Padre e figlio
Compenso: Nessuno | 100%:

Per visionare la cutscene di avvio completamente, è consigliabile avviare la missione nei panni di Michael. In caso contrario la missione avrà inizio nel momento in cui Franklin e Michael si incontreranno.

Franklin ha tecnicamente perso qualcosa di importante, il lavoro più o meno onesto che gli permetteva di continuare a vivere. Tuttavia sembra che Michael possa avere qualcosa di interessante da offrirgli e per questo si presenterà a casa dell'uomo per accettare la birra che gli era stata offerta, ma Michael purtroppo sarà costretto a cambiare i piani.


  

Dialoghi

La scena si apre dentro casa di Michael con Amanda e Tracey in cucina che litigano.

Tracey: Sei una dittatrice del cazzo. Ma perché no, cazzo?

Amanda: Non resta qui a dormire. E' un barbone.

Tracey: Oh santo cielo!

Amanda: Non capisco come puoi stare con lui.

Tracey: Non me ne frega un cazzo!

Amanda: E' un barbone.

Tracey: Mi stai prendendo in giro?

Amanda: E' un senzatetto.

Tracey: Non ha nessun posto dove andare!

Amanda: Non m'importa.

Tracey: Oh santo cielo!

Amanda: Ascoltami bene. Non m'importa!

Tracey: Oh santo cielo! Tu non hai voce in...

Amanda: Zitta e non fiatare!

Tracey: Guarda che l'ho visto, cazzo!

Amanda: Quello che faccio non sono affari tuoi! E bada a come parli!

Tracey: Non è giusto!

Amanda: Adesso chiamo tuo padre e vedrai se non te le suona!

Tracey: Spero che qualcuno ti manometta i freni! Giuro su Dio, tu mi farai morire! Mi farai morire! Lo sai che non voglio che... Stupida puttana...

Con le due donne di casa che ancora si lanciano insulti, la scena si sposta all'esterno nella zona della piscina dove Michael in pantofole e con un bicchiere di wiskey tenta di fuggire dal casino che si è creato in casa ascoltando un po' di musica e godendosi il sole.

Michael: Cosa vuoi?

Franklin: Mi avevi invitato a bere qualcosa con te. Per questo sono qui.

Michael: Non dicevo sul serio.

Franklin: Eh?

Michael: Beh, ormai sei qui. Siediti. Non mi deruberai di nuovo, vero?

Franklin: Non ti ho mai derubato. Era solo un recupero.

Michael: Ok... Girala come vuoi. Non m'importa. Cosa posso fare per te?

Franklin: Merda, ero venuto giusto per vedere se potevo aiutarti in qualche modo. Ma vedo che te la cavi bene da solo.

Michael: Senti... Mi sono ritirato dai giochi.

Franklin: Non sei un po' giovane per startene in pantofole a fumare la pipa e fissare il tramonto?

Michael: Beh, ho lavorato sul campo per molti anni e ne sono uscito vivo. In questo senso, ho l'età giusta. Mi sembri un bravo ragazzo. Se vuoi il mio consiglio, lascia stare questa vita di merda. Lavori duro, fotti tutti quelli a cui vuoi bene, rubi, ammazzi a destra e a manca e forse, solo forse, se sei fortunato, diventi un gangster da quattro soldi. E' una stronzata. Vai al college. A quel punto sì che puoi fottere la gente ed essere pure pagato. Si chiama capitalismo.

Franklin: Mmm, allora quando l'altro giorno ho visto un cadavere resuscitare e terrorizzare tutti, cosa ho visto?

Michael: Quello che hai visto l'altro giorno... Era uno che doveva sistemare un po' di questioni.

Franklin: Non avrei mai detto di essere solo una cazzo di questione.

Michael: Beh, allora la lezione del giorno è l'umiltà. Domani toccherà alla sequenza d'addestramento.

Franklin: Una sequenza di che... ?

Michael: Lascia perdere. Ero perso nei miei ricordi di film degli anni 80.

Franklin: Sì, vedo che ci perdi su un sacco di tempo.

Michael: Già, più che posso.

Franklin: Allora è per questo che sei qui a Vinewood, giusto?

Michael: Forse sono qui perché sono un idiota convinto che delle palme importate possano compensare il fatto di non sapere che cazzo di senso ha la vita.

Franklin: Gesù, bello. Sei uno spasso, sai?

Michael: Sai che ti dico? Il minimo che possa fare è offrirti quella birra. C'è un piccolo bar che mi piace. Non lontano da qui. Andiamo.

