Tra i tanti passatempi a cui si potrà partecipare in Grand Theft Auto IV sono presenti la televisione con svariati show televisivi e due locali in città dove comici, attori e gente non proprio in gamba tenteranno di intrattenere i cittadini di Liberty City. All'interno di questa sezione ci occuperemo di questi due aspetti dell'intrattenimento, fornendovi immagini, descrizioni, trascrizioni complete in italiano ed informazioni varie su ogni show.

In Grand Theft Auto IV: The Lost and Damned, rispetto al titolo principale, sono stati aggiunti tre diversi spettacoli: due show televisivi ed uno al locale Split Sides. In queste pagine vi forniremo dettagli, immagini e script completi di tutti e tre gli show esclusivi, per visionare invece i contenuti comuni, riferitevi alle voci comuni nel menù qui sotto.

Spettacoli esclusivi di GTA IV: The Lost and Damned
Televisione Spettacoli  
Spettacoli di GTA IV e GTA IV: The Lost and Damned
Televisione Pubblicità in TV Spettacoli

Solo ed esclusivamente all'interno della Clubhouse dei Lost è presente un televisore con il quale si potrà interagire per vedere diversi show televisivi su reti differenti.
All'interno di questa sezione vi forniremo dettagli sui due show televisivi esclusivi presenti in GTA IV: The Lost and Damned - per visionare le informazioni ed i dettagli su tutti gli show e le pubblicità comuni tra GTA IV e GTA IV: TLAD, riferitevi alle voci nel menù qui sopra.


Weazel
Republican Space Rangers
Republican Space Rangers è un cartone animato per grandi e piccini con protagonisti Commander, Dick e Butch, tre eroi americani che a bordo della loro nave spaziale girano per lo spazio conosciuto in cerca di possibili pericoli per l'America. Il loro compito è localizzare le minacce, distruggerle e rendere libera la loro nazione.

Republican Space Rangers è un insieme di parodie e prese in giro, il tutto comunque basato soprattutto sulla politica degli esteri americana, con un occhio particolare a quanto avvenuto e tuttora avviene in paesi come l'Iraq. I tre personaggi, lungo la loro avventura, vengono visti come degli stupidi ridotti all'omosessualità vista la mancanza di genere femminile sulla nave e la loro pressoché innata voglia di distruggere qualsiasi cosa non gli somigli fedelmente. I tre eroi del cartone indossano inoltre tute del tutto simili a quelle di Master Chief, personaggio protagonista del gioco Halo per Xbox, mentre la loro nave spaziale è l'ennesimo richiamo fallico che da sempre Rockstar inserisce nei vari GTA.
La voce dell'annunciatore del programma è di Bill Tarner, mentre Butch è impersonato da Jim Conroy, Commander da Bill Lobley e Dick da Lloyd Floyd. I tre alieni sono rispettivamente interpretati da Jim Conroy, Wil Wheaton e Bill Lobley.

Sigla: Space Rangers repubblicani! Guerra intergalattica al terrorismo. Ma non c'è pericolo di effetti collaterali o errori. Perché noi bombardiamo l'odio, noi diffondiamo libertà e indipendenza. A volte uccidiamo con eccessiva gioia. (Oh, era casa tua? SCUSA!) Bisogna portare a termine la missione. E, possibilmente, rifiutare qualsiasi tipo di forma di tortura. Diffondere i valori americani. A volte può succedere di dover bombardare un paio di orfanotrofi. Space Rangers repubblicani!

Annunciatore: Quando stranieri che non conosci minacciano il tuo modo di vivere, chi chiami? SPACE RANGERS REPUBBLICANI - i loro nomi sono Butch, Commander e Dick. Quando abbiamo incontrato l'ultima volta i Rangers, questi stavano difendendo con orgoglio i confini dell'universo dagli orrori dell'immigrazione aliena.
RSR: Space Rangers repubblicani! Prima uccidi, poi filma e pubblica su Internet!
Annunciatore: Episodio 456 - Problemi in arrivo dal profondo sud.

