Franklin e Lamar
Compenso: 250 $ | 100%:

Dopo un salto nei ricordi ci troviamo a Los Santos con Michael che discute con il suo psicanalista della sua vita. Ben presto tuttavia lasceremo Michael sulla spiagga per conoscere Franklin, il più giovane di questi tre protagonisti e insieme all'amico Lamar dovremo recuperare un paio di veicoli per conto di Simeon.


  

Dialoghi

Siamo all'interno dello studio di un analista con Michael che parla con l'uomo della sua situazione e di suo figlio.

Psicanalista: Suo figlio, James. E' un bravo ragazzo?

Michael: Se è un bravo ragazzo? Un bravo ragazzo? Perché? Forse aiuta i poveri, cazzo? No. Se ne sta tutto il giorno stravaccato, a fumarsi erba e farsi seghe mentre gioca al suo gioco del cazzo. Se questo è il nostro standard di eccellenza... non stupisce che questo paese sia fottuto.

Psicanalista: E lei invece?

Michael: Io? Ehi... Io non ho avuto i vantaggi che ha quel ragazzo. Alla sua età ero già stato in prigione due volte. Avevo rapinato banche, protetto puttane, smerciato roba.

Psicanalista: E questi li considera obiettivi raggiunti?

Michael: Queste sono le opportunità che ho avuto. Almeno io le ho colte.

Psicanalista: E dove l'hanno portata queste opportunità, Michael?

Michael: Mi hanno portato... Proprio qui, cazzo! Al capolinea! Con una grande casa e un figlio inutile, obbligato a parlare con lei perché a nessun altro frega un cazzo. Oh, sto vivendo il sogno, ma il sogno è andato a puttane. Proprio a puttane, cazzo.

Psicanalista: Si sfoghi pure.

Michael: Mi sa che l'ho appena fatto.

Psicanalista: Oh, beh, penso che il tempo sia finito. Stesso orario la settimana prossima?

Michael: Va bene... Però devo dirglielo, non sono molto sicuro che questa roba stia funzionando.

Psicanalista: Beh, un senso di schiacciante futilità è una parte fondamentale del processo. Lo accolga.

Michael: Se lo dice lei, dottore.

Michael esce dallo studio e gira per il lungomare di Los Santos dove tra scene della città, vedrà un barbone a terra.

Michael: Capisco perfettamente come ti senti.

Con Michael che si siederà su una panchina, la scena si sposta su Franklin e Lamar che camminano lungo il lungomare ritrovandosi dietro Michael.

Lamar: Merda, dev'essere qui da qualche parte.

Franklin: A meno che non l'abbiano seppellita, nella sabbia, idiota. Un'altra brillante ideona di Lamar Davis.

Lamar: Vaffanculo. Ehi, scusa fratello, mi sai dire dov'è la Bertolt Beach House?

Michael: No, fratello, non lo so...

Franklin: E andiamo dai, cazzo!

Michael: In verità sì... E' quella casa laggiù, con la scala gialla.

Lamar: Ehi, grazie un casino fratello, l'apprezzo.

Franklin: Amico, datti una svegliata. Cazzo! Perché non gli chiedi se conosce il cazzo di proprietario? Oppure, ancora meglio, scrivi nel cielo che qui ci sono due negri che stanno per rubare qualche macchina, nel caso che qualcuno non l'abbia ancora capito.

Lamar: Vedi, quello che non capisci è che non stiamo rubando. Questa roba è legale.

Franklin: Legale? Oh, già, dimenticavo, con i contributi, le tasse e tutto. Ma certo.

Lamar: Sei tu il negro tutto esaltato per questo lavoro. Io i soldi li faccio nel quartiere, sono a posto. Regolare.

Franklin: Regolare? Regolare come? Vendendo droga e giocando a fare il gangsta? Ma certo. Come ti pare. Sì, fratello, è questo il posto. Il tuo amico Simeon non stava sparando cazzate. Amico, porta lì il culo.

Lamar: Portaci tu il culo, idiota, stai sempre lì a dare ordini. Forza. Dai. Cazzo, andiamo.

  

Ottenuti i controlli su Franklin seguiamo Lamar sino alle due auto, la scelta spetta a noi, rossa o bianca? Beh la 9F è un must, inoltre è l'auto pensata e spinta proprio da Rockstar nelle fasi iniziali delle news in merito al gioco.

