Analisi quarto trailer ufficiale
Autori: al[e]ssio e Daniel Creata il: 27/03/2008 Aggiornata il: 31/03/2008



Esterni di Liberty City
In volo su Star Junction (img 001, 002, 003, 004, 005 e 006): La scena avviene di notte durante il temporale. Ci troviamo ad Algonquin, per l'esattezza sopra Star Junction con la visuale che segue un elicottero delle squadre speciali contro l'immigrazione clandestina. All'interno dell'elicottero possiamo notare come il pilota non possieda più quel completo visto in passato - tuta e casco - ma sia vestito come un normale poliziotto, stessa cosa per i due poliziotti affacciati sulle porte laterali dell'elicottero (entrambi i personaggi tengono la medesima posizione e dai tratti visibili, sembra trattarsi dello stesso identico modello 3D). Durante il passaggio, a causa di un lampo, tutta la città si illumina a giorno per qualche istante creando ombre che si proiettano in modo realistico. Come già detto, l'area in cui ci troviamo è Algonquin e possiamo notare alcuni punti di riferimento come l'Hearst Tower, i cartelloni pubblicitari di Star Junction - che promuovono la solita birra Logger, la compagnia telefonica Whiz, la CNT (apparentemente un canale televisivo) e qualcos'altro di poco distinguibile. Negli ultimi frame, sulla destra è possibile vedere inoltre un'insegna blu e bianca su un palazzo di cui si può leggere chiaramente "Ba... Motel" (forse un richiamo al Bates Motel di Psycho).

Razzo in arrivo (img 013, 014, 015 e 016): In questa scena possiamo vedere Niko utilizzare il lanciarazzi sparando un colpo verso l'inquadratura. La scena è rallentata, possiamo quindi vedere la vampa di fuoco uscire dall'arma e il razzo muoversi lentamente verso lo schermo. Dietro di Niko si trova un muro pieno di graffiti sulla quale è possibile leggere la parola "Metal...", mentre a destra si può vedere la prima rampa della scaletta antincendio. A sinistra invece si trova una struttura in metallo verde, forse i supporti delle scale o di una insegna.

Zona industriale (img 016, 017, 018 e 019): Sfumando con la scena precedente, è possibile notare la zona industriale di Alderney - già protagonista iniziale del mini-trailer dedicato alla Karin Dilettante. Sullo sfondo a sinistra si intravedono le sagome dei grattacieli di Algonquin, mentre a destra il mare risplende sotto la Statua della Felicità che si può intravedere tra le due ciminiere della fabbrica. Su queste è inoltre possibile notare come il fuoco si muova da sinistra a destra come se fosse sospinto da una raffica di vento.

Fuga dal vicolo (img 023, 024, 025, 026, 027, 028 e 029): Dopo la rapina in banca, il gruppo si dà alla fuga - gruppo che possiamo vedere essere deficitario di un membro rispetto ai quattro visti all'ingresso, forse un membro del nostro gruppo è caduto come già avveniva ai tempi di VC con Hilary (il guidatore). La prima parte della scena è ripresa dall'alto così da mostrare l'elicottero dei servizi di immigrazione che spara giù nel vicolo creando delle piccole nubi di fumo e detriti. Quando la scena si sposta tornando giù e posandosi in basso sull'angolo, possiamo vedere i due rapinatori - quello in primo piano molto probabilmente è Niko - correre e girare a destra. L'elicottero continua a sparare e possiamo notare come l'asfalto crei questi sbuffi di polvere e detriti per simulare l'impatto dei proiettili, a differenza delle superfici in metallo come la trave al centro della scena che subisce i colpi creando quei fori già visti e rivisti nei passati trailer. Sul marciapiede si possono notare il palo del telefono (leggermente abbattuto sulla sinistra), un cestino dei rifiuti, l'ingresso della metropolitana alla stazione "Emerald/Chinatown", un paio di pedoni a sinistra e dei negozi con insegne cinesi ed americane con su scritto "Go, Go, Gold" (presumibilmente quindi una gioielleria o qualcosa del genere).
Fermiamoci un attimo su questo aspetto. Come abbiamo visto nei passati trailer ed anche in questo, la presenza di gente coperta da passamontagna e con borsoni a tracolla più o meno ampi è davvero alta e non sempre le scene sembrano essere direttamente legate tra loro. Ad esempio, in questo trailer possiamo vedere il gruppo entrare in una filiale della Liberty Bank, ma non sembra uscire da questa, bensì da una gioielleria. È quindi possibile, utilizzando un po' di fantasia, che non si tratti esattamente della stessa scena, ma di una stessa missione secondaria in cui si devono rapinare determinati luoghi, una sorta di incontro tra le "Razzie" di GTA Vice City e le "Rapine in casa" di GTA San Andreas. Si tratta comunque di una speculazione, plausibile ma pur sempre speculazione.
Nei personaggi è possibile vedere la cura di ogni aspetto, anche nelle scarpe stesse in cui suola, tacco e rivestimento sono pieni di dettagli, luci ed ombre. Gli abiti dei due sono macchiati di sangue - come già sappiamo si tratta, oltre che per un maggiore realismo, di un sistema che permette di individuare a colpo d'occhio la quantità di danni subiti dal proprio alter-ego. Il terzo membro del gruppo non sembra comparire, molto probabilmente a causa della distanza o forse perché eliminato dai colpi dell'elicottero della polizia.

Il terrazzo di Playboy X (img 030, 031, 032 e 033): Quello che possiamo vedere qui è molto probabilmente il terrazzo dell'appartamento di Playboy X - nelle passate anteprime viene descritto un incontro tra Niko e questo personaggio nel terrazzo della sua villa, cosa che rispecchia a pieno questa scena. Il terrazzo è ben curato nella sua area centrale, a differenza dei bordi dove non sembra neanche esserci una copertura ma solo il tipico isolante nero utilizzato per permeabilizzare i tetti. A destra - oltre a dei vasi con piante e fiori - è possibile vedere una parte dell'appartamento che a colori e mobilio, da quanto visibile, ricorda quello di Elizabeta. Il personaggio, Playboy X, lo si può vedere nel suo solito abbigliamento multicolore con in mano quello che sembra essere un sigaro.

Sparatoria (img 034, 035 e 036): Si ritorna alla rapina e siamo sempre nella zona di Chinatown, ma non esattamente nella posizione delle scene precedenti, le insegne infatti presentano ancora fonemi cinesi, ma non sono le stesse insegne viste oltre l'angolo in precedenza. In primo piano si trova il tizio con il passamontagna verde, con lo stesso abbigliamento di prima e con la stessa arma, un AK-47 - non si tratta certamente di Niko visto che questo ha gli occhi azzurri mentre quelli di Niko sono marroni.

In fuga 1 (img 037, 038, 039 e 040): In questa scena possiamo vedere Niko fuggire a bordo di una moto da cross chiamata GP-450. Il livello di sospetto deve essere parecchio alto, oltre alle normali auto della polizia possiamo notare anche un paio di auto dei servizi speciali già individuate nei passati trailer: si tratta di auto nere simili ad una Dodge Charger '08, con le ruote agganciate con un semplice coprimozzo a croce sopra un cerchione lenticolare. Oltre alla moto e alle auto dei servizi di sicurezza della città, si può vedere una Jeep sulla cui griglia sembra esserci il nome: "Coectasse" o qualcosa di simile. L'asfalto è particolarmente rovinato, nelle scene iniziali possiamo infatti notare a terra una lastra in ferro utilizzata per coprire le buche e delle pezze di asfalto più o meno chiaro in giro. La zona non è deducibile dalle poche informazioni disponibili, possiamo vedere in lontananza un sovrapassaggio, possibilmente di un ponte e a destra una rampa d'accesso ad una zona sopraelevata. Più vicino al punto della scena si trovano diversi sacchi della spazzatura, un paio di cassonetti, qualche scatolone, cassette in legno ed altro che ci fa pensare di trovarci in una zona non nobile di Bohan. Le insegne sui muri e nelle saracinesche denotano un negozio di liquori ed una lavanderia con un servizio di lavaggio ed asciugatura garantito in tre ore.