Commander: Vi dirò ragazzi, non c'è nulla come un pollo spaziale al barbecue che ti possa far sentire più patriottico. Signori, siamo in prima linea per dare la libertà ai diritti. Questo è il punto in cui la nostra civilizzazione cessa e l'universo pieno di ferocia ha inizio. Per ogni alieno immigrato che cercherà di sgattaiolare attraverso questo punto di controllo, il nostro ordine è deportarlo in forma definitiva con un nastro per tenergli la mascella chiusa.
Butch rutta.
Dick: Amen.
Commander: Urrà!

Il pollo nel barbecue fa dei versi.

Commander: Sta zitto ed intenerisciti, pennuto schifoso.
Butch: Ehi! Come ho fatto a sentire il suono di quello sparo? Sapete, il suono non viaggia nello spazio aperto.
Commander: Eh?
Dick: Oh, sant'iddio Butch. Stai mandando a fanculo la continuità dei nostri personaggi. Si suppone che tu sia idiota come un cucchiaio di legno.
Butch: Sto solo dicendo che in tutti questi film nello spazio si sentono in continuazione i colpi dei laser e delle navi che volano, ma in realtà nello spazio non si può sentire alcun rumore. Lo spazio è come un aspirapolvere piena di materia oscura e senza densità.
Dick: Oh, io ho un po' di densità per te (flatulenza). Mmmm, la cena è pronta ragazzi!
Commander: Benedetto culo parlante.
Dick: Ehi! Pensa a te. Mister fottuto-so-tutto-io-dalla-bella-cultura. Guarda che ho tutta la cultura di cui ho bisogno. Si chiama pistola.
Commander: Metti nella fondina quell'arma, soldato! Devo ricordarvi che la materia oscura è ciò che si suppone dobbiamo evitare che entri nella nostra terra benedetta? Butch, in che figlio-di-puttana ti sei trasformato, eh? Sì, vivi nella tua torre d'avorio, ascolti le Jam bands e la musica rap e cos'altro? Cerchi di socializzare con me, ragazzo?
Butch: Uh, Commander, ho letto di queste cose su Internet.
Commander: Internet! Che dio mi aiuti se ti sei fatto un blog, ragazzo. Internet! Non è un luogo per imparare. È un posto per mandare bugie e teorie false sui forum, chiamare le persone noob, immigrato e merdaccia, mi capisci?
Butch e Dick: Signorsì signore!
Dick: E chattare con ragazzine minorenni con grandi mani pelose ed ascelle che non si depilano.
Commander: Uh, comunque, chiudete quelle bocche puzzolenti e date un'occhiata in giro nel caso in cui si avvicinino degli immigrati alieni. È un flagello, signori miei. Perché quando i miei vennero in questo paese l'ultima cosa che volevano vedere erano altri stranieri quando il luogo ne era già pieno. È come se la costituzione dicesse "Noi, gente stramba" lo ripeto, "Noi, gente fottutamente stramba..."

La sirena comincia a suonare.

Butch: Oh oh, eccone uno in arrivo da fuori, ragazzi!
Commander: Tirate fuori le armi e puntate, preparatevi a fare fuori al mio comando, ragazzi.
RSR: Yuuuhuuuu!
Dick: Prova a sporcare questo avamposto della nostra terra benedetta con il tuo linguaggio strano ed i tuoi "huuhaa" e sparerò un colpo proprio in mezzo alle tue chiappe.
Commander: Uh, sì, comunque. È un altro grandioso giorno per spargere libertà, ragazzi. Non siamo qui mica a pettinare le bambole, ma prima di andare, Julio, Alvan, Ming Ho portate i vostri sporchi tentacoli qui alla svelta!
Alieno ispanico (Julio): Sì, señor Commander?
Dick: Julio, Julio, Julio. Te lo abbiamo detto una fottuta quantità di volte, lasciatelo spiegare ancora una volta. Dio parla inglese, la mia bibbia è in inglese, io sono inglese, questa è l'Ingleterra! Parla inglese, cazzo!
Alieno ispanico (Julio): Sì, sì, scusi señor boss. Inghilterra tanto bella.
Dick: È tanto bella.
Commander: Smettetela entrambi con le cazzate. L'Inghilterra è piena di omosessuali! Comunque, ascolta Julio, mentre io e gli altri veri eroi andiamo a caccia di pericoli da sgominare, voi nullità date alla nave spaziale una pulita ed una lucidata. Voi siete bravi in questo, vero? Ascoltatemi piccoli amici alieni, il sogno americano comincia da sotto il tavolo, ad un dollaro e cinquanta l'ora esentasse. Non vi va bene così? Chiamo l'immigrazione e vi faccio deportare.
Alieno ispanico (Julio): Sì, señor.
Dick: Bene, vamos amigos (tossisce)... Dannato linguaggio pagano, mi fa sentire in bocca un gusto di merda quando lo parlo. Andiamo a rompere il culo a qualcuno, ragazzi!

