Kikizo: Anteprima Hands-on GTA Chinatown Wars
Autori: Adam Doree e al[e]ssio Creata il: 21/01/2009 Aggiornata il: 21/01/2009


Articolo tradotto dall'originale "Grand Theft Auto: Chinatown Wars Hands-On" scritto da Adam Doree del sito Kikizo.com. La traduzione in italiano è stata realizzata da al[e]ssio in esclusiva per GTA-Series.com.

L'unica cosa eccitante allo scorso E3 da parte di Nintendo è stato l'annuncio di Grand Theft Auto: Chinatown Wars in esclusiva per il Nintendo DS. Nell'oceano di software realizzati per i non-giocatori, la presenza di uno dei marchi più importanti del mondo videoludico ha senza dubbio catalizzato l'attenzione di tutti.

Al momento il gioco è pressoché ultimato ed è in fase di perfezionamento per il rilascio a marzo. Recentemente siamo andati negli uffici di Rockstar per un profondo test diretto del gioco, incluse missioni e caratteristiche che nessun giornalista ha mai provato e che nessuna rivista ha mai citato. Come potete aspettarvi, siamo pieni di dettagli da fornirvi, tra cui diagrammi dell'HUD ed altra roba che altri giornalisti hanno solo potuto sperare di vedere.

Senza alcun segno del tanto discusso San Andreas Stories - titolo che molti fans sperano, ma che Rockstar non sembra prendere in considerazione - tutti gli occhi sono tornati sulla East Coast; Chinatown Wars avrà luogo nella stessa Liberty City che abbiamo visitato in Grand Theft Auto IV (in termini di isole, la mappa è la stessa di GTA IV con l'omissione di Alderney - e tutta la mappa sarà aperta e disponibile sin dall'inizio). La prima cosa di cui prendere nota è che Chinatown Wars è un'avventura totalmente a sé, scritta da Dan Houser e dal direttore creativo di Rockstar Leeds David Bland, senza alcun intreccio con la storia di Niko Bellic e dei suoi personaggi (non ci imbatteremo assolutamente in Niko, questo ci è stato confermato al 100%).

Dopotutto, a Liberty City, ci sono tante persone strane che vivono la loro vita e le loro storie senza mai incontrarsi con altri. Chinatown Wars si presenta con una visuale dall'alto, una città intenzionalmente divertente con una tavola di colori piena ed una storia che non vuole essere così seriosa e profonda come quella di Niko, ma che si sviluppa in un mondo che resta tipicamente positivo alla GTA.

Rockstar Leeds è senza dubbio lo specialista dei titoli portatili del gruppo Rockstar - ha lavorato sui titoli GTA per PSP e adesso si sta occupando di questo esclusivo debutto per DS. A Chinatown Wars ha lavorato un team grande il doppio rispetto a quello che ha lavorato sui titoli per PSP ed ha ricevuto molte informazioni ed input direttamente da Rockstar North e New York. Rockstar afferma che CW è senza dubbio il gioco per DS più grande che esista - apparentemente con qualcosa oltre le 800.000 stringhe di codice - più di quelle presenti in San Andreas per PlayStation 2. Quindi anche la quantità di visuali e (cosa ancor più interessante) le stazioni radio presenti all'interno della card per DS non possono competere con quanto il mercato offre, e la grandezza e la complessità del titolo sono davvero importanti.

Questo però non significa che è tutto perfetto. Ci sono alcuni appunti che si possono fare a Chinatown Wars dal punto di vista dei sacrifici tecnici, ma onestamente vogliamo vedere questo come un gioco per console e non come un semplice progetto secondario per piattaforma portatile.

Chi sarà quindi l'uomo che causerà problemi a Liberty City questa volta? Huang Lee, un membro della Triade, è in volo con una spada cerimoniale - la Yu Jian - appartenuta al padre recentemente assassinato; la sua intenzione è consegnarla allo zio "Wu" Kenny Lee, che è a capo della Triade - oltre a voler ovviamente scoprire chi c'è dietro l'assassinio del padre.

Nulla di "nuovo". Ma è di GTA che stiamo parlando: Huang potrà essere descritto come uno introverso, ma come personaggio non ha nulla da invidiare a Niko e Roman. Il rispetto e la tolleranza non sono appuntamenti organizzati nell'agenda di Huang. È sfacciato ed impaziente; questa "spada sacra" è molto più di una "stupida cosa da consegnare", come dice nella sequenza iniziale del gioco. Sebbene il padre di Huang avrebbe preferito essere ricordato in modo onorevole, la verità è che era un uomo che gestiva un giro di droga, usava droga e giocava molto - la stessa spada è stata vinta in un torneo di poker.