Esplosione della Remington (img 043, 044, 045, 046 e 047): In questa scena possiamo vedere una Remington rossa esplodere di fianco agli stand dei giornali - si tratta di piccole cabine dove inserendo in moneta i soldi per l'acquisto, è possibile ritirare una copia di un giornale. Si può notare come l'esplosione dell'auto distrugga completamente questi piccoli stand facendone saltare i vetri, gli sportelli e tutto il loro contenuto che comincia a svolazzare in aria. Nel primo frame, in basso a destra è possibile vedere due mucchietti uniti al centro da un nastro, cosa che ricorda molto i tipici pacchetti di denaro che cadono a terra distruggendo parchimetri o eliminando le persone. In alto a destra, oltre il ponte della sopraelevata, possiamo vedere una doppia insegna vista da dietro - e non ha forme riconoscibili grazie alle quali si possa dedurre di cosa si tratti.

In corsa sul ponte (img 048, 049, 050, 051, 052, 053, 054 e 055): Come in una scena precedente, anche qui Niko si trova a bordo della moto da cross GP-450, stavolta in corsa lungo ciò che sembra essere un ponte. Nella corsia opposta si vedono passare diversi veicoli, tutti furgoncini e jeep a dire la verità: un pickup della Albany, un Cavalcary FXT ed altre due Jeep grigie di cui non è possibile individuare marchi o modello. Si può notare come ogni vetro posteriore abbia disegnata la griglia di decongelamento - una griglia che nella realtà serve ad evitare il totale appannamento del lunotto a causa delle basse temperature.

In Stretch (img 065, 066, 067, 068 e 069): In questa sequenza possiamo vedere Niko a bordo di una Stretch - la limousine di GTA - mentre gira in città. Fuori dall'auto si può vedere l'ingresso del SuperStar - molto probabilmente un club o un teatro - in cui ci sarà "The Mighty" (Il Grande), molto probabilmente un mago o un illusionista. Tra le altre insegne nei seguenti frame si può vedere un'altra pubblicità della CNT, una in rosa che pubblicizza probabilmente un gioiello a forma di cuore chiamato WTF (What the F**k - Ma che c***o) ed un locale dove avviene un "Hawaiian Show". Oltre alla Stretch, per strada si possono vedere un taxi, un autobus ed altri veicoli non meglio riconoscibili. Oltre alle auto, per strada si possono notare anche diversi pedoni, tutti muniti di ombrello aperto ad eccezione del facchino - vestito con giacca rossa e pantaloni neri - di fronte alle porte del SuperStar. Spostando lo sguardo all'interno della Stretch, possiamo vedere Niko - vestito in un completo grigio con camicia rossa - ed una donna - capelli viola, gonna e top leopardato - seduti sul sedile posteriore dell'auto. All'interno del veicolo si possono notare anche un minibar con i bicchieri ed un televisore con schermo piatto.

Fuga in aeroporto (img 078, 079, 080, 081, 082, 083 e 084): In questa scena - divisa in realtà in due sequenze - possiamo assistere ad un inseguimento per le piste di decollo/atterraggio del Francis International, l'aeroporto di Liberty City. Nella prima sequenza si possono vedere sullo sfondo dei tralicci e segnali mentre in primo piano si trova l'aeroplano con la sola porzione del carrello posteriore e dell'ala sinistra con il reattore che compare negli ultimi frame. Niko si trova a bordo di un'auto rossa - che ricorda molto una Aston Martin V8 Vantage - inseguito da tre auto della polizia cittadina e due dei servizi speciali. La seconda sequenza non mostra più Niko e la scena stessa si sposta mostrando il retro di un aeroplano e sullo sfondo parte dell'aeroporto ed un'alta torre. Di fianco la struttura dell'aeroporto si possono vedere dei carrelli porta-bagagli, alcune scalette più o meno alte per l'imbarco/sbarco dei passeggeri ed una struttura che sembra essere un corridoio d'imbarco su un perno - si tratta di corridoi che ruotano e si allungano per agganciarsi direttamente ai portelloni dei più grandi aerei. In tutta la sequenza si possono notare solo delle auto di polizia e dei servizi speciali e ciò che sembra essere un elicottero. Degni di nota sono la presenza e i movimenti dei poliziotti nelle auto, a differenza del passato infatti possiamo vedere le auto della polizia che portano due, tre ed anche quattro poliziotti per volta - nei passati titoli i poliziotti per auto erano solo uno, raddoppiandosi successivamente solo in SA. Gli stessi movimenti dei personaggi, come abbiamo visto in passato, seguono la logica della forza gravitazionale spostandosi quindi verso sinistra a causa della brusca curva verso destra. Entrambe le auto della polizia in primo piano presentano svariati danni sul parafango anteriore, sul cofano ed anche sul tettuccio - lo stesso parabrezza della prima auto sembra esser stato completamente distrutto.

Fuoco ravvicinato (img 089, 090, 091, 092 e 093): In questa sequenza possiamo vedere Niko sparare, usando una pistola, verso qualcuno molto vicino. Dopo lo sparo nella schermata compaiono diverse macchie di sangue - macchie che si muovono e che scompaiono negli ultimi frame senza lasciare traccia su Niko (come sappiamo, le macchie sugli abiti e sul corpo compaiono solo quando si viene feriti e non quando si ferisce). Ci troviamo molto probabilmente lungo il fiume, la zona infatti presenta delle barriere tipiche delle rive di New York. Intorno a noi possiamo notare vari detriti nella zona in cui ci troviamo, una strada subito dopo e in alto a destra, in cima alla struttura, un giardino e degli edifici. Durante lo sparo, la zona intorno alla pistola, la faccia e la mano di Niko si illuminano rispettando le forme e l'illuminazione stessa è realistica senza presentare effetti macchinosi. Come ultima considerazione, è probabile che la sequenza sia stata registrata da un filmato d'intermezzo o comunque da un'azione prestabilita che avviene in un determinato punto del gioco, ci sembra infatti improbabile che ogni volta si effettui un colpo ravvicinato, Niko porti la mano sul viso per ripararsi da eventuali schizzi e dalla fiamma della pistola.

Salto tra i tetti (img 094 e 095): Sequenza molto rapida in cui possiamo vedere, da una posizione sottostante, Niko saltare da un palazzo ad un altro. La scena non offre molti dettagli, possiamo vedere qualche finestra con di fronte delle grate - eccessivamente strette per essere le scalette antincendio.

"Caduta" sulle scale (img 096, 097, 098, 099, 100, 101 e 102): La sequenza, come altre in questo trailer, è una palese scusa per mostrare le capacità di Euphoria, il motore fisico che gestisce il gioco. In cima ad una scalinata si trovano Niko ed un personaggio - non noto, possibilmente un semplice pedone. Niko spara utilizzando un fucile a pompa contro il nemico, facendo comparire uno sbuffo di sangue nell'area attraverso il giubbotto del malcapitato. Ciò che di interessante offre la sequenza viene dopo, il colpo inferto infatti fa perdere l'equilibrio alla vittima che, cadendo all'indietro, ruzzola lungo tutta la scalinata in modo realistico, prendendo delle botte sui gradini che ne modificano la traiettoria, la posizione e la stessa rotazione, cosa che dimostra ancora una volta che non si tratta di animazioni pre-compilate - la caduta in questo caso sarebbe meccanica - ma create sul momento considerando l'incontro delle masse.