Dialoghi

Lamar: Ah, è così? Così puoi far finta di avere un cazzone, eh?

Franklin: Cazzo, negro, questa qui ha il tettuccio automatico e tutto il resto.

Lamar: Doveva pagare la cambiale!

Franklin: Bisogna sgobbare per potersi permettere questa roba. Ora ce la riprendiamo.

Lamar: Giù, cazzo, voglio vedere quello che fa. Ci sentiamo tramite il vivavoce.

Franklin: Ah, è così? Sicuro, fratello.

  

Qualunque sia la nostra scelta, mettiamoci dietro Lamar e non preoccupiamoci al momento di nient'altro che tenere l'auto quanto più integra possibile, mantenendo tuttavia il passo del nostro amico. Non dobbiamo farci distanziare troppo o perderemo l'opportunità di sbloccare uno degli obiettivi per la medaglia d'oro. Risaliamo Incline Avenue sino a raggiungere Del Perro e Boulevard Del Perro ricordandoci di attivare il potere di Franklin se siamo vicini ad un incidente. L'abilità di Franklin infatti ci consente di rallentare il tempo durante la guida mantenendo tuttavia un controllo rapido sul mezzo - in questo modo possiamo curvare in modo più rapido, fermare l'auto in meno secondi o raggiungere velocità stratosferiche.

Raggiunti gli uffici della Lifeinvader dovremo fare una piccola curva a destra su South Boulevard Del Perro e poi nuovamente a destra su Movie Star Way e Marathon Avenue. Da qui, dopo un breve rettilino giriamo a destra su Heritage Way ed entriamo all'interno degli studi cinematografici Richards Majestic.


Medaglia d'oro [Veniamo in pace]

Se stiamo giocando per ottenere la medaglia d'oro, facciamo attenzione agli attori all'interno degli studi, dovremo infatti evitare di investirli. Entriamo dunque negli studi sulla destra e restiamo inizialmente al centro della stada. Superato il camper grigio che vedremo sulla destra e i due camper bianchi a sinistra, buttiamoci sulla sinistra o attiviamo il potere di Franklin per schivare tutti gli attori. Solo evitando tutti gli "alieni" infatti otterremo l'obiettivo "Veniamo in pace".

  

Superati gli studi ci troveremo su Red Desert Avenue, continuiamo dritti sino a raggiungere il furgone della Sprunk e qui giriamo nel vicolo a sinistra restando ancora dietro a Lamar. Spunteremo oltre l'area del Vespucci Canals e da qui dovremo girare a destra su South Rockford Drive. Facciamo particolare attenzione all'autoarticolato che trasporta una cisterna di carburante e al Burger Shot giriamo a sinistra su Prosperity Street raggiungendo così Vespucci Boulevard. A questo punto la strada si farà particolarmente insidiosa, dovremo affrontare infatti diversi salti in sequenza. Controlliamo costantemente l'inclinazione dell'auto assicurandoci che resti sempre il più parallela possibile a terra e al secondo salto rallentiamo un po' in modo da evitare al terzo salto di ritrovarci ad atterrare contro alberi e pali.

Raggiunta Palomino Avenue giriamo a sinistra e avviciniamoci il più possibile a Lamar, da questo momento infatti scatterà la vera fase importante della gara contro il nostro amico. Superata Ginger Street a Little Seoul dovremo fare un rapido cambio di direzione destra sinistra su Lindsay Circus, intorno agli studi della Weazel News. Ci troveremo in questo modo su Calais Avenue prima e nuovamente su Vespucci Boulevard dopo. Superato il ponte Lamar si infilerà in un garage. Seguiamolo restandogli sempre dietro e all'interno del garage multipiano facciamo attenzione al Pony nero sulla sinistra che uscirà dal parcheggio fregandosene di chi gli sta intorno.


Medaglia d'oro [Vincitore]

Adesso è il momento per gareggiare seriamente contro Lamar ottenendo così il secondo dei quattro obiettivi per la medaglia d'oro. Subito dopo il garage multipiano affianchiamo il nostro amico che resterà sempre sulla corsia di destra. Prendiamo dunque quella di sinistra e sfruttiamo qui molto l'abilità di Franklin per tagliare meglio le curve e prendere maggiore velocità. Superati gli uffici del Daily Globe International ci infileremo nei parcheggi dell'Arcadius. Rallentiamo prima di uscirne o se saremo troppo veloci andremo a finire contro il palazzo di fronte. Superata la strada ci troveremo in un altra zona coperta che sarà molto importante in una futura missione. Assicuriamoci qui di avere dietro Lamar e raggiungiamo l'uscita. Se saremo i primi a spuntare fuori dal garage, avremo vinto la gara contro il nostro amico e ottenuto l'obiettivo per l'oro.

