cercando di fare il gioco open world definitivo, quello con il mondo più grande, vario e reattivo. L'idea è questa.

Quando vedete un GTA, anche se non potete vedere ancora questo, potete fare solo, come abbiamo fatto noi virtualmente e letteralmente questa volta, paracadutarvi al suo interno. Se ne vede solo una scheggia. Ti viene raccontato il resto e da questo fai una sorte di combinazione tra ciò loro promettono, le tue speranze e ciò che loro hanno rilasciato in passato. Al solito Rockstar ha aumentato la scala e gli obiettivi per i loro giochi open-world. GTA IV poteva essere il primo della serie a sembrare più piccolo dei precedenti, ma era molto più ricco di dettagli e carico dell'ampio Grand Theft Auto: San Andreas. Mi sono seduto nel quartier generale di Rockstar per demo di GTA: San Andreas, IV, Chinatown Wars, Red Dead Redemption e L.A. Noire. Ciò che promettono è ciò che fanno.

Non ricordo assolutamente nulla che mi sia stato detto e che non ho poi trovato nel gioco. E quando erano eccitati per un determinato aspetto del gioco – i cavalli in Red Dead Redempion, la fluidità dei movimenti durante le sparatorie in Max Payne 3, i mini giochi in Chinatown Wars – ho sempre trovato il corrispettivo nel gioco. Eppure buona parte di questo è solo stato discusso, non mostrato. Quindi bisogna credergli.

Negli ultimi anni hanno migliorato diversi aspetti dei loro titoli open-world. Hanno armeggiato e gradualmente migliorato i controlli sulla guida e sull'uso delle armi. Hanno aggiunto intelligentemente scorciatoie per eliminare la noia e rendere i loro giochi divertenti. Hanno provato più volte e generalmente ci sono sempre riusciti nel creare protagonisti e personaggi di supporto memorabili. Hanno aggiunto bene le scelte del giocatore che cambiano la storia (GTA IV) pur riducendo la libertà di manovra dei giocatori durante le missioni. Red Dead Redemption, che è stato sviluppato principalmente da Rockstar San Diego, ma con il supporto di altri studi, incluso Rockstar North, ha fatto fare un altro passo avanti alla serie GTA. Quel gioco ha migliorato la visuale di GTA IV, popolato il mondo con un maggior numero di missioni casuali che apparivano in giro e dato ai giocatori un più soddisfacente, consistente e interessante viaggio per il loro protagonista.

Con GTA V Rockstar promette di migliorare su tutti questi fronti.

La guida sarà più vicina e simile a quella che ci si può aspettare da un gioco di corse, hanno detto.

Il combattimento? Ha ricevuto ottime lezioni grazie a Red Dead e Max Payne 3. Uno scatto durante il combattimento ci permetterà di correre con un'arma in mano ma abbassata; vedremo una X comparire sul reticolo di mira quando avremo ucciso un nemico (apparentemente i giocatori in GTA IV pensavano di aver ucciso un nemico caduto a terra, si muovevano avanti per poi ricevere invece una raffica dal nemico che nel frattempo ha recuperato); una più ampia visuale renderà le sparatorie più comprensibili, una capriola e l'aggiunta di molte più coperture darà al giocatore maggiori opzioni su come affrontare una sparatoria. Questo è ciò che mi hanno detto. Alcune di queste cose le ho viste, ma non le ho potute provare. E' ancora presto. Il gioco sarà sugli scaffali a Settembre. Non permettono di fare degli hands-on così presto.

Mi hanno anche detto che – finalmente – non si perderà l'arma che si ha tra le mani semplicemente perché non abbiamo più proiettili per essa. Solo questo sarebbe sufficiente a giustificare il V dopo il titolo.

I tizi di Rockstar mi hanno anche detto quanto ampio sia questo mondo è ciò che c'è al suo interno. Beh, questa è la lista di alcune cose che troveremo al suo interno: basi militari, spiagge, montagne, fiumi, spacciatori di anfetamine, gang di motociclisti... l'intera mappa è disponibile da subito, dal primo istante in cui avvieremo il gioco. La più ampia selezione di armi da sempre. La più ampia selezione di veicoli, molti di questi personalizzabili sia nel look che nelle prestazioni. Auto. Furgoni. Moto. Bici. Jet military. Ho visto anche un Jumbo jet nel cielo. Potremo pilotarlo? Non lo so, forse no. Questi giochi hanno comunque dei limiti.