In fuga sulla sopraelevata (img 103, 104 e 105): In questa sequenza possiamo notare, più di ogni altra cosa, gli effetti dell'esplosione di un missile. Niko si trova a bordo di una moto - il cui frontalino somiglia ad un teschio dove nei lobi sono posti due fari - e sta correndo lungo la sopraelevata superando il treno (che possiamo vedere essere la linea K che porta da Sundance St. a South Slopes) che miracolosamente non viene colpito dal missile lanciato da un elicottero che vola sopra l'area. L'elicottero non si riesce a riconoscere pienamente ma sembra essere il solito dei servizi di immigrazione. Tra i fantastici effetti di illuminazione e fumo causati dal razzo e dall'esplosione, possiamo vedere a destra un ponte - molto più probabilmente una rampa - e a sinistra un traliccio sul quale sembrano esserci antenne di forma circolare e rettangolare.

Discussione con un poliziotto corrotto (img 106 e 107): Di Francis McReary - il tizio che parla con Niko - parleremo più ampiamente nella sezione dedicata ai personaggi. Ci troviamo quasi sicuramente vicino una zona importante della città, a destra si può infatti intravedere una struttura che fa pensare a qualche monumento viste le decorazioni sul muro. Si possono notare inoltre dei gradini e dei lampioni della luce, alcuni posti in cima a delle aste ed altri attaccati direttamente al muro. Sempre sul muro, completamente a sinistra, si può vedere una porta secondaria - tipica struttura delle porte di sicurezza con i maniglioni anti-panico. È possibile che ci si trovi in una zona panoramica lungo il fiume che attraversa la città, ma non abbiamo certezze in merito.

Fuga in mare (img 108, 109, 110, 111, 112, 113, 114, 115, 116 e 117): La scena si divide in due sequenze, simili ma non obbligatoriamente legate direttamente tra loro. Niko, come abbiamo visto anche nei passati trailer, sta fuggendo dalla polizia a bordo di un motoscafo. Insieme a Niko, a bordo dell'imbarcazione, si trovano due personaggi di colore, uno dei quali potrebbe essere Little Jacob - si intravede solo la capigliatura che rispecchia quella del giamaicano amico di Niko, ma non ci sono altri dati per confermare completamente l'ipotesi. Dietro Niko, sempre nella prima sequenza, si vedono due lance della polizia all'inseguimento del nostro protagonista che per difendersi/attaccare, spara qualche colpo di pistola in direzione dei poliziotti. Sempre in merito di proiettili, possiamo notare come il vetro del motoscafo abbia ricevuto un colpo - molto probabilmente lanciato dalla polizia - senza distruggersi completamente, ma mostrando semplicemente un foro ed una struttura tipica di brecce tutt'intorno a forma di ragnatela. Particolarmente interessanti sono gli effetti di luce che si possono vedere come i riflessi della città sulle acque del fiume. Della città si possono notare infine un molo che ricorda molto uno già visto nel terzo trailer, qualche pubblicità della Sprunk e nei primissimi frame un reticolato illuminato a giorno che dovrebbe essere la riproduzione del campetto di golf galleggiante sul fiume (Hudson River Golf Driving Range 1 e Hudson River Golf Driving Range 2). Nella seconda sequenza le lance della polizia non si vedono più, ma siamo sempre inseguiti da questa vista la presenza del raggio del faro di illuminazione dell'elicottero della polizia - si intravede solo il cono di luce, quindi anche se improbabile potrebbe anche trattarsi di un altro elicottero e non obbligatoriamente della polizia. L'imbarcazione utilizzata da Niko sembra essere la stessa, ma vista la differenza di angolazioni non possiamo essere certi di questo. Sullo sfondo possiamo vedere a sinistra la città, mentre a destra si trova la zona industriale/portuale. Al centro invece si trova una struttura sopraelevata, molto probabilmente l'autostrada che gira intorno la città.

Superare la barricata (img 118, 119, 120, 121, 122, 123 e 124): Anche questa scena, come la precedente, si divide in due sequenze. Nella prima possiamo godere di una visuale posta sul cofano dell'auto - una replica della Chrysler 300C più volte mostrata in passato - mentre si attraversa un ponte con la netta intenzione di superare una barricata della polizia composta da cinque auto e otto cavalletti. Oltre a questo possiamo vedere un'insegna della radio WKTT in alto a destra, una di auto o un film di auto a sinistra e l'insegna al termine del ponte che ci segnala Bohan di fronte a noi e l'uscita per il Chase Point Industrial a destra. Nella notte piovosa si vedono inoltre i condomini di Bohan in fondo, svariati alberi a sinistra, ma ciò che attira maggiormente l'attenzione sono i riflessi della strada bagnata che, a causa dell'illuminazione dei fari, sembra quasi brillare. Raggiunta la barricata, possiamo notare che i cavalletti - a differenza del passato - si rompono al contatto con l'automobile e proprio prima dell'impatto possiamo notare nell'area anche un paio di poliziotti, il primo in piedi nella corsia a sinistra e il secondo riparato dietro il cofano anteriore dell'auto della polizia all'estrema destra della carreggiata in cui ci troviamo. Durante l'impatto con i cavalletti la scena si posta dal cofano dell'auto alla carreggiata sinistra, mostrandoci quindi al meglio l'impatto dell'auto con il cavalletto che si rompe in modo realistico senza sfaldarsi come se fosse fatto di truciolato. Andando avanti di qualche frame, l'auto di Niko colpisce i veicoli della polizia e possiamo notare come l'impatto muova realisticamente tutti i veicoli. Altri due poliziotti si riescono ad intravedere, uno dei quali - fuori schermo - è riuscito a colpire l'auto guidata da Niko proprio sotto la maniglia della portiera del guidatore.

Fuori dall'auto in corsa (img 129, 130, 131, 132, 133, 134, 135 e 136): In questa sequenza Niko si trova ancora alla guida di un'auto simile a quella precedente - non si tratta però dello stesso veicolo in quanto mancano i danni subiti sul ponte. Appena il taxi, che è lo stesso modello di veicolo usato anche dalla polizia, si sposta a destra possiamo vedere Niko lanciarsi fuori dall'auto (una caratteristica che fu introdotta la prima volta in GTA VC). Durante il lancio, l'auto di Niko colpisce in pieno e sradica un palo della luce che a differenza del passato non si limita a cadere, ma fa comparire dei cavetti elettrici che staccandosi creano delle scintille tutt'intorno - la forte luce che illumina la città è causata da un fulmine. Il corpo di Niko, una volta fuori dall'auto, ruzzola sull'asfalto in modo realistico rispondendo correttamente alle masse e alle spinte. Riguardo ciò che ci circonda, possiamo vedere il tracciato della sopraelevata sopra di noi, una pedone a sinistra che cammina in una zona pedonale e degli edifici ed alberi sulla destra, oltre la strada.

Retro, sbandata e fuga (img 139, 140, 141, 142, 143, 144, 145, 146, 147, 148, 149 e 150): In questa scena vediamo Niko fuggire dalla polizia a bordo di un'auto sportiva - il cui frontale ricorda le Lamborghini e il posteriore una Pagani Zonda - lungo le strade di Algonquin. Particolarmente d'impatto è la manovra affrontata da Niko, la scena infatti comincia con Niko che usa la retromarcia per prendere spazio, sbandare in modo da andare in testa coda e ripartire usando le normali marce - a detta di Rockstar Games, il programmatore che ha registrato la scena ha impiegato ore per perfezionare il 180° ad alta velocità. È interessante vedere come durante l'uso della retro Niko non mantenga la posizione di guida di base, ma si gira guardando dietro di se in modo realistico, cosa che non avveniva nei passati titoli. L'area è piena di oggetti e veicoli, tra taxi, auto normali e quelle della polizia (una delle quali è ferma sulla destra come se fosse tanto danneggiata da non potersi più muovere), si possono contare più di una dozzina di veicoli ai quali aggiungere anche un elicottero della polizia - non quello dei servizi d'immigrazione - che nelle scene iniziali ha il faro acceso che spegne subito dopo senza apparente giustificazione. Su un lato della strada si può notare un edificio con su scritto "Liberty City Delivery", alcuni pali, una cassetta della posta, gli stand dei giornali e una mezza dozzina di pedoni in cima alle scale dell'edificio precedentemente citato. Sulla destra invece la strada è piena di alberi, oltre la recinzione infatti dovrebbe esserci la replica di Central Park - nel gioco chiamato Middle Park. Uno degli alberi lungo il marciapiede sembra esser stato abbattuto, molto probabilmente da un incidente, possibilmente lo stesso che ha bloccato l'auto della polizia vista precedentemente.