---------------------------------------------

Dick: Uh Commander? Stai dormendo?
Commander: Cosa? Prenditi una calza, questo è viol... Cosa, cosa diavolo stai facendo nella mia brandina, soldato?
Dick: Salve, eh, avevo freddo e di là continuavo a sentire dei grilli...
Commander: Oh sant'iddio, Dick, non sono grilli. È la mia nuova macchina del sonno. Vedi, riproduce dei rumori che mi aiutano a dormire, cose confortanti come il suono di grilli o fucili che tuonano, o alieni che si acquattano e bandiere che svolazzano... adesso porta il tuo culo sulla tua brandina e chiudi quegli occhi del cazzo, soldato. È un ordine. Lasciami il mio orsacchiotto.

---------------------------------------------

Alieno intellettuale: Oh, grazie mille per essere venuto. La mia famiglia sta morendo di fame.
Butch: Ti ho portato dei fagioli per questo. Alla gente come voi piacciono, no? I fagioli.
Alieno intellettuale: Meglio di niente.
Butch: (piangendo) Sono così confuso.
Alieno intellettuale: Perché?
Butch: Beh, tu sei sudicia feccia aliena ed io ho ricevuto il compito, dal Signore onnisciente e da Weazel News, di ucciderti, ma voglio dei nuovi amici. Vuoi essere il mio nuovo amichetto?
Alieno intellettuale: Beh, io, io... io non saprei. Cosa abbiamo in comune? Mi piacere leggere, l'arte, la filosofia e lo studio dell'universo. A te invece cosa piace?
Butch: Mi piace la TV, i buffet a colazione, le cattedrali, i rodeo e uccidere le persone, solo che non mi piace moltissimo l'ultima parte. Sono così confuso, feccia aliena, Papà, mi sento così solo.
Alieno intellettuale: Beh, aspetta scusa. Cosa mi dici degli altri due psicotici uomini del sud lì dentro? Il primo con una rabbia assassina e l'altro con la mania di sfogarsi a mano nuda, loro sembrano essere più il tipo di persona adatta per diventare tuo amico.
Butch: Oh sì, cioè, mi piacciono Butch e Commander, ma non abbiamo comunque molto in comune.
Commander: Questo perché non siamo finocchi dal culo tirato su.
Dick: Merda!
Commander: A differenza di te e di questo intellettualoide ciucciacazzi.
Alieno intellettuale: Ehi, scusate?!
Commander: Frequenti il nemico, eh? Lo conforti, eh?
Dick: Dovresti essere ridipinto tutto di rosa, brutto stronzo.
Commander: Urrà!
Butch: Ehi, gli ho solo dato una scatola di fagioli, no?
Alieno intellettuale: Ehi, scusatemi, ma come mai potrei essere omosessuale? Ho avuto quattordici figli finché non li avete fatti fuori quasi tutti.
Commander: Esattamente, figlio di puttana. Questo è ciò che chiamiamo selezione naturale. È così che il buon Dio l'aveva intesa. Ora sarebbero tutti morti se la mia pistola al plasma non si fosse bloccata. È un disegno intelligente mio piccolo alieno, imparalo. Ehi! Smettila di guardarmi il pisello.
Alieno intellettuale: Ma per favore.
Commander: Fottiti, poltiglia schifosa aliena. Prendi questo, ragazzo, non ti sposerò perché è illegale e tu Butch, fottiti.
Dick: Ehi, scommetto che il demone alieno si è fatto spazio all'interno del tuo cervello. Ha preso possesso di te, Butch.
Butch: No, Dick, Commander. Ehi... è, è solo il mio nuovo amico.
Commander: Amico? Fottuta merda finocchiosa. Dick, nuovi ordini. Abbiamo dei finocchi da far fuori. A Butch piacciono i cazzi alieni.
Alieno intellettuale: Ehi Butch, veloce da questa parte.
Dick: Ehi Butch, solo perché ciucci cazzi non significa che sei gay, non finché le luci non si spengono almeno. Io sono cresciuto in fattoria. Dove diavolo sono finiti quegli omosessuali?
Commander: Oh... eccoli! Stanno fuggendo.
Butch: Non posso credere di esser diventato un traditore. Siamo come dei fuorilegge adesso. Comincerai a chiamarmi bandito?
Alieno intellettuale: Oh, probabilmente ti faranno fuori.
Butch: Oh no. Non sono entrato nei marines spaziali per questo. Mi sono arruolato per difendere la Terra, far fuori gli stranieri e vedere videogiochi basati su di me.
Alieno intellettuale: La vita è complicata.
Butch: Lo so. Ho già visto quella pubblicità. Oh cavolo! Sono loro. Abbiamo un bel cazzo di problema dietro di noi, amico.
Alieno intellettuale: Abbiate pietà!
Commander: Arrenditi, Butch. Il tuo culo fumerà letteralmente quando avrò finito con te, te lo assicuro!
Dick: Già, smettila di fuggire con i rivoltosi. Stai tradendo il nostro stile di vita. Dovresti essere liquidato come cazzo moscio.
Commander: Senza polizze di sicurezza in vista, brutto stronzo. Rivoltosi, preparatevi a morire.
Alieno intellettuale: Ma vaffanculo, teste di cazzo.
Dick: Guarda qui. Chiamerei questa operazione tempesta di merda nel canestro.
Commander: Merda! Tutti i sistemi sono offline. Questo ha un solo significato.
Dick: Cioè?
Commander: Cyber-terrorismo!
Dick: (piangendo) Butch... stiamo finendo l'aria qui. È come il gioco a strozzarci che facevo con mio papà, solo che stavolta è reale.
Alieno intellettuale: Dobbiamo salvare i tuoi amici.
Butch: Beh, mi hanno chiamato gay. Forse dovremmo lasciare le cose così e lasciarli morire.
Alieno intellettuale: Si chiama transfert, amico. È psicologia di base per il tuo pianeta. Dobbiamo salvare quegli idioti o non saremo meglio di loro.
Butch: Beh ok, allora. Ehi voi, entrate nel condotto d'aria e premete il pulsante di espulsione. Vi prenderemo al volo.
Dick: Verrò fuori come quando tutto è cominciato.
Commander: Urrà! Porca troia.