La metafora che a Rockstar piace per questo gioco è che si tratta come di una lunga serie televisiva con un cast corale. Si passa da un personaggio all'altro. Si tagliano le parti dove il personaggio sta facendo cose noiose per andare direttamente da una scena interessante all'altra. Ciò non significa che il gioco è tutto missioni e niente passatempo. Rockstar ha fatto capire che ci sarà ogni forma di passatempo permesso. Hanno dato anche l'impressione di voler rendere interessante il passaggio da un personaggio all'altro creando sorpresa e intrattenendo il giocatore. Prendendo ad esempio ciò che mi hanno mostrato, da Franklin che si lancia con il paracadute a Trevor insanguinato che si aggirava per la spiaggia in mutande.

Rockstar vuole dare l'idea che i tre protagonisti di GTA V vivono la loro vita mentre noi non li stiamo controllando. Quando noi gestiremo un personaggio, gli altri due continueranno a fare le loro cose e quando salteremo al controllo di uno di loro, Rockstar intende sorprendere. E' stato un trucco, ma mi sono mostrato scettico su quanto spesso mi sarei sorpreso a trovarmi in mutande sulla spiaggia. Le scenette al cambio del personaggio potrebbero essere tre, ho suggerito. Niente da fare, ha detto il rappresentante di Rockstar. Creeremo moltissime di queste situazioni.

I tre protagonisti dovrebbero fornire al giocatore tre diversi modi di vivere l'immenso mondo e sono progettati per rendere le giocate un po' differenti le une dalle altre. Potremo personalizzare i nostri protagonisti (tatuaggi, vestiti, tagli di capelli, statistiche – cose come forza, mira, abilità di guida e volo possono migliorare con l'esperienza), ma potremo anche incontrare personaggi diversi con protagonisti diversi. Rockstar si aspetta che i giocatori si confrontino. Oh, tu lo hai incontrato mentre giocavi con lui? Con me è stato diverso. Come hai rapinato quel posto? No, io ho fatto in questo modo. E cose di questo tipo.

Ognuno dei tre personaggi ha anche il proprio conto in banca, cosa che ti permetterà di gestire diversamente gli acquisti. Questi personaggi potranno acquistare delle proprietà. L'esempio che mi è stato fatto era una compagnia di taxi. Genererà un introito regolare. Possono anche acquistare nuove case.

Rockstar sembra puntare molto più sulle scelte di quanto aveva fatto in GTA IV. Sicuramente quel gioco ti porteva a decidere in alcuni momenti chiave chi doveva vivere o morire. Questo gioco invece sembra che consentirà di fare sia scelte importanti che altre meno importanti. I protagonisti stessi sono già diversi gli uni dagli altri. Sono tutti criminali, ma hanno tutti statistiche differenti. Come miglioreremo le loro abilità e come li faremo muovere sul campo li renderà ancora più diversi. Come si comporteranno durante una rapina cambierà anche le cose un po'.

Per i grandi colpi, Rockstar mi ha detto, che i giocatori dovranno gestire molte variabili. Come i protagonisti dovranno raggiungere il luogo da rapinare, chi deve fare cosa, se entrare ad armi spianate o fare tutto silenziosamente e quali altri personaggi portare nella missione. Ad esempio, potremo assumere personaggi di supporto e se questi resteranno in vita dopo il colpo, potranno esserci nuovamente di aiuto per le rapine successive. Più denaro avremo, migliori saranno le abilità dei personaggi che potremo assumere. I colpi si concluderanno tutti con un incontro post-missione dove il denaro rubato sarà diviso con il gruppo.

Rockstar ha detto che ogni protagonista potrà avere esperienza diverse nel mondo di gioco. Alcuni eventi compariranno solo per un personaggio. Inoltre ogni protagonista ha una abilità speciale. La cosa può stonare, ma state a sentire: l'ex rapinatore di banche Michael è molto abile con le armi, quindi quando lo controlleremo potremo rallentare il tempo durante le sparatorie; il pignoratore Franklin può fare la stessa cosa, ma solo quando è alla guida; Trevor invece può entrare in una modalità furia nel combattimento corpo a corpo che gli consentirà di fare più danno subendone meno. Queste abilità saranno attivabili dopo che la barra relativa verrà riempita. Un po' come il Dead Eye di Red Dead Redemption o il Bullet Time di Max Payne.