Franklin: OK, ti seguo.

Ultimato il filmato saltiamo a bordo della Sentinel rossa - è l'unica auto disponibile intorno e soprattutto è l'auto che il gioco ci obbliga ad utilizzare. Una volta a bordo aspettiamo che Franklin ci raggiunga, dopodiché partiamo a tutta velocità uscendo dalla villa di Micheal e buttandoci subito sulla destra. Come sempre, la strada è ben segnalata sul radar e perderci è pressoché impossibile. Raggiunti quasi a destinazione vedremo sfrecciare di fronte a noi a tutta velocità un Packer con dietro un rimorchio a bordo del quale è presente lo yatch di Michael e il suo disgraziato figlio, Jimmy.

  

Il traffico in questa missione è totalmente scriptato, dunque non preoccupiamoci se all'inizio il camion sembra troppo veloce, lo recupereremo poco dopo. Spingiamo a tavoletta restando dietro al mezzo ed evitando al contempo le altre auto che verrano colpite dai fuggitivi. All'inizio restiamo tra la prima e la seconda corsia da sinistra. Raggiunto il tunnel, spostiamoci inizialmente sulla corsia centrale e dopo su quella a destra. Non appena vedremo Franklin scavalcare il parabrezza, mettiamoci esattamente dietro il nostro Yatch.

A questo punto la missione diventa veramente molto facile, tranne che in un paio di casi, durante tutto l'inseguimento basterà tenere premuto il tasto per la telecamera cinematica (B su Xbox 360, Quadrato su PS3, vi diremo poi per PC, ma dovrebbe essere Bloc Maiusc o Caps Lock a seconda della lingua che si vuole usare). Attivando questa telecamera dovremo infatti tenere solo premuto l'acceleratore, la guida per il resto sarà automaticamente gestita dal gioco - non dovremo occuparci di curvare, evitare ostacoli o altro.

  

Il primo momento in cui dovremo mollare la telecamera cinematica è quando spunta il secondo nemico, torniamo alla telecamera normale e usiamo la pistola per sparare all'uomo che sta cercando di far fuori Franklin - ovviamente non è necessario essere troppo precisi, l'importante è essere rapidi e non preoccupiamoci troppo per Franklin, il fuoco amico nel gioco non è abilitato. Eliminato l'uomo torniamo alla modalità cinematica vedendo così quella piaga di Jimmy cercare di fuggire da Franklin e ritrovarsi appeso al boma dello Yatch. Non appena vedremo il ragazzo penzolare, sganciamo la telecamera cinematica e mettiamoci con l'auto sotto Jimmy.


Medaglia d'oro [Presa rapida]

E' in questo momento che possiamo conquistare il primo dei due obiettivi di questa missione per l'oro. Non appena vedremo Jimmy sul boma, scattiamo in avanti con l'auto e restiamo sotto Jimmy, dovremo recuperarlo entro dieci secondi, ma se siamo sufficentemente rapidi a schivare il primo veicolo, ci basterà meno di un secondo per recuperare il ragazzo.

Preso Jimmy torniamo per qualche secondo nella modalità cinematica così che il gioco riposizioni Michael dietro lo Yatch. Guardiamo Franklin liberarsi di un altro paio di nemici e mettersi in posizione per tornare a bordo dell'auto e in questo momento sganciamo la modalità cinematica. Se avremo fatto tutto rapidamente e in modo corretto, Franklin salterà automaticamente a bordo dell'auto non appena staccheremo la telecamera cinematica. Fatto questo, il gioco ci dirà di seguire ancora lo Yatch, ma l'auto di Amanda ha subito un colpo al motore e il mezzo non è in grado di procedere nell'inseguimento.

  

Rallentiamo dunque e facciamo una inversione a U sull'autostrada prima di raggiungere il ponte. Non preoccupiamoci neanche al momento dei possibili danni inferti all'auto, la nostra prossima destinazione è infatti il Los Santos Custom - la nuova versione dei vecchi Pay'n'Spray, poco distante dall'aeroporto. Raggiunto il chop shop avremo un cambio automatico del personaggio e passaremo da Michael a Franklin - l'uomo infatti non vuole ascoltare le scuse del figlio e preferirà tornare a casa con un taxi. Ottenuto il controllo su Franklin, portiamo l'auto all'interno del Los Santos Custom.

Dialoghi

Michael: Allora, sicuro che sia tutto a posto?

Franklin: Sì, ci penso io.