Ciononostante, la spada continua ad essere ampiamente rispettata dalle Triadi. Da sempre, con la speranza di ottenere il comando delle Triadi dall'invecchiamento del boss Hsin Jaoming, lo zio Wu ne ha promesso a Huang il controllo, ancor prima che Huang arrivasse. Ovviamente all'arrivo a Liberty, Huang cade in un'imboscata. Lo zio Wu non è il solo uomo a volere la leadership sulle Triadi locali e la spada Yu Jian verrà rubata.

La storia e la presentazione sono due dei prodotti principali di ogni esperienza GTA e in Chinatown Wars, Rockstar, ha fatto un buon uso dei due screen del DS. Nella sequenza iniziale che ci porta alla schermata "Rockstar Games Presents" e nelle cutscenes, ciò che Chinatown Wars ha in meno rispetto agli altri titoli della saga è il dialogo audio (un aspetto importante purtroppo ma l'unico vero sacrificio per questo prodotto), cosa che ha dato a tutti i titoli della saga stile e finezza. In CW Rockstar ha scelto di usare lo stile fumetto, nella sequenza di apertura ad esempio, lo schermo superiore mostra una visione ampia di ciò che avviene con una panoramica sull'aereo in cui si trova Huang, mentre lo schermo inferiore offre una visione più vicina del personaggio con i dialoghi presentati in modo testuale. Questa scelta funziona particolarmente bene anche nelle sequenze di azione, le esplosioni ad esempio sono grandiose quando vengono viste da diverse prospettive allo stesso tempo.

Le cose poi non possono che andare meglio quando ci si trova in gioco e non c'è motivo per negare che gli sviluppatori hanno messo tanto ingegno e lavoro per sfruttare al meglio il formato dato dai due screen. Lo schermo superiore è quello che mostra l'azione in 3D, mentre lo schermo inferiore è dedicato agli elementi dell'HUD e alcune funzioni legate al tocco come la selezione delle armi o il lancio di granate e molotov nella direzione che si preferisce. Questa divisione ha permesso allo schermo superiore di avere molto spazio libero per l'azione, l'unica cosa mostrata oltre al gioco in sé è il sistema ricercato in alto a destra e i nomi delle strade in basso a destra. Questo è però il formato predefinito, è importante infatti delineare che molto può essere spostato e mostrato in modi vari, se vogliamo ad esempio la minimappa sullo schermo azione in basso a sinistra (come in GTA IV per intenderci) si può fare. È possibile inoltre caricare molta roba come il GPS che mostra la posizione attuale o solo la mappa.

Per quello che riguarda la prospettiva 3D in generale, ne siamo pazzi. È difficile dare un senso di come bene il gioco funzioni e giri senza vederlo in movimento e puoi dimenticarti di tutte le preoccupazioni di un possibile ritorno di un modo poco fedele di quelli della prima era GTA; non ci sono trucchi - è tutto in 3D - e la prospettiva dell'azione, che generalmente è vista dall'alto, è comunque molto flessibile e supporta davvero un gran numero di bei dettagli. La prospettiva che si usa è decisamente la migliore per questo tipo di gioco.

Riguardo la guida e i segmenti in cui bisogna andare forte, il gioco lavora bene, con sufficiente linea visuale per muoversi con sicurezza (se avete mai giocato a Virtua Racing, pensate alla terza o quarta visuale ed avrete un'idea di ciò che vi aspetta) e se volete essere più ricercati, potete anche sfruttare una camera cinematica in stile GTA IV, durante le vostre corse. Sia nelle fasi in auto che a piedi, la visuale si muove in modo intelligente e il gameplay risulta naturale, in effetti la visuale 3D effettua molti zoom in avanti per l'azione, ad esempio quando si controllano i cassonetti per degli oggetti (una parte importante del gameplay, ma che spiegheremo dopo).