Assalto alla stazione Emerald (img 156, 157, 158, 159, 160 e 161): Ci troviamo all'interno della stazione Emerald - il cui ingresso lo avevamo visto nella sequenza "Fuga dal vicolo" - con la scena che si concentra inizialmente sul binario destro mostrandoci membri della polizia e dei N.O.O.S.E. (gli S.W.A.T. di GTA IV - si presume che sia l'acronimo di "National Organization of Security Enforcement") che si spostano nell'area sparando verso il binario opposto. È possibile notare una funzione del sistema di copertura, ossia la possibilità di scivolare verso una copertura, un membro dei N.O.O.S.E. infatti scivola verso destra in modo controllato raggiungendo la copertura individuata. Sempre in merito ai N.O.O.S.E. è possibile individuare due equipaggiamenti diversi - due membri possiedono infatti solo un caschetto e gli occhiali protettivi mentre il terzo è munito anche di maschera antigas. In merito alla stazione vera e propria, possiamo vedere alcune mattonelle mancare sui muri e della spazzatura in giro. Sul muro è possibile notare inoltre il nome della stazione, le informazioni sulla linea che passa (A8 che va da Downtown alla West Coast Station), la successiva fermata (Castle Gardens) e la mappa completa dei tracciati della metro (pubblicata illegalmente qualche giorno fa da uno sconosciuto in rete). La telecamera subito dopo si sposta dal binario sinistro a quello destro mostrando un tizio incappucciato - quello che molto probabilmente è Niko - sparare verso il binario destro e quindi contro i poliziotti e i membri dei N.O.O.S.E. Si possono notare, sulla stessa banchina di Niko, tre corpi esanimi a terra (che sembrano essere quelli di poliziotti). Anche qui sul muro è possibile vedere il nome della stazione, la linea che passa (J3, da Midtown a Broker), la successiva fermata (Easton) e la mappa stessa dei tracciati. Tra le altre cose, superati i binari ed in primissimo piano a sinistra si può vedere il cinturone con la pistola su di un poliziotto che resta a terra - molto probabilmente esanime - dopo che si era riparato dietro un cestino della spazzatura.

Serbatoi bianchi e rossi (img 162, 163, 164 e 165): In questa scena Niko si trova a bordo di un'auto azzurra simile alla vecchia Honda NSX, con la quale colpisce delle barriere stradali (si tratta di serbatoi riempiti di acqua e messi a protezione/segnalazione di determinate aree). Nei primi frame possiamo vedere il cofano leggermente alzato e che andando avanti si abbassa - forse anche richiudendosi - nei frame finali, frame che mostrano un bug tecnico, si può vedere infatti il pneumatico anteriore sinistro superare completamente la carrozzeria creando un incrocio tra i modelli poligonali. Il luogo dove avviene l'incidente non è riconoscibile, possiamo notare un alto palazzo a destra e delle strutture a sinistra che ricordano l'uscita di un ponte con le insegne stradali - viste da dietro - che indicano le direzioni e le uscite.

Abbattuto a Star Junction (img 166, 167, 168, 169 e 170): Ci troviamo nuovamente a Star Junction e questa volta Niko si trova alla guida dell'elicottero dei servizi d'immigrazione sfruttando le armi montate su questo per abbattere un altro elicottero dei servizi. Sul secondo elicottero è possibile vedere dei fori di proiettile - causati dalla mitragliatrice controllata da Niko che continua a sparare - e danni vari che hanno mandato in fiamme il rotore principale dalla quale è possibile vedere uscire una colonna di fumo nero oltre alle fiamme. Oltre agli elicotteri si possono vedere le mille scritte ed insegne di Star Junction tra le quali possiamo segnalare quelli riconoscibili della CNT (presumibilmente un canale televisivo), Whiz (telefonia mobile), Sprunk e Logger (bibita e birra) ed altri non meglio riconoscibili con un giocatore di basket in primo piano ed un cronometro appena dietro, un'altra insegna che pubblicizza probabilmente un locale chiamato Andybox e tanto altro non meglio riconoscibile. Tra le scritte che scorrono lungo le insegne a sinistra e in basso si possono leggere le scritte "Iran" in una e "Corporate America" in un'altra più altre non meglio riconoscibili. Nei primi frame inoltre, in alto a destra, è possibile vedere oltre i palazzi parte di Middle Park (la riproduzione in GTA IV di Central Park).

Colpo di fucile "cinematografico" (img 171, 172, 173 e 174): In questa scena possiamo vedere Niko sparare un colpo con il fucile a pompa nella zona sottostante un ponte. Oltre il fiume è possibile notare la presenza dei maggiori grattacieli di Algonquin - L'Empire State, il Chrysler e il GetaLife Building. Particolarmente d'effetto sono i riflessi delle luci della città sul fiume che luccicano e si muovono seguendo le onde.

Esplosione e volo a South Street Seaport (img 175, 176, 177, 178, 179, 180, 181 e 182): Questa sequenza ha luogo nella zona a sud di Algonquin, luogo già visto nel secondo trailer durante la chiusura dello stesso in cui Niko rispondeva al telefono. La scena, come altre di questo trailer, mostra le potenzialità di Euphoria facendo vedere cosa avviene ad un corpo quando viene coinvolto da un'esplosione - in questo caso ad esplodere è un'auto, ma presumibilmente avverrà la stessa con granate ed RPG. In contemporanea all'esplosione il corpo di Niko viene sbalzato in aria ricevendo una spinta dal basso che praticamente ne ribalta il corpo facendolo anche ruotare verso sinistra. Possiamo vedere come ogni parte del corpo segue la rotazione e la spinta stessa in modo logico, rispecchiando la spinta che lo stesso veicolo subisce. Particolarmente degni di nota sono i dettagli su Niko (pieghe degli abiti e dettagli sulle suole delle scarpe) e sull'automobile (i danni subiti dal veicolo durante l'esplosione con i vetri e pezzi della carrozzeria che saltano in aria avvolgendosi nel fumo e nel fuoco.

"Che fatica!" (img 208, 209, 210, 211, 212, 213, 214, 215, 216 e 217): La scena ha luogo sul tetto di un edificio ad Algonquin, si possono riconoscere alcuni edifici da piccoli particolari e la zona è vicina a Star Junction. Quando la scena si sposta a sinistra possiamo vedere l'edificio del "The Daily Globe" (la parodia di un giornale) e moltissime pubblicità, tre delle quali quelle di tre film o telefilm dal nome "Twins", "Waning Stars" ed un altro sinceramente indecifrabile. Tra le pubblicità invece si notano Clukin' Bell, flyUS, WTF, Weazel News ed altre meno chiare. La telecamera muovendosi inquadra anche Niko - e dietro di questo parte dell'Empire State Building illuminato - che nei frame finali si passa la manica del giubbotto sulla fronte come ad asciugarsi della pioggia che sta cadendo o del sudore speso per raggiungere la cima di questo alto edificio.

