Ripulire il Bureau
Compenso: Nessuno | 100%:

Steve e Dave tornano alla carica. Il duo sa che l'IAA ha delle prove sul coinvolgimento del Bureau in merito al colpo che Michael e soci hanno fatto a Paleto per finanziare l'avventura di Steve. Ora l'uomo vuole che rubiamo queste prove in modo tale da evitare la galera per lui, i suoi compari e ovviamente anche per noi.


  

Dialoghi

La scena si aprirà all'interno della fabbrica tessile di Lester con Micheal che raggiungerà il suo compare ad un tavolo di lavoro.

Michael: Che succede?

Lester: Oh, mi godo solo una piccola discussione di lavoro. Vedi, stiamo per fare qualcosa di molto, molto cattivo. Quindi devo presentarmi come un vero magnate dell'industria tessile, per cui...

Michael: Per cui hai smesso di produrre?

Lester: Non c'è modo migliore di attirare sospetti in America che farsi trovare davvero pronto a fare qualcosa.

Michael: Gesù.

Lester: E tu che racconti?

Michael: Oh... Quel cazzo di Trevor. Avremo dei problemi.

Lester: Brad?

Micheal: Certo, che altro?

Lester: A ogni modo, della Union Depository per ora non se ne parla. Non possiamo agire senza di lui, specialmente adesso che sa.

All'interno della fabbrica comparirà praticamente dal nulla Dave seguito subito dopo da Steve.

Dave Norton: Grazie al cielo siete qui. Siamo soli?

Michael: Davey, dov'è il tuo amichetto Steve?

Dave Norton: Sta salendo. Sì, sono quassù. Ascoltate, qua sta per scoppiare un casino.

Michael: Le nostre vite sono sempre state piene di casini.

Dave Norton: Risolvete questo problema per me e vi libererò del signor Vestito Sportivo.

Michael: Altrimenti?

Dave Norton: Altrimenti io finirò dentro e voi morti ammazzati.

Michael: Ah, fanculo, Dave. L'ho già sentita questa storia.

Dave Norton: Così non l'hai sentita di certo.

Steve Haines: Vi ha già messi al corrente?

Lester: Oh, certo. Ci ha detto che se facciamo come dici tu, allora insieme potremo abbattere lo spuracchio della corruzzione del governo.

Steve Haines: Già. E se non lo fate, saremo tutti nei guai, perche l'Agenzia ce l'ha con noi. Ci sono persino alcuni idioti nel nostro Bureau che mettono in dubbio i miei metodi. Pensano che io sia... un bugiardo... un traditore, una specie di assassino e pure ladro.

Michael: E dunque?

Steve Haines: E dunque ci sono... Delle "prove". Per cui vorrei che scopriste cosa sanno.

Michael: OK, cosa vuoi quindi? Vuoi che il nostro Lester entri nel sistema e faccia un po' di pulizia?

Lester: No, no, no. Non funzionerebbe. L'unico modo per accedere è dall'interno dei vostri edifici.

Michael: Cazzo.

Steve Haines: Micheal. Mi faresti davvero un gran favore. Se mi aiuti, farò in modo che tutti i tuoi file vengano cancellati. Te lo prometto.

Michael: Capiamoci. E' l'ultimo lavoretto e poi basta. Punto.

Steve Haines: Ma certo, sono un uomo di parola, io. Dave, andiamo!

Michael: Forza Lester, andiamo.

Steve Haines: Buona fortuna, signori.

Ultimato il filmato che come sempre vi consigliamo di saltare se state puntando alla medaglia d'oro, saliamo sulla Tailgater di Michael dove si trova già Lester e raggiungiamo la nostra destinazione, l'ingresso del parcheggio sotterraneo dell'FIB Building su Low Power Street. Giunti sul posto fermiamo l'auto sul checkpoint e cominciamo ad esaminare le targhe della auto che usciranno fuori dal garage.

  

Medaglia d'oro [Occhio di falco]

Uno dei tre obiettivi aggiuntivi per l'oro in questa missione ci richiede di esaminare tutte le targhe delle auto che usciranno dal parcheggio. Ogni volta che un'auto si immetterà su Low Power Street uscendo dal parcheggio dell'FIB Building dunque, attiviamo la visuale cinematica così da avere uno zoom sulla targa e restiamo con la visuale attiva fintanto che Lester ci comunicherà che non è questa l'auto che stiamo cercando.

Giunti sul posto Lester ci dirà che dobbiamo individuare un'auto targata 83QSL722, auto che appartiene ad un addetto delle pulizie di nome Harvey Molina. In genere il veicolo è il quarto o quinto ad uscire dal parcheggio, si tratta di una Stainer della Vapid di colore rosso. Individuata l'auto, torneremo al controllo di Michael con il compito di seguire l'uomo. Restiamo dunque dietro alla Stainer assicurandoci di mantenere sempre una decina di metri di distanza almeno - lo spazio per circa una mezza dozzina di auto. Se rischiamo di perdere di vista l'auto, usiamo la visuale cinematica per inquadrare il mezzo e ritrovare così la giusta strada.

  

Dopo un inseguimento di circa tre minuti, raggiungeremo Las Lagunas Boulevard dove il nostro obiettivo fermerà l'auto in un parcheggio coperto di un condominio. Parcheggiamo l'auto qualche metro prima dell'edficio blu e scendiamo assicurandoci di restare ancora distanti dall'uomo, se ci scoprirà, falliremo la missione. Dopo che l'uomo avrà concluso la sua chiaccherata con Marilyn, seguiamolo sino alla sua abitazione, aspettiamo che entri e una volta liberato il passaggio entriamo dentro casa sua per attivare una breve cutscene.