Lanciati nello spazio aperto, Dick e Commander urlano.

Annunciatore: Commander e Dick esploderanno una volta raggiunto lo spazio aperto? Butch diverrà un liberale con il vizietto? Commander offenderà altre minoranze?
Commander: Prendila contro la sua volontà.
Annunciatore: L'alieno si abbonerà ad una rivista femminile in cui si parla della risoluzione dei problemi della coppia nel matrimonio? I liberali smetteranno mai di odiare l'America?
Fuoricampo: NO! Scopri questo ed altro solo nella prossima puntata di Space Rangers repubblicani!

Annunciatore: Space Rangers repubblicani!
  
 
  
 
  
 
  
 
  

PBC - Public Broadcasting Corporation
A History of Liberty City - Part Two (La storia di Liberty City)
Questo lungo documentario creato dalla PBC vi racconterà la verità dietro la creazione e lo sviluppo di Liberty City dalla guerra civile sino ai giorni d'oggi. Grazie a questo lungo racconto con immagini e descrizioni fornite da professori e studiosi di storia, si scopriranno anche le più piccole vicende che hanno permesso alla nostra grande città di diventare ciò che è oggi.

Questo documentario si basa effettivamente sulla vera storia americana, modificando in alcuni casi nomi e luoghi ed eventi in modo tipicamente ironico. La voce del presentatore è di Angus Hepburn, mentre Lennox Kincade è interpretato da Anthony Litton. La voce di Milton Savanah è quella di Tom McKeon mentre Jerome Pilchard è Charles Turner.

Annunciatore: Stanotte, in un clima di inimmaginabile salute, povertà, sbronza e con gli immigranti che fanno le cose turche, la città del futuro si dà un'occhiata allo specchio rivolgendosi ai vecchi tempi e dicendo "Che cazzo ti stai a guardare?", per poi denudarsi in pubblico. Sì, la rimarchevole storia di Liberty City continua in "A History of Liberty City Parte Seconda - Grandi costruzioni, persone mandate a fanculo".