Interni di Liberty City
Bank of Liberty (img 007, 008, 009, 010, 011 e 012): Questi rapinatori sono entrati all'interno di una filiale della Bank of Liberty - aumentato il contrasto dell'immagine, è possibile leggere il nome sui vetri delle porte. La banca e le porte d'ingresso sono divise da una piccola stanza e da alcune porte in legno che nella sequenza sono aperte e restano aperte. L'ingresso e la banca vera e propria sono completamente differenti, dove nell'ingresso possiamo vedere uno stile più moderno con a terra della moquette e i muri con piastrelle grandi poste ad intervalli regolari. La zona della banca riprende invece uno stile molto più classico con pavimento in marmo e delle colonne bianche che fanno da contrasto ai muri in legno scuro.

Casa della mafia (img 020, 021, 022, 085, 086, 087 e 088): Questa casa è già stata ampiamente analizzata all'interno dell'articolo dedicato al minitrailer di Phil Bell.
Nella prima e terza sequenza la scena è incentrata sul presunto boss seduto su un divano bianco con svariati cuscini sopra. Dietro il divano si trova una finestra - contornata da un tendaggio pesante - i cui vetri sono abbastanza chiari da mostrare un albero e l'edificio di fronte. Nella seconda sequenza la telecamera si sposta indietro mostrando molto più della stanza, come il tavolinetto basso al centro dove si trova un portasigari, un posacenere ed un vassoio con diversi bicchieri ed una bottiglia di liquore. A destra si può intravedere un televisore a schermo piatto mentre, è tecnicamente più interessante vedere a sinistra la lampada che proietta realisticamente due fasci di luce illuminando realisticamente la stanza.

Appartamento sconosciuto 1 (img 041 e 042): Di questo appartamento sappiamo e vediamo effettivamente ben poco. Il soggetto è seduto su una poltrona nera con sopra una coperta/cuscino con trama tipica della flanella. Dietro la poltrona si trova la zona della cucina - si intravedono i mobili oltre le grate multicolore in alto a sinistra. I muri della cucina presentano una carta da parati con trama floreale mentre la zona con la poltrona presenta una trama geometrica. A destra e in fondo alla cucina si possono vedere un paio di finestre attraverso le quali si può vedere l'esterno con una casa a mattoni rossi (tipica di Bohan), degli alberi ed un palo.

Appartamento sconosciuto 2 (img 056, 057, 058, 059, 060, 061, 062, 063 e 064): Questo appartamento si mostra completamente malandato, muri e pavimenti sono in parte distrutti e completamente sporchi. Alcune porzioni dei muri inoltre sono piene di graffiti, di macchie e di segni non meglio distinguibili oltre a dei fori di proiettile. Attraverso un muro rotto è possibile intravedere la cucina con i piani di lavoro, il lavello, un cucinino e ciò che sembra essere una lavatrice o una lavastoviglie.

Club e magia (img 070, 071, 072, 073, 074, 075, 076 e 077): Queste due scene mostrano un club già visto nel terzo trailer. Nella prima e terza sequenza possiamo vedere (prima in secondo piano e poi in primo) il palco dove un mago e la sua assistente si stanno preparando per un numero - molto probabilmente quello dell'assistente all'interno di una scatola e divisa a metà da una "sega circolare". Nella prima sequenza, in primo piano, possiamo vedere dei tavoli con una tovaglia bianca sopra, qualche candela e dei vasi/bicchieri con un paio di fiori rossi a gambo corto dentro. Sulle due tavolate possiamo intravedere cinque persone in tutto, due dei quali seminascosti o tagliati dall'inquadratura. Gli altri pedoni sono due donne ed un uomo, entrambe le donne sono girate verso lo spettacolo, mentre l'uomo dà completamente le spalle. La seconda scena resta all'interno del locale, ma si sposta nei tavolini privati dove si trovano Niko, Dimitri ed un personaggio di cui non sappiamo ancora il nome, ma che abbiamo già incontrato in passato. Sul tavolo dei tre si può vedere un posacenere, un paio di grandi calici ed un portabottiglie.

St. Mary's Community Project (img 125, 126, 127 e 128): Di questo locale abbiamo ampiamente discusso all'interno dell'analisi del minitrailer dedicato a Manny Escuela. Queste scene, rispetto a quelle già analizzate, non forniscono ulteriori dettagli.

Privè (img 137 e 138): In questa scena ci troviamo all'interno di un privè e precisamente alle spalle di un tizio - che presumibilmente si tratta di Niko, ma non è certa come cosa. Appena la visuale si sposta a sinistra al centro della schermata compare una spogliarellista - in tanga e reggiseno - che mostrando il fondoschiena si ruota verso il cliente facendo con la mano un gesto negativo (del tipo "si guarda ma non si tocca"). Ingrandendo la zona del seno, si può notare come sui capezzoli della ragazza siano presenti dei copricapezzoli neri a forma di X. Di questi, a differenza del reggiseno, si nota la forma, non solo grafica, ma anche solida. Il reggiseno invece sembra essere solo una zona colorata successivamente, non ha infatti uno spessore come gli altri indumenti sulla donna.

Casa di Elizabeta (img 151, 152, 153, 154 e 155): In queste scene possiamo vedere l'appartamento di Elizabeta, appartamento di cui abbiamo ampiamente discusso all'interno dell'analisi del terzo trailer e del minitrailer dedicato a Manny Escuela e Packie McReary. Queste scene, rispetto a quelle già analizzate, non forniscono ulteriori dettagli.

Cantina (img 183, 184, 185 e 186): Di questo locale abbiamo ampiamente discusso nell'analisi del terzo trailer. La scena stessa è direttamente correlata a quella vista nel terzo trailer, il tizio con la cicatrice sul volto ha ancora in mano la segaossa con la quale minacciava precedentemente i due cugini.
Alcune voci sulla rete dicono che in questa scena ci sono delle "prove" che portano a pensare che Roman, il cugino di Niko sia stato ucciso. La scena mostra la segaossa insanguinata e lo sguardo di Niko - che sembra rassegnato ed abbattuto - porta a credere che sia successo qualcosa di grosso. Queste teorie però non tengono conto di alcuni fattori importanti, in primis la stessa segaossa, che mostra gli stessi identici schizzi di sangue del terzo trailer in cui si vede Roman ben più che vivo (vedi immagine). Il secondo fattore che non viene preso in considerazione è il carattere di Niko, sino ad ora presentato come un duro che non si fa abbattere dalle situazioni per quanto negative queste siano, se quindi il cugino fosse stato ucciso, per di più utilizzando una segaossa, non pensiamo che questo quarantenne segnato da anni in eserciti e galere di mezzo mondo si sia limitato a stare fermo facendosi abbattere dalla situazione.
Rispetto al terzo trailer, in questa scena si può vedere una parete prima nascosta, ossia quella alle spalle di Niko che presenta la stessa incuria del resto della cantina ed una finestra che sembra mostrare una saletta con un paio di panche.

Personaggi
Rapinatori (img 007, 008, 009, 010, 011, 012, 023, 024, 025, 026, 027, 028, 029, 034, 035 e 036): Tra i rapinatori non è possibile riconoscere nessuno. Probabilmente tra di loro è presente anche Niko Bellic. Vestono tutti con completi eleganti e un passamontagna.
In un'altra scena, tre rapinatori vengono seguiti e colpiti da un elicottero. Non sappiamo se si tratta degli stessi rapinatori di prima, però possiamo vedere che hanno appena rapinato qualche edificio e portano sulle spalle delle borse. Da un'inquadratura ravvicinata alle gambe di uno, possiamo vedere delle ferite, ferite che compaiono anche in parti tecnicamente coperte dai colpi, come sotto la borsa o nelle natiche.
Un rapinatore compare in un'altra scena, impugna un AK sparando un colpo, porta una borsa sulle spalle ed è ferito al braccio sinistro.