  

Dialoghi

Franklin: Ma perché rallenti la circolazione? Levati di mezzo, così il traffico torna a scorrere.

Lamar: Sì, sì, come no. Te lo faccio scorrere nel culo.

Franklin: Oh, secondo me non fa tanto ridere, eh.

Lamar: Ah, merda. Oh merda, gli sbirri!

Franklin: Niente panico, abbiamo i documenti.

Lamar: Beh glielo spieghi tu. Ci vediamo dal concessionario!

Franklin: Glielo spieghi tu un cazzo!

Conclusa la cutscene ci troveremo con due stelle di sospetto, nulla di irrimediabile, ma se stiamo puntando all'oro, allora la cosa potrebbe diventare un po' complessa. Usciamo rapidamente dal deposito evitando l'auto della polizia che giungerà a destra e bittiamoci prima a sinistra lungo Power Street e poi a destra all'interno del tunnel. Alla fine del tunnel giriamo subito a sinistra immettendoci così sulla Del Perro Freeway. A questo punto le opzioni sono due. Se la polizia non sa dove siamo, come dovrebbe essere, possiamo immediatamente cercare un posto dove nasconderci - depositi, tunnel, garage, l'importante è restare fuori dalla strada, la polizia infatti finché il sospetto è a due stelle, resterà in strada se non ci ha visto andare fuori e guidare su altri terreni. La seconda opzione invece, se siamo già guidatori provetti, è prendere la Freeway in contromano, attivando così per diversi secondi anche il potere di Franklin assicurandoci di superare complessivamente i sette, altro obiettivo per la medaglia d'oro.

Rimosso il livello di sospetto non ci resta che raggiungere il concessionario di Simeon Yetarian, il boss di Franklin e Lamar. Indicarvi la strada per raggiungerlo è inutile, potreste trovarvi ovunque e per questo motivo sul radar comparirà una comoda linea gialla che vi indica la strada legale più rapida per raggiungere il vostro obiettivo. Assicuratevi di scaricare nella strada di ritorno tutta la barra del potere di Franklin, ma allo stesso tempo evitate gli incidenti.


Medaglia d'oro [Neanche un graffio]

Il nome dell'obiettivo è certamente più pauroso di quanto lo stesso obiettivo non sia, non è infatti necessario lasciare l'auto perfettamente integra e linda, sono concesse alcune sportellate e piccoli scontri, l'importante ai fini dell'obiettivo è che l'auto non sia eccessivamente danneggiata - vetri/luci rotte, grosse ammaccatura, pezzi penzolanti o mancanti, ecc. Se l'auto non presenterà danni di questo tipo, allora non avete di che preoccuparvi. In caso contrario, riavviate il checkpoint o l'intera missione.


  

Dialoghi

Raggiunto l'autosalone di Simeon e lasciata l'auto nell'officina sul retro, raggiungiamo lo showroom dove troveremo un ragazzino e Simeon discutere.

Jimmy: Non ti capisco, fratello.

Simeon: Sei un razzista e non mi piaci, e questa macchina non te la vendo, no di certo. Mi fai accapponare la pelle, neonazista. Ah, siete tutti uguali, Questo razzista mi ha insultato.

Lamar: Oi, allora? A chi stai dando del negro?

Jimmy: No, no, io non ho dato del negro a nessuno.

Lamar: Ehi, che cazzo.

Jimmy: Io... io... cioè... La parola... con la enne...Io... io... Non va bene. Io non la uso.

Lamar: Hai ragione, cazzo, ed è meglio che continui così perché quest'uomo qui è un uomo d'affari internazionale, multiculturale.

Simeon: Io non l'avrei saputo dire meglio. Ma seriamente, forse non è razzista, ma non credo sia abbastanza uomo per una macchina del genere.

Lamar: A... Aspetta un secondo. Quest'uomo qui? A lui? Procuragli una ibrida. Quella è una vera macchina da uomo.