Ci sono molte altre chicche nel design che sono deliziose, quando ad esempio l'azione scompare perché si passa sotto un ponte, sullo schermo compare una freccia che ci mostra dove siamo. Il sistema poi con il quale il gioco gestisce il cambio delle armi ci permette di non morire mentre questo cambio avviene ed un'altra chicca è data dal fatto che possiamo deliberatamente effettuare dei burnout con i veicoli in modo da distruggere i copertoni e mandare delle scintille con i cerchioni che ci permettono - se vogliamo - di infiammare le persone che ci sono dietro. Il nostro tocco preferito però è quello che avviene quando si riapre il DS dallo stato di standby, abbiamo sentito uscir fuori dalla console una fantastica battuta come "vuoi assaggiare un po' della mia torta, tesoro?!".

Come in altri casi con software realizzati per il DS, gli screenshots non riescono a dare giustizia a Chinatown Wars. Vedere il gioco in azione e avere il piacere di giocarlo permette di capire subito la quantità di dettagli che sono stati realizzati in fase produttiva e di come il mondo che ti aspetti di vedere, viva esattamente negli standard da sempre forniti da Rockstar.

Il motore dopotutto è veramente impressionante e solido se si pensa che si tratta dell'hardware di un DS. Il frame rate è decente, non ci sono trucchetti particolari o marcatori pre-formattati e c'è una sensazione definitiva di mondo realmente aperto con pedoni che si possono sentire parlare tra di loro, mettersi nei casini con la polizia, scappare alla ricerca di una copertura mentre piove, venire aiutati dai paramedici quando si feriscono - sembra proprio che l'AI sia la stessa presente in GTA IV, cosa che è una vera novità pensando a Chinatown Wars. È ovvio che Rockstar abbia voluto trasferire quanta più personalità e profondità della Liberty City di GTA IV in Chinatown Wars e siamo certi che i fans adoreranno il risultato.

Non è possibile ottenere un senso dei dettagli di Liberty City attraverso gli screenshots. In Chinatown Wars non è presente un senso di verticalità ed interazione come quello di GTA IV, ma vista l'angolazione della visuale, sono comunque presenti moltissimi dettagli visuali - tetti, grattacieli e ponti dettagliati, treni che sussultano di fronte ai tuoi occhi, alberi che sono veramente dettagliati e non semplici texture in 2D, cabine telefoniche, lampioni, strade piene e semafori, tutti i marchi e luoghi tipici di GTA IV e ancor meglio, un fantastico sistema di illuminazione ed ombre in tempo reale che rispecchia fedelmente il ciclo naturale delle 24 ore. Anche i pedoni hanno le loro ombre e durante la notte la città è illuminata da tenue cromie tendenti al blu. Sopra tutto questo è presente poi un completo sistema climatico che include pioggia leggera, pioggia pesante con lampi e fulmini e andando avanti con il gioco si noteranno tanti piccoli particolari come la nebbia che esce dai tombini, il fuoco e il fumo delle esplosioni e come queste cose siano tutte grandiose con il cel-shading. È davvero impressionante.

In termini di controlli, le cose sono state mantenute quanto più fedeli al layout già conosciuto nelle console, si userà quindi Y per rubare un'auto o il dorsale destro per il freno a mano. Chiunque abbia giocato a GTA IV non avrà problemi a ritrovarsi nei controlli di Chinatown Wars, tutto sommato l'unica "cosa nuova" è che tenendo premuto B si andrà avanti - sia a piedi che guidando. La migliore aggiunta ai controlli è data dal dorsale sinistro che permette di reimpostare la visuale ponendola alle spalle del giocatore, mentre tenendolo premuto la telecamera viene bloccata sui movimenti del giocatore, cosa che la rende più fluida. Ci sono comunque un po' di visuali tra cui scegliere e presto troverete la vostra preferita. Il controllo e la manovrabilità di Huang in generale è grandiosa e in poco tempo si imparerà a saltare oltre i muri e sfruttare posizioni intelligenti per far fuori i nemici. Nelle fasi di sparatorie inoltre viene sfruttato l'agganciamento al bersaglio, ma se si vuole mirare specificamente a qualcuno, basterà premere il dorsale sinistro.

Le fasi di guida iniziano praticamente sempre dal trovare la giusta posizione al centro delle corsie in modo da evitare il traffico in uno e l'altro senso e ancora una volta, la varietà di auto e moto offerte risulta la maggiore di quella offerta da altre esperienze di guida. Rockstar ha inoltre compensato la natura non-analogica del D-pad nella guida con una cosa che chiamano "assistente alla guida", una funzione automatica che sostanzialmente allinea il veicolo, opzione che comunque può essere disattivata se non la si vuole. Per quanto riguarda le altre caratteristiche presenti nel DS, CW utilizza il microfono, basterà infatti fischiare per far fermare un taxi - o alternativamente si potrà usare un pulsante. Rockstar ci ha inoltre confermato che Chinatown Wars non utilizza alcuna funzione del nuovo Nintendo DSi, come ad esempio la telecamera.