Playboy X (img 030, 031, 032, 033 e 203): Un uomo di colore, già visto nel terzo trailer, che, come confermato da un'anteprima di Kikizo, possiede molto denaro e una villa a Liberty City. I vestiti sono gli stessi visti nel terzo trailer, ancora una volta possiamo vedere che la cerniera è modellata a parte dalla felpa. Qui tiene tra le dita un mozzo di un sigaro o qualcosa del genere. Infine lo si vede giocare a biliardo insieme a Niko in uno screenshot nella parte finale del video.

Dimitri (img 073, 074 e 194): Il nome di questo personaggio è Dimitri. È stato già visto nel terzo trailer del gioco, mentre schiaffeggia Niko legato ad una sedia. Compare prima nella sala dove è in scena uno spettacolo di magia ed è seduto insieme a Niko e all'uomo di cui non si sa il nome ma che compare una seconda volta in questo trailer ed è già apparso nel terzo trailer. Il vestito indossato è lo stesso del terzo trailer e dell'immagine nascosta nella sequenza "riavvolgimento" di questo video. La cravatta che indossa è modellata separatamente dal suo vestito ed ha una sua fisica.

Francis McReary (img 106 e 107): Francis è un poliziotto corrotto di origini irlandesi. Nel video indossa una camicia bianca con cravatta verde a righe, una giacca marrone e una coppola verde. Nella sua giacca è presente anche una spilla verde lucente.

Manny Escuela (img 125, 126, 127 e 128): Anche questo personaggio è stato visto diverse volte nei vari screenshots e nei minitrailers. Nel trailer si trova all'interno del St. Mary's Community Center e il suo abbigliamento è lo stesso di sempre.

Elizabeta (img 151, 152 e 153): Un altro personaggio già conosciuto, Elizabeta in questa sequenza si trova all'interno del suo appartamento. Tecnicamente, in questo video è la prima volta che la si sente dire una parola, in passato infatti la si è sentita solo ridere di gusto. L'espressione facciale è realizzata in un modo molto credibile.

Sconosciuto #1 (img 020, 021, 022, 085, 086, 087 e 088): Molto probabilmente il boss della mafia italiana di Liberty City - sicuramente socio o parente di Phil Bell, il businessman di Alderney. È stato visto in altre occasioni, nel terzo trailer del gioco e nel minitrailer di Phil Bell. A quanto pare gestisce o frequenta uno strip club chiamato Honkers. In questa scena lo si vede all'interno della casa già vista nel minitrailer di Phil Bell, seduto su un divano, con dietro uno scagnozzo. Può ricordare molto uno dei personaggi della serie TV "I Soprano" (si pensa che Rockstar si sia ispirata molto a questa serie per la creazione dei mafiosi).

Sconosciuto #2 (img 041 e 042): Un altro uomo di colore con la barba. Probabilmente si tratta di Dwayne Forge, un ex-spacciatore appena scarcerato e mentore di Playboy X, menzionato anch'esso in un'anteprima di Kikizo. Nella scena impugna un UZI con il quale imita uno sparo. I dettagli della mano e della rasatura sono incredibili.

Sconosciuto #3 (img 056, 057, 058, 059, 060, 061, 062, 063 e 064): Probabilmente un agente sotto copertura del Dipartimento di polizia di Liberty City. Indossa una camicia fantasia viola, un orologio d'oro che segna le otto e venti, un braccialetto d'oro sul polso della mano destra, un tatuaggio di un drago sull'avambraccio sinistro e impugna una pistola 9mm. La sua camicia a tratti sembra spigolosa non rendendo bene l'effetto di "piegatura". Insieme a lui ci sono altre persone, che o come lui sono agenti sotto copertura o non appartengono alla LCPD. A dire il vero, non è chiaro se si tratta di un poliziotto o no, potrebbe anche essere un gangster che urla la frase tipica dei poliziotti per scovare il nemico. L'altro suo compagno ha un tatuaggio che parte dalla spalla fino al bicipite destro, indossa una canottiera bianca e jeans ed impugna un AK. La stessa arma è impugnata da una terza persona che fugge in fretta e che sembra avere un tatuaggio sul collo che arriva fino alla guancia.

Sconosciuto #4 (img 073, 074 e 183): Si suppone che il nome di questo personaggio sia Mikhail Faustin, un boss della mafia russa. È apparso la prima volta nel terzo trailer di GTA IV e non sembrava essere molto felice della presenza di qualcuno (probabilmente Niko), e forse si tratta dello stesso personaggio che sempre nel terzo trailer ha pronunciato la frase "Move up, ladies". Ora lo si vede ascoltare Dimitri nella sala di uno spettacolo, seduto vicino a Niko, poi lo si vede sorprendere quello che si crede essere un suo scagnozzo mentre sta per ferire Niko con una sega. La sequenza è molto corta e questo personaggio pronuncia la frase che fa da titolo al trailer. Dalla sua camicia rossa leggermente aperta, si può intravedere parte di un tatuaggio o forse i peli del petto.

Sconosciuto #5 (img 184, 185 e 186): Un altro personaggio conosciuto, comparso diverse volte nel terzo trailer del gioco. La sua espressione di stupore è realizzata molto bene. Si ritrae da Niko con una segaossa impregnata di sangue. Questo personaggio è già stato descritto nell'analisi del terzo trailer, qui indossa gli stessi vestiti ed è possibile vedere di nuovo quei piccoli dettagli del suo viso, come la cicatrice che attraversa l'intera guancia destra.

Sconosciuto #7 (img 190): Questo personaggio compare in uno screenshot alla fine del video. Porta la barba e sembra supplicare Niko di non sparare. Purtroppo non sappiamo altro di lui.

Sconosciuto #8 (img 202): Si tratta di un prete anziano che sta esaminando un diamante con una lente. Notare la realizzazione del viso, con gli angoli della bocca che rendono un sorriso di soddisfazione molto credibile.

Screen del riavvolgimento
La scena in cui viene mostrato un riavvolgimento in realtà presenta ventuno nuovi screenshots - si tratta di immagini e non di rapidissimi microfilmati - e non il filmato precedente che si riavvolge su se stesso. In questa sezione analizzeremo quindi queste ventuno immagini nello stesso modo in cui abbiamo precedentemente analizzato le sequenze del trailer.

Ponte di Broker (img 187): In questo screen possiamo vedere Niko in primissimo piano con alle spalle il ponte di Broker e parte dei grattacieli di Algonquin.

Flatbed (img 188): In questa immagine vediamo Niko a bordo di un Flatbed della "MTL" (marchio nuovo non presente in passato). Il veicolo è pieno di dettagli, dalle trombe del clacson ai due marmittoni laterali che presentano in cima un oscuramento dovuto ai gas di scarico. Non ci sono abbastanza dettagli per individuare la zona in cui Niko e il suo camion si trovano, si possono vedere solo un albero, un'alta colonna in cemento bianco, il tetto di un edificio con sopra una cisterna per la raccolta dell'acqua piovana e poco dietro il camion, il palo di sostegno (con delle scalette probabilmente utilizzabili) di un enorme cartellone pubblicitario.

AutoEroticar (img 189): L'autosalone Eroticar lo avevamo già intravisto in una scena all'interno del minitrailer dedicato alla Karin Dilettante. La visuale sull'autosalone è adesso molto più ampia, possiamo vederne chiaramente l'insegna e la zona dove si trovano i veicoli. Buona parte dei quali sono danneggiati o parcheggiati in modo strano, molto probabilmente a causa della sparatoria che sta avvenendo tra Niko e dei poliziotti con giacca e cappello verdi e pantaloni blu (forse si tratta di una versione iniziale non ottimizzata o membri di un servizio di sicurezza privato). Restando in ambito personaggi, possiamo notare come il calcio del fucile a pompa imbracciato da Niko, trapassi completamente il braccio del personaggio, cosa che aumenta ancora i nostri dubbi sulla "datazione" dello screen. Tutto intorno a Niko possiamo vedere delle pozze di sangue e il personaggio stesso mostra una ferita sulla fronte. Esulando dai personaggi e tornando all'autosalone, possiamo notare dei nastrini attaccati sui pali in alto e tra le auto si possono riconoscere una replica della Chrysler 300c, della Corvette C6 decapottabile ed una che sembra essere un misto tra una Renault 11 e Toyota Corolla. Gli altri veicoli non presentano porzioni sufficientemente ampie per essere comparate con modelli reali.