Ricordo le cose buone di GTA IV, ma anche quelle negative. La storia di Niko è stata trascinata nel tempo finché non è arrivato ad Alderney, la zona che richiama il New Jersey. Non preoccuparti, hanno detto. I tre protagonisti ti terranno interessato. Gli amici di Niko potevano diventare fastidiosi. Chiamavano sempre, cercando di portarmi essenzialmente a fare dei mini gioco. Capito, dice il rappresentante di Rockstar. Non preoccuparti di questo, stiamo gestendo le cose in modo diverso, i minigiochi saranno meno, ma molto più profondi. Potrai usare il cellulare del gioco per fare degli screenshot, inoltre, e condividerli sul Rockstar Games Social Club. E che dire delle ragazze? Le relazioni non saranno un mini-gioco in GTA V, mi è stato detto.

Anche gli incontri con la polizia sono stato migliorati. In questo nuovo gioco potremo sempre cercare di fuggire dall'area di sospetto che lampeggia sulla mini mappa quando i poliziotti vedono il nostro protagonista violare la legge. Ma questa volta, potremo anche nasconderci all'interno di quest'area se vogliamo. I poliziotti utilizzeranno una intelligenza basata sulla linea della visuale, quindi se saremo fuori dalla loro vista, non sapranno magicamente dove ci troviamo. Se c'è un elicottero in aria, saranno in grado di vederci senza problemi. Li vedremo inoltre comunicare i loro movimenti e intenzioni ai colleghi utilizzando gesti delle mani.

Rockstar vuole inoltre farci sapere che in questo gioco ci sentiremo di avere i soldi per un motivo. Useremo questi personaggi per acquistare ed ottenere diverse cose. Franklin, come pignoratore, avrà la possibilità di accedere a buone auto ben presto. Hanno detto anche che potremo acquistare un nostro elicottero e avremo bisogno di avere un eliporto per salvarlo. Le grandi rapine, dicono, genereranno milioni.

Infine il tono, una delle cose che ha caratterizzato GTA IV. Alcuni giocatori si sono lamentati del fatto che il titolo fosse troppo serio, che non fosse quello esagerato e a volta caricaturale di GTA III, Vice City e San Andreas. Era satirico, sicuramente, ma Niko Bellic era un uomo serio in una città seria. Il nuovo gioco non sarà un ritorno ai toni di San Andreas, mi ha detto Rockstar, ma non sarà neanche una ripetizione di quelli di GTA IV. La stranezza della vera Los Angeles permette a Rockstar più margine di manovra e divertimento su come le cose accadranno in questo nuovo gioco. Inoltre, i tre personaggi potrebbero consentire di avere una maggiore varietà di toni con i quali raccontare la storia.

Niente di quanto hanno promesso sempre impossibile. Tutto sembra ottimo. Un GTA con più scelta, varietà e minore noia? Sì, grazie. Fatelo.

Le mie impressioni

Il GTA V che ho visto questa settimana non è esattamente il GTA V dei trailer e neanche il GTA IV che ho giocato nel 2008. Sono ottimista, ma devo sottolineare che nulla di ciò che vedrò in anticipo sarà mai abbastanza per essere confrontato con ciò che tutti noi potremo giocare.

E' strano poterne vedere un pezzo così piccolo, anche se è eccitante vedere qualcosa di così diverso come la struttura a tre protagonisti. Potrebbe segnare un grosso cambiamento nel mondo dei videogioco. Mi piace il modo in cui Rockstar racconta le storie nei suoi giochi e non vedo l'ora di vedere come racconteranno gli intrecci di queste tre storie in una sola. Quello che mi hanno mostrato però, era tutta azione in giro per la città. Ciò che si può vedere nei trailer è tutta roba legata ai personaggio. Michael non è solo un truffatore ma un papà accerchiato da una moglie e due figli adolescenti con i quali non riesce a stringere un legame. Franklin è un ambizioso truffatore di basso livello che guarda al colpo della vita. Trevor è un pazzo che vive fuori dai limiti. E' tutto materiale per la storia e, combinandolo con l'azione che ho visto, da come risultato GTA. Separati sono i pezzi di un elefante.