Sponsor principale di questa serie è la Bank of Liberty che vi dice grazie per le cauzioni d'America, le utilizzeremo per pagare lo yacht e tenere i nostri conti bancari al largo.

Se guardi le facce che oggi creano la tavola di Liberty City, ci sono milioni di facce di diversi colori, tonalità e pelurie provenienti da ogni parte della terra, ribollenti di rabbia, furiosi di paura, ai livelli massimi di rabbia repressa, poliziotti corrotti e spogliarelliste con noiosi accenti russi e d'improvviso sembra che nulla sia cambiato a Liberty City negli ultimi centocinquant'anni. Continuano ad arrivare come orde che cominciano ad odiarti ed è questa l'attitudine che ha reso Liberty City la rimarchevole putrida ed insanamente sovrapprezzata metropoli che è oggi. Continuiamo con il nostro epico racconto sulla storia di Liberty City.

Lennox Kincade: Il mio bis-bisnonno Seamus, lasciò l'Irlanda nel 1825 arrivando in nave e tutti dicevano che era un pazzo. Voglio dire, sentì di questo luogo magico con monete d'oro ed unicorni omosessuali e con un casino di arcobaleni e poliziotti che non indossavano pantaloni, ma presto si ritrovò a lavorare come manovale. In quei giorni le cose erano decisamente diverse, sapete. I muratori lavoravano piuttosto che bere durante la pausa pranzo e sedersi per il resto del tempo a lanciare commenti sessuali su chi passa per la strada.

Muratore: Belle tette!
Donna: Sei disgustoso!


Annunciatore: Nel 1830, Liberty City fu letteralmente invasa dagli immigranti irlandesi a cui venne raccontato che le donne americane erano facili da portare a letto quando sentivano nella voce dell'uomo un accento straniero.

Lennox Kincade: Già, esattamente, come abboccare all'amo. La mia famiglia vive in America da generazioni ed è per il mio orgoglio, retaggio, disperazione e per una forma di identità che falsifico il mio accento ogni volta che parlo.

Annunciatore: Presto l'arrivo degli irlandesi in città prese le sembianze di un'inondazione. Gli irlandesi, così occupati a bere, cacciare arcobaleni e fare sesso con i nani, dimenticarono come si faceva a crescere le patate. Ciò portò la carestia sulla terra.

Milton Savanah: Come si può incasinare la coltivazione della patata? È un tubero, porca miseria. Un ottavo della popolazione irlandese giunse a Liberty City in circa... oh, quindici minuti. Gli uomini d'affare locali adorarono questa immigrazione. Finalmente avevano trovato un gruppo di persone che avrebbero potuto pagar meno dei neri. Si trattava di competizione nel libero mercato.

Annunciatore: Proprio come oggi, alcune persone guardavano agli irlandesi con disgusto. Le strade nella notte si riempivano di ruffiani e le lotte si potevano sentire da ogni parte. C'erano lotte della classe operaia contro i datori di lavoro, lotte anti-irlandesi, lotte anti-neri, anti-inglesi, lotte calcistiche, lotte pacifiste e lotte donna contro donna. Prima dell'invenzione della televisione, la gente non aveva nulla di interessante da fare se non far prendere a fuoco i propri vicini.

Milton Savanah: Nello stesso periodo cominciò una migrazione verso il sud, una migrazione identica a quella degli uccelli con merda ovunque e troppo rumore. La gente dal sud raggiunse Liberty City perché sentì che in questa città c'era molto più razzismo di dove avevano vissuto sino ad allora, che potevi entrare in città ed odiare gente proveniente da tutto il mondo in piena libertà ed apertamente, come farebbe un vero americano.

Annunciatore: L'energia di questa città ti avrebbe tolto il fiato come se una cicciona ti si coricasse addosso. Una sudaticcia massa che non puoi fermare. Un disgustoso, appiccicaticcio e nauseabondo tintinnio nel tuo orecchio che scende sino alla tua anima e poi ti fa sentire terribilmente male con te stesso obbligandoti a promettere di non bere più, sperando che nessuno ti abbia visto lasciare il bar con quella disgustosa sciattona.

Prostituta: Esci, tesoro?