Simeon: Mi sa che hai ragione, Lamar. Beccherai un rimborso tasse. Lo so, i soldi sono un problema, eh.

Jimmy: I soldi non sono un problema.

Lamar: Questa è la parte migliore, dove lo prende all'amo. Guarda, lo fregherà fino all'ultimo quattrino.

Franklin: Senti, amico, io devo andare, eh. Ehi, Simeon, me ne vado, ci ribecchiamo, fratello.

Lamar: E' la parte migliore.

Consegnata l'auto a Simeon e conclusa la cutscene sbloccheremo l'obiettivo / trofeo "Benvenuto a Los Santos" [Welcome to Los Santos], il primo dei tanti obiettivi legati alla storia del gioco e per i quali non dovremo fare altro che giocare normalmente per sbloccarli.

Visto il giovane De Santa abilmente fregato dal nostro datore di lavoro, usciamo dall'autosalone e saliamo a bordo della Buffalo bianca di Franklin parcheggiata dietro il concessionario. Aspettiamo che Lamar ci raggiunga e dirigiamoci a casa di Franklin - la strada non è molta e non richiede neanche particolari indicazioni, c'è sempre il GPS in basso a destra che si aggiorna costantemente a seconda della strada che stiamo percorrendo mostrandoci sempre la strada legale più rapida per raggiungere la nostra destinazione. Se non abbiamo utilizzato ancora l'abilità di Franklin per molto tempo, questo è l'ultimo momento in cui possiamo farlo o falliremo l'obiettivo perdendo così la medaglia d'oro, se avete ancora dunque un po' di potere nella barra, scaricatelo lasciando che il potere si disattivi da solo una volta che la barra si sarà svuotata.

Raggiunta casa parcheggiamo l'auto nel garage e si attiverà il filmato finale che concluderà la nostra prima avventura nella moderna Los Santos.

  

Dialoghi

Aggiungeremo i dialoghi completi delle cutscene nel più breve tempo possibile.

Lamar: Allora, un fratello non può entrare nella tua tana?

Franklin: Amico, vaffanculo. Ci vediamo al lavoro.

Lamar: Dai, negro, non odiarmi perché sono bello, negro. Magari se ti liberassi di quel taglio fuori moda da coglione riusciresti a piazzarti qualche troia sul cazzo. Oh, ancora meglio, magari ti chiamerà Tanisha, se smetterà mai di scoparsi quel neurochirurgo o avvocato. Negro...

Franklin: Cosa?!

Salutato Lamar, entriamo in casa per farci accogliere amorevolmente dalla zia di Franklin.

Zia: Tesoro. Dillo a me. Oh, è qui. Qui è come una scatola di sardine. Non va bene. Sciò, sciò! Vattene via. OK, baby, ci vediamo per quella cosa, OK? Stavo al telefono, non dovresti ascoltare! Dannato parassita!


Sbloccabili

Durante il filmato finale della missione sbloccheremo i barbieri, i negozi di abiti, lo strip club e altre attività che potremo affrontare all'interno di Los Santos oltre a tutte le attività possibili all'interno della casa di Franklin (Televisione, letto, armadio, eccetera).

Una volta fuori da casa riceveremo una chiamata da parte di Simeon che sbloccherà la successiva missione da svolgere per suo conto. Rispondiamo al telefono e raggiungiamo l'autosalone per attivarla.

Obiettivi per la medaglia d'oro.

Per la prima vera missione del gioco sono quattro gli obiettivi aggiuntivi richiesti per la medaglia d'oro.

  • Neanche un graffio: Consegna l'auto recuperata con danni minimi.
  • Guidatore concentrato: Usa l'abilità speciale di Franklin per 7 secondi.
  • Vincitore: Vinci la gara contro Lamar.
  • Veniamo in pace: Non colpire alieni nello studio cinematografico.
Video
Qui di seguito potrete visionare il video completo della missione con il sistema per l'ottenimento della medaglia d'oro in una singola giocata.












GTA-Series.com RSS Feed   YouTube   Twitter   Facebook








 

GTA-Series.com is an Official Fansite Member of the Grand Theft Auto Rockstar Games Webring
Coding and graphics made by al[e]ssio & Daniel. Artworks and backgrounds made by Patrick Brown - View all the staff members
Best viewed in resolution width 1024 - XHTML 1.0 Strict, CSS2 and WAI level 2 valid - Major browsers and OS compatible