Tornando alla storia, chi ha messo in atto l'imboscata a Huang ha anche infilato il corpo del ragazzo nel cofano di un'auto e credendolo morto, ha buttato l'auto in mare per sbarazzarsi delle "prove". È qui che il gioco comincia e subito ci troveremo in un minigioco che dovremo ripetere ogni volta che ci troveremo in acqua all'interno di un'auto - dovremo rompere il parabrezza, toccando il touchscreen ripetutamente, per uscire fuori dall'auto prima che questa scenda troppo a fondo. Una volta fuori siamo andati direttamente al ristorante Sum Yung Gai, locale di proprietà dello zio Wu, per dargli la brutta notizia riguardo la spada che è stata rubata - un fatto che danneggerà la sua reputazione non solo con Hsin Jaoming, ma anche con tutte le Triadi in giro per la città.

Il gioco è pieno di attività secondarie, incluso il ritorno delle acrobazie folli, ma cosa più importante è che sono presenti moltissimi altri minigiochi legati all'uso del touchscreen oltre a quello di fuggire dall'auto in mare. Ci sono rapidi minigiochi legati alla tempistica ogni volta che si ruba un'auto, gioco che varia di difficoltà a seconda della classe del veicolo che si vuole rubare - un cacciavite nel blocco di accensione per auto di basso livello, mentre per auto più importanti sarà necessario aprire ogni singolo filo ed unirli per far partire il motore. Un altro minigioco si attiva alle stazioni di benzina - dopo aver scelto quanta benzina comprare, potrai realizzare delle bottiglie molotov mettendo benzina all'interno delle bottiglie senza esagerare troppo con la quantità. Il minigioco che abbiamo preferito è quando ci siamo trovati a dover montare più parti di un fucile da cecchino sentendo ad ogni pezzo un "click" che indicava la corretta unione dei pezzi.

Il PDA (computer palmare) di Huang, accessibile premendo Select, è un altro importante compagno del gioco, con funzioni simili al cellulare di GTA IV. Il PDA è realizzato dalla casa Panoramic - ovvia parodia Rockstar di Panasonic - e fornisce un'ampia variante di opzioni: Sistema (permette di avere accesso alle opzioni di base e dei controlli - oltre alle personalizzazioni degli elementi dell'HUD ed altro), E-mail, Riassunto missione, Statistiche e Social Club, Contatti (che come il cellulare di Niko si riempirà di numeri man mano che si conosceranno le persone), Multiplayer (via LAN o Wi-Fi, ne sapremo di più molto presto, speriamo), Lettore musicale (chiamato Alchemist) e Commercio (ne parleremo dopo in questo articolo). Il PDA inoltre ci permette di accedere al sito online di Ammu-nation - questi tizi non si vedono da nessuna parte a Liberty City in IV, ma in CW Huang può accedere al sito ed ordinare le armi in tutta tranquillità ricevendole poco dopo direttamente a casa.

Premendo Start si aprirà il GPS, sul quale potremo impostare un punto di arrivo utilizzando lo stilo sulla mappa o vedere le posizioni dei luoghi d'interesse dopo che li avremo sbloccati ed eventualmente aggiunti ai nostri preferiti. La mappa non è esattamente identica strada per strada a quella di GTA IV; è stata leggermente modificata e le autostrade sono state rimosse per problemi con l'angolazione della visuale, ma se si avrà giocato GTA IV, si noteranno comunque strade e posti familiari - l'aeroporto, Star Junction, Happiness Island ed altro. La ragione per cui Alderney è stata rimossa, afferma Rockstar, è che si tratta di un'area dov'è stata focalizzata la presenza italiana in GTA IV e la mafia italiana nella storia di Chinatown Wars non ha alcun ruolo. La rimozione dell'area ha permesso inoltre di aumentare la capacità di memorizzazione e la quantità di dettagli per tutto il resto del mondo. Non pensiamo comunque che ci sarà gente a cui Alderney mancherà, ad essere onesti.

Oltre ad un garage dove potremo salvare le auto, avremo anche un appartamento personale dove potremo salvare le partite attraverso il divano (cosa che si può fare anche in ogni altro momento utilizzando il PDA), una scrivania con un portatile ed oggetti che compariranno sulla scrivania e sugli scaffali man mano che li sbloccheremo, inclusa una scatola dove nascondere le riserve di droghe ed altre cose.