Annunciatore: Per soddisfare l'eterno desiderio della popolazione, il primo giornale cittadino apparve nel lontano 1830. I residenti da subito chiesero una minore quantità di notizie politiche preferendo storie di degenerazione della morale, violenza, sesso e soprattutto di stupri che erano sempre presenti a pagina tre.

Jerome Pilchard: Il Liberty Tree pubblicò la sua prima copia nel 1835 ed ogni volta che venivano smascherati politici disonesti che rubavano alla gente ormai cieca, il pubblico criticava i media dando una influenza istituzionale.

Milton Savanah: Chiunque abbia a che vedere con politici dalla bocca sporca e grossi affari, li hanno in agenda. Gli idioti liberali, che generalmente abusano di droghe e sesso omosessuale, si sono sempre esageratamente preoccupati della verità.

Annunciatore: Spaventati dalla possibilità di restare fuori da quel divertimento, i primi banchieri mostrarono che erano capaci di destabilizzare la società come nessun altro. Nel 1857 la borsa crollò.

Jerome Pilchard: Ci fu un panico immenso nel distretto finanziario non appena tutti realizzarono che un gruppo di rottinculo in giacca e cravatta avevano fatto affondare l'America con grandi schemi piramidali in cui loro erano i banditi e tutti gli altri raccoglievano merda. I poveri divennero ancor più poveri e non c'era alcuna sicurezza sociale o sanitaria per aiutare la popolazione.

Milton Savanah: Sissignori! Quelli furono dei gran momenti quando lasciammo morire i deboli per strada piuttosto che portarli via e rinforzarli. Questo è lo spirito americano. Ogni uomo per sé con l'intento di rubare quanto più è in grado di prendere mentre non viene guardato.

Annunciatore: Per aiutare la città a sentirsi meglio con se stessa, uno dei più grandi progetti di lavori pubblici venne realizzato, Middle Park.

Jerome Pilchard: Oh sì, era davvero notevole. Presero un pezzo di campagna e lo chiusero ai lati con dei muretti spendendo così un casino di soldi pubblici per chiamarlo parco.

Annunciatore: Il parco fu un altro esempio di ingenuità americana, copiare qualcosa dall'Europa e pretendere di averla inventata.

Jerome Pilchard: I costruttori di Middle Park speravano che adesso le classi potessero mescolarsi e comprare droghe gli uni dagli altri. Ovviamente, gli afroamericani non avevano il permesso di accedere a nessuna area del parco.

Milton Savanah: Beh, non saprei onestamente.

Jerome Pilchard: Cosa?

Milton Savanah: Oh, non ho detto nulla.

Jerome Pilchard: No, non molto. Tu sai che solo alle carrozze eleganti era permesso l'accesso. I mezzi della classe operaia come le low riders e le ibride devono star fuori.

Annunciatore: Il parco aveva una lista di regole lunga un miglio. Vietati i picnic, le fellatio, camminare sull'erba, fare esercizi, lasciare giocare i bambini a baseball e a tutti i vecchietti era assegnata un'area intera dove potevano far girare le loro balle.

I residenti di Broker però avevano un problema. Muoversi in su e giù per l'Humboldt era pericoloso e tornare a casa ubriachi dopo una giornata di lavoro poteva creare incidenti nautici, inoltre i maniaci depressivi locali si lamentavano dell'assenza di qualcosa alto abbastanza per permettere loro di saltare giù ed uccidersi, per questo cominciò la costruzione del ponte di Broker. Per il crimine organizzato fu una manna dal cielo che assicurò una protezione a tutti i lavoratori non iscritti al sindacato oltre a dare ai residenti della città un nuovo luogo dove poter buttare i cadaveri.

Nello stesso momento, una nuvola oscura si posizionava sopra la nazione.

Milton Savanah: L'ascesa di Liberty City era una minaccia allo stile di vita del sud. Focalizzarsi sull'educazione, l'arte, l'interazione con persone di altre razze era una seria minaccia all'incredibile civilizzazione del sud, tanto seria che alcuni stati cominciarono a rinnegare l'unione. Questi erano veri patrioti. Amavano tanto l'America che erano disposti a lasciarla.