Appartamento sconosciuto 3 (img 190): In questa scena vediamo Niko minacciare un tizio - che sembra chiedere del tempo per spiegarsi o pietà dal suo probabile assassino - all'interno di una camera. La stanza ha colori chiari ed è ben curata con il pavimento in moquette e i muri con la zona bassa rivestita in legno. Tra il mobilio si può notare una poltrona con cuscino, un divano ed un tavolino alto sopra il quale ci sono una bottiglia di liquore, un bicchiere ed un lume. Sul muro si trovano attaccati un paio di quadri: il più piccolo mostra una natura morta, mentre l'altro una villa in mezzo a diversi alberi.

Slalom tra i rottami sul ponte (img 191): Questa immagine è stata scattata probabilmente durante una fuga. Possiamo vedere Niko fare uno slalom - mettendo in mostra le sospensioni dell'auto che guida - su di un ponte attraverso tre individuabili carcasse d'auto ancora in fiamme. Dietro la carcassa a destra si può notare un veicolo alto con un linea di sirene sul tettuccio. Certamente non si tratta di una normale auto della polizia, piuttosto dà l'impressione di essere un Hum-vee (chiamato da sempre Patriot in GTA) modificato per la polizia - veicolo che alcuni dipartimenti di polizia americana utilizzano, ma in genere questo avviene non in aree cittadine quanto piuttosto in zone dove si trovano deserti o ampie spiagge come il Nevada e la California tanto per citarne due. Quale sia il ponte che Niko sta superando non è possibile dirlo, non abbiamo infatti alcun dato per individuare chiaramente l'area, sullo sfondo si possono solo notare degli edifici, uno dei quali presenta una cisterna per la raccolta dell'acqua piovana sul tetto.

Rubare l'auto con stile (img 192): In questa immagine possiamo vedere Niko puntare la pistola verso un guidatore di un'auto che in tutta risposta mette le mani in alto. Questa azione ci permette di individuare due nuove caratteristiche nel gioco, la prima è relativa all'interattività degli NPC (personaggi non protagonisti) rispetto al mondo che li circonda, se in passato infatti i guidatori non reagivano che alle sollecitazioni dirette - incidenti, spari diretti sull'auto o sulle gomme - questi adesso reagiscono anche alla sola arma puntata, rendendoli quindi più realistici. La seconda cosa che si può notare o meglio che si può dedurre, è che non sempre sarà richiesta la forza per rubare un'auto, apparentemente infatti basta puntare l'arma verso il guidatore per farlo fermare - e forse uscire successivamente dall'auto. Oltre alla scena principale, nell'immagine si notano un paio di Jeep (una è la Cavalcary FXT, l'altra una DeClasse). Sotto la seconda Jeep si possono intravedere i piedi di un pedone ed un'auto blu non meglio identificabile. Del luogo si nota appena la fronda di un albero ed un palazzo vecchio stile, dettagli non sufficienti al momento per individuare l'area in cui avviene il tutto.

Di fronte la rimessa di Roman (img 193): L'immagine è stata scattata proprio di fronte alla rimessa per taxi di Roman, il cugino di Niko, possiamo infatti vedere chiaramente l'auto di Roman, parte della rimessa e dell'insegna in alto. A destra possiamo vedere parte del porto della città con una grande nave che presenta un'enorme scritta "No Smoking" (vietato fumare) e dietro di questo il ponte di Broker e parte dei grattacieli della città. Di fianco alla nave e in primo piano si può vedere un'enorme gru bianca e rossa che trasporta una trave, qualche palo e degli stand di giornali.

In panchina (img 194): In questa scena possiamo vedere seduti su una panchina Niko e Dimitri, con quest'ultimo che sembra "struggersi" per qualcosa. La zona molto probabilmente è Firefly Island (la riproduzione di Coney Island) a sud di Hove Beach. Alle spalle dei due personaggi possiamo vedere due attrazioni, la prima si chiama "Shoot out the Star" e la seconda "Balloon Game". A sinistra si può vedere un negozio di foto e souvenirs, sulla tenda si può leggere infatti che vende magliette, cornici, tazze, portachiavi e che fanno foto per i visti e carte d'identità.

Nel vicolo (img 195): In questa immagine possiamo vedere Niko con addosso quello che Rockstar chiama "Money bag" (questo il nome dell'immagine stessa inviataci da Rockstar). Ci troviamo in un vicolo con Niko che probabilmente sta fuggendo dal luogo rapinato eliminando i poliziotti che gli bloccano la fuga. Alle spalle di Niko si trova un'auto della polizia e su entrambi i lati due poliziotti morti - di fianco quello a destra si può vedere la pistola segnalata dall'alone giallo. Un'altra cosa non visibile in questo screen, ma visibile nell'immagine ad alta definizione che ci ha inviato Rockstar, sono delle frecce di colore blu che molto probabilmente indicano la posizione di eventuali alleati o di oggetti da raccogliere - sappiamo infatti grazie a questo screen che i nemici sono segnalati dalla stessa freccia, ma di colore rosso. Oltre tutto questo, possiamo vedere nel vicolo diversi cassonetti e scale antincendio che potremo certamente utilizzare.

Panorama (img 196): Forse lo screen più bello di tutta la sequenza. In questa immagine Niko è in primo piano con indosso vestiti che ricordano quelli di Vlad Glebov. Impugna un M-16, il suo gomito sinistro è macchiato di sangue - è possibile vedere anche l'effetto del riflesso che solitamente si crea in un indumento bagnato - e la sua fronte presenta una leggera ferita o dello sporco. Nello sfondo è presente un fantastico panorama di Liberty City, ed è grazie alla nuovissima distanza di visuale del gioco. Tra i vari edifici è possibile riconoscere le riproduzioni dell'Hearst Tower e del Chrysler Building di New York.

Al riparo (img 197): In questo screen è possibile vedere Niko ripararsi dietro un'auto della polizia di Liberty City. L'auto è parcheggiata di fronte ad un garage con un insegna la cui parola finisce con "NB". Niko sta sparando alla cieca attraverso il nuovo sistema di copertura, ma è evidente che ha anche ricevuto dei colpi dalla parte opposta dove è più visibile. I pantaloni sono macchiati di sangue e i colpi hanno fatto schizzare un po' del suo sangue sulla fiancata dell'auto. Possiamo vedere anche che alcuni proiettili sono andati a vuoto, infatti la fiancata presenta tre piccoli buchi intorno alla ruota posteriore e il vetro del finestrino è leggermente infranto.

Nella veranda (img 198): In questa immagine Niko sembra essere all'interno di una veranda che si affaccia su un parco. L'espressione pacata di Niko può farci pensare alla fine o all'inizio di un appuntamento, ed è quindi probabile che di fronte a Niko, davanti la porta della casa, è presente la ragazza con cui deve uscire o è già uscito - potrebbe essere una variante della scena già vista nel terzo trailer quando una ragazza dà un bacio sulla guancia di Niko. Niko indossa una tuta sportiva, come al solito dettagliata nei minimi particolari. La veranda è decorata con vasi a piante, e in lontananza è possibile vedere la cima di un edificio che purtroppo non è possibile identificare.