Non è facile unicre la storia e l'azione in una demo ed è pressoché impossibile trasmettere i migliori elementi di GTA – l'unicità del, come dire, la giusta musica che viene fuori dalla radio quando colpisci un'auto della polizia e improvvisamente si è coinvolti in un inseguimento in tre contee dalla polizia con un bel tramonto di fronte a noi, mentre uno sciocco pedone ti urla dietro perché gli sei passato a pochi centimetri e... poi eccola la rampa che prendi alla massima velocità lanciando l'auto in acqua... esci dall'auto che affonda, cercando di risalire verso la salvezza con i poliziotti lontani che non senti più e poi fuori dall'acqua. Respiri. Esulti. Tutto questo non c'è nella demo. Non potrebbe esserci. Questa non è neanche una storia o una missione che potrebbe essere scritta. Sono cose che succedono. E' ciò che di meglio offre GTA. Nulla di ciò che ho visto questa settimana mi fa pensare che questi momenti potrebbe non esserci nel nuovo gioco. Sembra che Rockstar stia facendo di tutto per permettere che situazioni di questo tipo avvengano nel nuovo gioco.

Per quanto riguarda gli occhi, non so onestamente cosa dire della grafica di GTA V. Non ho mai giocato a Grand Theft Auto per la grafica, ma ho apprezzato quella di GTA IV anni fa. Ho rimesso il gioco nella mia Xbox 360 Mercoledì mattina. Non era buona come la ricordavo. Il GTA V che ho visto girare su hardware PS3 da Rockstar era migliore. Quel GTA V, però, non sembrava così bello come quello che si può vedere nei trailer.

Ho suggerito ai rappresentanti Rockstar che stavo parlando del fatto che i loro trailer erano catturati da PC, o qualcosa che pompasse una grafica migliore. La versione che stavo guardando girare magari era una vecchia build, hanno detto, ma no, i trailers sono catturati da PS3/Xbox 360 standard.

Ho fatto di nuovo la stessa domanda ore dopo, per essere sicuro.

Sì hanno detto. I trailers sono, come sempre, in esecuzione sul motore grafico del gioco e sono miscele di gameplay e cutscene e – frase loro, non mia – footage della corrente generazione di console. Forse ciò che registrano per i trailer è messo in scena meglio. Non lo so. O forse la grafica migliora e migliora più ci si avvicina alla release del gioco. GTA V è niente affatto brutto. Sembra piuttosto bello. Ma ciò che ho visto dai trailer non mi sembra provenire dalla attuale generazione di console secondo me. Ciò che invece ho visto giocato nella demo sì.

Vorrei che Rockstar avesse detto stiamo facendo una versione next-gen o PC, ma la linea della compagnia in merito è che non ci sono piani attualmente per questo. Prendetela come volete. Mi piacerebbe un GTA V che si vedesse chiaro come il gioco è all'interno dei trailer.

La grafica tuttavia è tanto importante quanto si vuole che lo sia. GTA: San Andreas sicuramente sembra un gioco fatto su un ormai vecchio hardware PS2. Ma resta il mio favorito della serie. Sono più di un gameplayer, un esploratore degli open-world con un malsano appetito per gli obiettivi secondari. Sono molto interessato a vedere quanto potenziale di questa struttura a tre protagonisti Rockstar sarà in grado di tirar fuori, e sono contento che stiamo facendo qualcosa di così diverso e al di fuori della loro formula standard.

Rockstar ha circa quattro mesi per ottimizzare il gioco e rilasciare qualcosa di speciale. Diversi anni fa ho visto Red Dead Redemption a più o meno lo stesso stadio di sviluppo. Era paragonabile allo stadio in cui GTA V appare essere adesso, quindi sono fiducioso su come questo gioco uscirà alla fine.

Nel peggiore dei casi, questo potrebbe essere un interessante passo falso di un potenziale successo irrealizzato con la società che sta correndo il maggiore rischio che ho visto nella serie sin da GTA III.

Nella migliore delle ipotesi, sarà un formidabile e nuovo GTA. Spero ci riesca. Almeno per la parte con i relitti delle navi sott'acqua. E lo yoga. Il rapinare un negozio di liquori. E il triathlon. E la caccia...












GTA-Series.com RSS Feed   YouTube   Twitter   Facebook








 

GTA-Series.com is an Official Fansite Member of the Grand Theft Auto Rockstar Games Webring
Coding and graphics made by al[e]ssio & Daniel. Artworks and backgrounds made by Patrick Brown - View all the staff members
Best viewed in resolution width 1024 - XHTML 1.0 Strict, CSS2 and WAI level 2 valid - Major browsers and OS compatible