Il portatile nel proprio appartamento è realizzato dalla casa "Fruit" - parodia Rockstar di Apple. Il PC permette di sincronizzare le statistiche, gestire i codici degli amici ed altro, è connesso al sempre più ampio Rockstar Games Social Club e inoltre dà la possibilità di accedere alle e-mail - all'inizio del gioco tutto quello che riceveremo è il benvenuto dall'ISP, il network Badger. Aspettati anche di ricevere nuovamente, come accadeva in GTA IV, e-mail di spam. Inoltre nell'appartamento sarà possibile trovare una lavagna bianca con un numero sempre più ampio di Polaroid che rappresentano diverse persone incontrate e missioni fatte - una volta finito il gioco, da qui sarà possibile ripetere una qualsiasi missione dell'intera storia senza dover ricominciare da capo. Questa è una delle caratteristiche che mancano in GTA IV ed un ulteriore esempio di come Rockstar Leeds stia ad ascoltare il mondo dei fans. Tolte le cose importanti, all'interno del proprio appartamento è possibile giocare anche con delle lettere magnetiche sulla lavagna con la quale realizzare parole più o meno volgari. Per inciso, Rockstar ci ha detto che molti altri interni come il nostro appartamento sono stati realizzati in 2D.

Abbiamo anche provato il sistema di sospetto di Chinatown Wars. Rockstar è ritornata al vecchio stile di lotta con la polizia presente in GTA1 e GTA2 ed abbiamo trovato il sistema un po' più persistente rispetto a quello di GTA IV. Per ogni stella di sospetto guadagnata, otterremo anche il simbolo di un'auto sotto di questa. Per sfuggire alla polizia, sarà necessario far fuori l'auto della polizia scontrandoci - i poliziotti in genere sono pessimi guidatori, basta quindi in genere fare curve ad alta velocità per vederli schiantarsi e mettersi fuori gioco da soli. Restano comunque presenti i garage Pay'n'Spray e per fuggire si potrà anche restare al di fuori della loro linea visiva nascosti dentro un vicolo. Più a lungo la polizia non ci vedrà, maggiori saranno le stelle che spegneremo. Quando le stelle di sospetto lampeggiano tra il rosso e il blu significa che la polizia sa dove siamo, mentre quando restano blu significa che li abbiamo quasi tolti di mezzo. In generale è un sistema divertente, ma ciò che ci ha maggiormente interessato è come la polizia mantiene se stessa attiva in lunghe fasi di inseguimenti. Sicuramente è molto più probabile venire arrestati in Chinatown Wars piuttosto che in GTA IV, dove gli arresti erano abbastanza rari rispetto alle morti.

Abbiamo provato sei missioni nelle due ore e mezza di visita - le prime due Rockstar ce le ha mostrate come demo, le altre quattro ce le siamo giocate da soli. La prima missione, chiamata "Street of rage" (Strada di rabbia) è una semplice missione di guida e di fuoco che vede Huang al lavoro con Wade Heston, un poliziotto che si è ritrovato i servizi interni alle spalle, ma che avvia una mutuale cooperazione con Huang. La persona che ci mostrava la missione ha fallito il suo lavoro molto presto - cosa che non solo ci ha permesso di vedere il sistema di ripetizione della missione (simile a quello di GTA IV) ma anche la funzione di "Salta corsa", un'opzione che avrebbe fatto comodo a GTA IV, permette infatti di saltare la prima guida che si deve fare dal punto di attivazione della missione all'obiettivo - opzione già presente in GTA San Andreas - complimenti a Leeds. La missione si conclude con una sorta di mini-boss, ma con un paio di granate il nemico viene fatto fuori e noi potremo recuperare una bella mitragliatrice a nastro (anche chiamato Vulcan o Minigun).