Michael: OK.

Jimmy: Vengo davanti.

Michael: Scendi e fai il giro.

Jimmy: Vai tra', posso scavalcare.

Franklin: Senti un po'. Io adesso vado a far riparare l'auto e poi te la riporto a casa ragazzino incluso. Ma è tutto a posto. Tu cerca di schiarirti le idee, OK?

Michael: OK. Senti, grazie per oggi. Lo apprezzo molto. Poi fai un salto a casa, così parliamo.

Jimmy: Visto?

Franklin: Ma certo. Ehi, mi dispiace di non aver recuperato la barca.

Michael: Già.

Jimmy: Su, dai, Andiamo a truccare questo bolide, fratello.

Michael ci lascerà un po' di denaro in mano e la riparazione del mezzo sarà totalmente gratuita, potremo dunque tecnicamente spendere un po' di questi soldi volendo in modifiche per il mezzo, ma evitiamo di sperperarli, doporutto l'auto non è mica nostra. Riparato il mezzo dunque, usciamo dal Los Santos Custom e riportiamo Jimmy e l'auto alla villa di Michael. Come sempre la nostra destinazione è marcata sul radar, così come la strada legale più breve da seguire.


Medaglia d'oro [Neanche un graffio]

Diversamente dall'omonimo obiettivo nella missione "Franklin e Lamar", qui con neanche un graffio si intende veramente neanche un graffio, basterà infatti anche un minimo danno all'auto di Amanda per fallire questo obiettivo. Fortunatamente non c'è anche un obiettivo tempo, dunque prendiamocela tranquilla, guidiamo lentamente e se stiamo per rischiare un incidente contro qualunque cosa - anche il più piccolo dei pali - attiviamo il potere di Franklin e schiviamo l'ostacolo.

  

Dialoghi

Il viaggio è finito, Franklin ha riportato a casa sia la Sentinel di Amanda che Jimmy, il figlio di Michael e quest'ultimo tenterà di allacciare buoni rapporti con il nostro protagonista più giovane.

Jimmy: Yo! Visto che siamo disoccupati tutti e due potremmo andare in giro insieme, no?

Franklin: Ci penserò, ragazzuolo.

Jimmy: O potremmo passare del tempo insieme... A giocare a freccette o a sbevazzare un po'. Strip club? Dai... Io qua vado fuori di testa.

Franklin: Si, se mi serve ho il tuo numero. Ma... Ehi, sai che ti dico? Vacci piano con tuo padre. Va bene?

Jimmy: OK. Bella.

Franklin: Sì, certo.

Jimmy: Il mio fratello da un'altra madre! Cioè... O almeno lo spero. Mia madre non è che si facesse troppi problemi, al tempo. Ci vediamo!

Franklin: Certo amico, come no. Pace.

  

Arrivati a casa la missione si concluderà con il solito filmato, ascoltiamo dunque le parole di Jimmy e allontaniamoci da casa di Michael. Per proseguire nella storyline sarà necessario concludere adesso la prima missione degli Sconosciuti e Folli, si tratta di una missione di Tonya segnalata sulla mappa con un punto interrogativo verde e che potremo attivare controllando Franklin.

Al termine della missione riceveremo un SMS da parte di Jimmy che ci chiederà di essere suo amico. Da questo momento potremo dunque organizzare uscite con Franklin e Jimmy andando per locali o svolgendo alcune delle varie attività presenti in città e fuori città.

Obiettivi per la medaglia d'oro.

In questa missione del gioco avremo due obiettivi aggiuntivi richiesti per la medaglia d'oro. Vi ricordiamo che l'oro è ottenibile anche in giocate multiple. La vera sfida per il giocatore tuttavia sta nel riuscire ad ottenere tutti gli obiettivi in una giocata singola.

  • Presa rapida: Salva Jimmy entro 10 secondi.
  • Neanche un graffio: Riporta la macchina di Amanda senza danni.
Video
Qui di seguito potrete visionare il video completo della missione con il sistema per l'ottenimento della medaglia d'oro in una singola giocata.












GTA-Series.com RSS Feed   YouTube   Twitter   Facebook








 

GTA-Series.com is an Official Fansite Member of the Grand Theft Auto Rockstar Games Webring
Coding and graphics made by al[e]ssio & Daniel. Artworks and backgrounds made by Patrick Brown - View all the staff members
Best viewed in resolution width 1024 - XHTML 1.0 Strict, CSS2 and WAI level 2 valid - Major browsers and OS compatible