Medaglia d'oro [Hai perso un punto]

Il secondo obiettivo per l'oro in questa missione ci richiede di seguire Harvey senza mai farci notare - è possibile che l'uomo ci noti, si fermi e poi continui sulla sua strada se ci allontaneremo a sufficienza da lui. Se ciò accade tuttavia falliremo questo obiettivo, pur non fallendo comunque la missione. Per assicurarci che non capiti, durante l'insegumento in auto restiamo sempre una decina o più di metri distante dall'auto di Molina, mentre quando saremo a piedi restiamo in copertura seguendo l'uomo con gli occhi sino alla sua abitazione e non con le gambe.

  

Dialoghi

La scena si aprirà dentro casa di Harvey con Michael che entrerà sfruttando la chiusura lenta della porta di ingresso.

Michael: Non ne avresti mica un'altra, Harvey?

Harvey: E tu chi sei?

Michael: Uno a cui il tuo futuro sta molto a cuore. Ti riempirò di soldi, e tu devi solo prenderti una piccola vacanza.

Harvey: Io ho due lavori, amico. Ogni occasione di riposo è la benvenuta.

Michael: Grande.

Harvey: Vuoi la birra?

Michael: Nah, mi serve solo questa tuta da lavoro. Ah, e il tuo tesserino.

Harvey: E' lì dentro.

Michael: E Harvey, forse non serve che te lo dica, ma se non starai al gioco dovrò fare cose che preferirei evitare. Goditi la birra.

Ultimato il filmato avremo recuperato tutto ciò che ci serve da parte di Harvey, scendiamo dunque le scale e torniamo in auto con Lester. A questo punto non resta che tornare in ufficio da Lester, mettiamo dunque l'auto in moto e raggiungiamo la nostra destinazione - come sempre il GPS ci indicherà la via. Giunti a destinazione si attiverà il filmato finale della missione con Lester che ci chiederà di recuperare le cianografie dell'edificio dell'FIB, fortunatamente l'architetto che lo ha progettato è in città, ma a Franklin servirà un po' di tempo per individuarlo.

  

Dialoghi

La scena torna ad aprirsi nella fabbrica tessile, nello specifico all'interno dello stanzino utilizzato per pianificare i colpi dove Franklin raggiungerà Michael e Lester.

Michael: Cazzo...

Franklin: Ehi, che problema c'è?

Michael: Quello stronzo di Steve Haines.

Franklin: E certo, quello stronzo di Steve Haines. Sempre lui, Steve Haines.

Lester: Non è del tutto vero. O è Steve Haines o è Trevor, o è la sua famiglia. Ma è sempre una di queste tre cose.

Michael: E' vero, sempre una di quelle tre cose. Sono un vecchio grassone del cazzo con una famiglia terribile e degli amici anche peggiori. Te l'avevi dettim Franklin. Non sono un modello da seguire. Punto.

Franklin: Non importa. Se non fossi qui, sarei a spacciare per pochi spiccioli. I proiettili si sprecano in entrambi i casi.

Michael: Già. Grazie.

Lester: Dobbiamo scoprire qualcosa su questa sede dell'FIB. Un punto debole, una via d'accesso. La prossima volta che incontro un agente governativo senza etica, totalmente ingannabile e corrotto fino al midollo, spero sia almeno simpatico.

Franklin: Io in quel cazzo di posto non ci entro da solo.

Lester: No, no, no, no. Non deve entrare nessuno. Dobbiamo fare un po' di ricognizione, raccogliere qualche informazione in più.

Franklin: Merda.

Lester: Mi servono i progetti, ma online non si trovano. Quindi mi serviranno delle copie cartacee. L'architetto si chiama Chip Peterson. Questa fu la sua più grossa commessa e ha l'ufficio a Backlot City.

Michael: OK, Franklin. Tienilo d'occhio per un po', poi vedremo il da farsi.

Franklin: Va bene, ci penso io.

Michael: Cerca di non farti male.

Lester: Bene, bene, bene.


Obiettivi per la medaglia d'oro.

In questa missione del gioco avremo tre obiettivi aggiuntivi richiesti per la medaglia d'oro. Vi ricordiamo che l'oro è ottenibile anche in giocate multiple. La vera sfida per il giocatore tuttavia sta nel riuscire ad ottenere tutti gli obiettivi in una giocata singola.

  • Tempo: Completa entro 09:00 minuti.

Oltre ai vari consigli che potete trovare all'interno della guida in questa pagina, per assicurarvi di ottenere l'obiettivo legato al tempo massimo, assicuratevi di saltare tutti i filmati del gioco quando possibile, il tempo infatti non conta solo i minuti spesi con il controllo sul giocatore, ma anche i secondi e a volte minuti che staremo a guardare i filmati.

  • Occhio di falco: Controlla tutte le targhe.
  • Hai perso un punto: Segui l'inserviente senza farti vedere.
Video
Qui di seguito potrete visionare il video completo della missione con il sistema per l'ottenimento della medaglia d'oro in una singola giocata.












GTA-Series.com RSS Feed   YouTube   Twitter   Facebook








 

GTA-Series.com is an Official Fansite Member of the Grand Theft Auto Rockstar Games Webring
Coding and graphics made by al[e]ssio & Daniel. Artworks and backgrounds made by Patrick Brown - View all the staff members
Best viewed in resolution width 1024 - XHTML 1.0 Strict, CSS2 and WAI level 2 valid - Major browsers and OS compatible