La seconda missione che ci è stata mostrata si chiama "Tricks of the Triad" (Dolcetti della Triade), che ci introduce alla nuova scatola rossa nel nostro appartamento, scatola dove lo zio Wu ha lasciato per noi un po' di eroina, coca, marijuana, ecstasy ed altra roba varia buona per tutte le notti. Ma Huang dovrà usare questa roba non per divertirsi, bensì per venderla. Huang deve portare la droga da un acquirente ed è qui che verrà introdotto il minigioco che ci vedrà vendere e comprare droga. Tutto il territorio è costellato da telecamere di sicurezza, che sono comparabili ai piccioni di GTA IV. Ma queste telecamere non sono presenti solo per essere trovate e distrutte; le aree controllate dalle telecamere ci permettono di vendere la roba a prezzi più alti, quindi è possibile andare a gestire una vera strategia tra l'acquisto e la vendita in modo da guadagnare più denaro controllando comunque il rischio. Ci sono svariate gangs nel gioco, tutte invischiate in questo affare - Triade, giamaicani, Spanish Lords, gangster di midtown, mafia, irlandesi, Angels of Death, russi e afroamericani. Il fattore droga in Chinatown Wars è rappresentato da una "Mappa dei territori controllati" che è sorprendentemente profonda e completa, cosa che ci permetterà di realizzare i maggiori profitti. Nel completare questo particolare primo scambio (ultimato trasformandoci in un compratore e non nei panni di un venditore), il nostro venditore ci ha detto: "Bella scelta amico. Quella merda ti tirerà su." Pura poesia.

In merito alle impressioni sul gameplay delle missioni, abbiamo già detto tutto in questa anteprima, ma per completezza di informazione, vi diciamo che le altre missioni che abbiamo provato sono state: "Store Wars" (Guerre di negozi) una missione per conto di zio Wu dove dobbiamo fermare altri delinquenti che stanno distruggendo le proprietà del circolo di protezione di Wu, "Friend or Foe" (Amico o nemico) è stata la quarta missione in cui dovevamo mostrare di non essere una spia aprendo la cassaforte di un boss rivale della mafia coreana in cui erano presenti informazioni importanti sulle gangs - il nostro nome non era sulla lista. La quinta missione è stata "One Shot, One Kill" (Un colpo, un morto), una missione davvero bella da affrontare in cui dovremo far fuori la vera spia che si è resa responsabile dell'arresto del figlio del leader della Triade (e possibile futuro erede della leadership) Chan Jaoming. Infine, l'ultima missione provata è stata "Slaying With Fire" (Uccidere con il fuoco), decisamente la più epica e divisa in varie fasi e che ha luogo molto più avanti nel gioco con lo stesso Chan, missione che ci vede lanciare esplosivi fuori da un elicottero e combattere contro altri elicotteri intorno alla Statua della Spensieratezza. Stiamo ancora sorridendo per questa missione.

Infine c'è da considerare il comparto audio, la musica è davvero ottima, è una buona combinazione di tradizione dell'est e moderno dell'ovest. Nel gioco ovviamente abbiamo la possibilità di sentire diverse stazioni radio. La musica offerta dalle radio è tutta originale con arrangiamenti strumentali che fanno un buon uso dello spazio limitato della card del DS e rappresentano ottimamente il genere di musica che offrono, incluso l'elettronica, hip hop, dub, jazz, funk e rock.

Non ci sono amicizie o relazioni romantiche da gestire in Chinatown Wars, quindi questa è una cosa in meno di cui preoccuparsi. In termini di grandezza e tempo del gioco, Rockstar ha stimato il completamento "tra le 20 e le 30 ore per il gioco in singolo" a seconda dell'approccio del gioco e dal livello di abilità. Rockstar non è stata in grado di dire al momento quante missioni sono presenti nella versione finale del gioco. Hanno però affermato anche che sarà il primo gioco per DS con rating 18 [secondo la BBFC], il che significa che nulla dovrà essere censurato o rimosso.

Chi ha assassinato il padre di Huang? Chi ha rubato la spada Yu Jian? Chi ha organizzato l'imboscata a Huang al Francis International? Di quanto aiuto ancora avrà bisogno lo zio Wu e chi erediterà la leadership della Triade dopo Jaoming? Ed esattamente di quale torta ci è stato offerto un assaggio?

Il rilascio di Grand Theft Auto: Chinatown Wars è programmato in Nord America per il 17 marzo ed in Europa per il 20 marzo.











GTA-Series.com RSS Feed   YouTube   Twitter   Facebook








 

GTA-Series.com is an Official Fansite Member of the Grand Theft Auto Rockstar Games Webring
Coding and graphics made by al[e]ssio & Daniel. Artworks and backgrounds made by Patrick Brown - View all the staff members
Best viewed in resolution width 1024 - XHTML 1.0 Strict, CSS2 and WAI level 2 valid - Major browsers and OS compatible