Annunciatore: Alcuni residenti di Liberty City erano dei simpatizzanti del sud durante la guerra civile. Amavano l'idea di bere un pacco da dodici di birre ogni notte, mangiare a colazione nei ristoranti a prezzo fisso ed ascoltare le rock band che suonavano per due ore assoli di chitarra.

Jerome Pilchard: Nel 1863 la prima bozza di sostegno alle truppe del nord venne annunciata. I cittadini erano infuriati. Ubriachi e furibondi, armati con sbarre di ferro, spade ninja, coltelli di sopravvivenza e stelle giapponesi, la rivolta ebbe inizio. Un messaggio di emergenza venne inviato via telegrafo - OMFG. CRAZY PPL FUBAR. LMFAO TTYL. (che tradotto dall'inglese all'italiano da SMS e dall'italiano da SMS all'italiano il messaggio sarebbe: "Oh mio Dio. Gente impazzita, tutto è andato a puttane in modo irreversibile. Mi brucia il culo dalle risate. Ci sentiamo alla prossima.") - dopodiché le linee del telegrafo vennero tagliate.

La nazione più salutare al mondo era attaccata dall'anarchia, e non la forma buona di anarchia dove ti sbatti come un pazzo ad un concerto punk-rock. La mafia crebbe e per mostrare alla gente del sud che non erano doppi giochi, i rivoltosi di Liberty City raggiunsero e bruciarono un orfanotrofio pieno di bambini neri.

Milton Savanah: La gente non comprese. Perché si trattava di una cultura di tradizione, non di odio. Lo si può capire nella rivisitazione della guerra civile all'interno del nostro parco. Ci siamo avvicinati alla cultura nera, ma nessuno era interessato ad imparare la storia dopo esser stato incatramato, impiumato, dato alle fiamme e preso a colpi di armi da fuoco. È molto strana come cosa, soprattutto quando ti fermi a pensarci su.

Jerome Pilchard: Già, proprio strano. Nessuno vuole passare un sabato nel parco ad essere linciato da sfigati che indossano delle tuniche.
Annunciatore: Bene presto la musica liberale si trasformò in musica di protesta in cui veniva chiesto all'America "Cosa c'è di buono della guerra civile?" e l'America rispose "Non hanno ancora inventato la TV, quindi la guerra ci permette di mantenere le cose interessanti".

La guerra civile era un passaggio a livello per la nostra nazione e a quel passaggio a livello era presente una fermata per i camion, uno stand per i fuochi artificiali ed un luogo per comprare bandierine dei ribelli come souvenir ed accendini con sopra donne nude oltre ad una macchina in cui bisogna mettere una moneta e devi muovere una gru per tentare di prendere un peluche, ma non ci riesci mai. Torni quindi al tuo camion e lì incontri una donna che ti dice "Ti faccio scoppiare di salute se mi dai venti dollari", quindi tu la lasci fare e poi la uccidi e ne bruci il corpo. Questa è l'esperienza americana in parole povere.

Milton Savanah: Il motivo per cui questa guerra durò anni fu per il tempo richiesto per ricaricare un fucile. Noi del sud ci muoviamo lentamente e metodicamente. Andiamo a letto, facciamo battute razziste, peschiamo, carichiamo il fucile, facciamo un riposino e poi nel pomeriggio, sapete, vai in giro a cercare uno yankee o uno di colore a cui sparare. Non ho mai avuto questa possibilità. Ma risorgeremo. Te lo prometto.

Annunciatore: Dopo un paio di anni di dure lotte, storielle economiche e terribili discorsi, la guerra finì. Tutti erano liberi di tornare alla pace delle loro case a provare disgusto per chi gli sta a fianco e lanciare valigie di merda agli idioti.

Milton Savanah: Era tempo per agio e ricostruzioni nel nord dopo la distruzione portata dalla civilizzazione del sud. Una civilizzazione che non venne assolutamente capita.

Jerome Pilchard: Ah! Il motivo per cui li chiamano "stati rossi" è per il sangue versato dalle manganellate date nel tentativo di trasformare la gente in decenti esseri umani.

Annunciatore: Uh, OK... I residenti si volevano rilassare dopo aver vinto la guerra e celebrare l'occasione con festini immensi. La nuova moda dell'agio cominciò a Firefly Island, un tranquillo quartiere sul mare in cui si trovano competizioni per mangiatori di hot dog, preservativi che svolazzano sulle onde e le montagne russe che deragliando menomavano le persone, senza dimenticare lo show degli strambi dove avevi il diritto di puntare il dito e ridere facendo piangere nani e donne barbute.

Milton Savanah: Oh, decisamente la mia preferita. Con la guerra finita, i cittadini di Liberty City tornarono a divertirsi bevendo e mangiando, nuotando con i vestiti addosso e guardando spettacoli magici dove la gente doveva ritrovare un piccolo uomo nascosto in regioni indicibili di una donna.

Jerome Pilchard: Liberty City dopotutto è sempre stata piena di imbroglioni.

Milton Savanah: Per una volta sono d'accordo.

Annunciatore: E la città cominciò a lavorare su nuovi progetti per l'ozio di classe. Luoghi per orge e depravazione, uso di droghe e perversioni, ansia e sudore: la metropolitana cittadina.

Jerome Pilchard: Nulla unisce più le persone di una città che ritrovarsi appiccicato ad un'altra persona su un vagone della metro mentre cerca di andare da un appuntamento con l'amante ad uno dove si mette al rogo una donna di strada.

Milton Savanah: È disgustoso. Gente tutta a contatto come un gruppo cosmopolita. Bisogna preservare le differenze. La mia gamba si intorpidisce al solo pensiero!

Annunciatore: Liberty City andò pazza per la ferrovia sotterranea. La prima stazione venne aperta nel 1874 e fu inaugurata lanciando secchi di urina sulle piattaforme di attesa. La gente l'adorò, ma purtroppo non c'era alcun luogo dove andare in quanto il primo treno venne costruito solo cinque anni dopo, quindi toccò loro aspettare per molto tempo in quella stazione.

Jerome Pilchard: Quindi tra questo e il Broker Bridge, la gente era libera di vivere nel sottosuolo e realizzare le gioie del pendolare. Apatia, alienazione, show radiofonici mattutini stupidi e festini per scambisti.

Milton Savanah: Avendo anche la possibilità di vivere con i loro simili nella metropolitana e sentirsi sicuri. Anche il tunnel sotto il ponte era un luogo sporco, come una flangia. Ooooh, nessuno ha visto le mie medicine per l'angina? Tu, ragazzo. Qual è il tuo nome?

Jerome Pilchard: Scusi?!

Milton Savanah: Oh, sta zitto. Non volevo sottintendere nulla. Avanti, passa oltre. Ehi, riesco a ridere di me stesso. Cosa c'è che non va con voi, gente? Seriamente, ho l'angina. Potrei morire di un attacco cardiaco in ogni secondo. Dove sono le mie medicine? Scommetto che te le sei rubate per sballare.

Jerome Pilchard: Cosa, brutto caprone?

Annunciatore: Sì, comunque, l'isola di Algonquin era libera di crescere come una metropoli immensa, di espandersi oltre i confini. Cosa hanno fatto, quindi? Ovviamente hanno costruito immensi grattacieli per guardare dall'alto in basso gli altri distretti.

Milton Savanah: Oooooh c'è un dottore in...? Ragazzo! Un dottore, per favore. Ahhhh. Ohhh.

Jerome Pilchard: Ah ah. Spaccone ignorante!

Annunciatore: Uh... Proprio come oggi, era una città di nascita e di morte, di decadenza e di rinnovo, di gente con due teste e dei doppi sensi. Finalmente Liberty City cominciava a prendere la sua forma moderna, sovrappopolata, puzzolente ma impressionante e grandiosa. Piena di ricchi, gente triste e povera, ingordi che vivono sulle spalle degli altri come porci nel recinto, ma la città non è arrivata certo alla fine della sua storia. Presto qualcosa verrà inventato e cambierà le città per sempre. Un qualcosa che teniamo in serbo per la prossima puntata di "A History of Liberty City".
  
 
  
 
  
 
  











GTA-Series.com RSS Feed   YouTube   Twitter   Facebook








 

GTA-Series.com is an Official Fansite Member of the Grand Theft Auto Rockstar Games Webring
Coding and graphics made by al[e]ssio & Daniel. Artworks and backgrounds made by Patrick Brown - View all the staff members
Best viewed in resolution width 1024 - XHTML 1.0 Strict, CSS2 and WAI level 2 valid - Major browsers and OS compatible