Fuoco dall'alto (img 199): In questa scena possiamo vedere Niko su una rampa delle scalette antincendio sparare nell'area sottostante utilizzando una pistola. L'inquadratura è alta, ma in linea con Niko, non ci è quindi possibile capire a chi o a cosa sta sparando Niko, ma fortunatamente abbiamo la possibilità di vedere parte dell'area con grandi edifici tutt'interno e in lontananza un ponte che connette quest'area all'isola di Algonquin - riconoscibile dai flebili contorni dei palazzi visti in lontananza. Tornando a guardare ciò che si trova vicino a Niko, possiamo vedere dei container, diversi pali del telefono - su quello più vicino a Niko se ne intravedono anche i pioli per la scalata - e diversi cassonetti. L'area, probabilmente, è la zona industriale al confine tra Broker e Dukes

Serve un passaggio? (img 200): L'immagine mostra in primissimo piano Niko a bordo di un taxi. Buona parte dell'inquadratura è occupata dalle forme del taxi, si possono intravedere appena un palo, parte di un edificio, un albero e sulla sinistra un muro non meglio identificabile.

Attacco al porto (img 201): Questa immagine mostra lo scenario di una sparatoria nella zona portuale di Liberty City. Niko si ripara dietro la fiancata di un'auto gialla e nella zona sono presenti tre nemici, uno nascosto dietro una berlina nera e altri due in fondo mentre cercano un riparo. Sullo sfondo è presente un enorme nave consunta e arrugginita. La berlina scura, anche se la qualità compressa dello screen non ci permette di godere di un dettaglio più profondo, presenta la targa temporanea con scritto "Liberty City" e sembra essere molto dettagliata, sia in termini di illuminazione e riflessi che in termini di dettagli.

Locale sconosciuto (img 202): L'immagine mostra Niko e un personaggio sconosciuto all'interno di una stanza mai vista finora. Dalle arcate, le statue e quella che sembra essere una vetrata, si potrebbe ipotizzare che si tratti dell'interno di una chiesa o di qualche edificio simile. La tesi della chiesa può essere confermata dal personaggio anziano sconosciuto che porta una papalina in testa e sorride mentre esamina un diamante attraverso una lente d'ingrandimento. Potrebbe trattarsi di un prete, anche se non sembra portare il collare bianco al collo. Ricordiamo che i personaggi religiosi nei Grand Theft Auto sono una presenza abbastanza frequenti nei diversi titoli, dal pastore Richards di Vice City, al predicatore amante delle prostitute in San Andreas, fino al finto parroco Ned Burner in GTA Liberty City Stories. Non è da escludere che in GTA IV ci sia un prete che ama i gioielli.

Club di biliardo (img 203): In questa scena vediamo Niko e Playboy X mentre giocano a biliardo. Sicuramente si tratta di un appuntamento tra i due amici, appuntamento che è possibile attivare attraverso una chiamata sul cellulare e che serve per stabilire un rapporto d'amicizia con i vari personaggi del gioco e datori di missioni. In questa scena possiamo notare che il pallino è una sfera perfetta, senza spigoli. Il muro è composto di mattoni ed è presente un quadro di cui è possibile vedere solo una piccola parte. Niko indossa i guanti senza dita e sta assestando l'appoggiatura dei piedi a terra come abbiamo già visto fare in altri video. Di Playboy X possiamo vedere che i vestiti sono qualcosa di separato rispetto al suo corpo.

Sabre Turbo (img 204): La nuova Sabre Turbo del gioco in una strada di Broker, vicino il ponte che collega questo quartiere con Algonquin. L'auto è molto dettagliata dai fari, ai cerchioni, fino alle maniglie e alle scritte sulle fiancate (su cui è possibile leggere solo Sabre Turbo). L'auto sta svoltando in una curva e possiamo vedere che è piegata da un lato grazie alle nuove meccaniche che controllano le sospensioni dei veicoli. Nello sfondo si stagliano i grattacieli di Algonquin sulla luce del tramonto o dell'alba. Il livello di dettaglio degli edifici in vicinanza è molto alto.

Cher Kov (img 205): Una delle prime insegne che abbiamo letto su GTA IV. Cher Kov probabilmente fa riferimento ad un nome in russo e allo stesso tempo alla parola inglese "Jerk Off", che inglese si intende l'atto della masturbazione. Niko impugna un fucile e sta probabilmente camminando sopra il tetto di un edificio di fronte a quello di Cher Kov. In lontananza si possono notare alcuni edifici del quartiere di Broker.

Esplosione (img 206): Questo screen mostra lo straordinario effetto di esplosione di una pompa di benzina. Si possono vedere detriti volare dappertutto, fumo con tonalità di colori che vanno dal nero al grigio e del fuoco incredibilmente reale. Niko fugge dall'esplosione con in mano una 9mm.

Sotto la pioggia (img 207): L'ultimo screen della sequenza del riavvolgimento, mostra Niko in primo piano vicino al ponte di Broker, ad Algonquin. Sta piovendo e sullo sfondo è possibile vedere parte del quartiere di Broker, le arcate del ponte hanno le tipiche luci bianche e rosse come nel reale Brooklyn Bridge di New York. Niko è palesemente zuppo d'acqua - non sappiamo se a causa dalla pioggia o per essere appena uscito dall'acqua del fiume - ed ha un'espressione corrucciata probabilmente dovuto al fatto che si sta bagnando. La faccia e i vestiti sono illuminati da qualche luce (probabilmente un riflesso del cielo o della luna) alla sua sinistra. I suoi vestiti sono molto luccicanti, quasi possono sembrare di plastica o forse si tratta di un giubbotto di pelle estremamente inzuppato. Non è possibile capire se ci sono anche delle macchie di sangue.

Testo del trailer
TESTO ORIGINALE

Robber #1: None of you move.
Robber #2: Get on the floor.
Unknow #1: We got real problems.
Playboy X: This is my town.
Unknow #2: Bang.
Unknow #3: LCPD. Freeze! I said freeze!
Unknow #1: Remember who I said to go see? Go see him, and shut him up...
Francis McReary: I paid you to do a man's job, amateur.
Manny Escuela: You know, sometimes you gotta break some omelettes to make some eggs. You know what I'm saying?
Elizabeta: Everyone's a rat!
Niko Bellic: Not me.
Unknow #4: Good Lord, what are you doing?
Unknow #5: Nothing.

TESTO ITALIANO

Rapinatore #1: Che nessuno di voi si muova.
Rapinatore #2: Tutti a terra.
Sconosciuto #1: Abbiamo guai grossi.
Playboy X: Questa è la mia città.
Sconosciuto #2: Bang.
Sconosciuto #3: LCPD. Fermi! Ho detto fermi!
Sconosciuto #1: Qualunque nome ti faccia, voglio che tu vada a zittirlo...
Francis McReary: Ti ho pagato per fare un lavoro da uomo, dilettante che non sei altro.
Manny Escuela: Delle volte, bisogna rompere delle frittate per fare delle uova. Capisci che dico?
Elizabeta: Sono tutti traditori!
Niko Bellic: Non io.
Sconosciuto #4: Santo cielo, che stavi facendo?
Sconosciuto #5: Niente.

La musica
Questo trailer presenta una canzone prodotta esclusivamente per il gioco, è di genere Reggaeton e si intitola Real McKoy eseguita da Mavado (conosciuto anche come Movado), un artista giamaicano di musica dancehall, e Busy Signal.

Vedi il trailer

GTA IV - Trailer #4
WMV (HD)WMV (640x360)QuickTime
iPodPSPYouTube
GTA IV - Trailer #4 (sottotitoli in italiano)
WMV (HD)WMV (640x360)QuickTime
iPodPSPYouTube

Immagini del trailer
 












GTA-Series.com RSS Feed   YouTube   Twitter   Facebook








 

GTA-Series.com is an Official Fansite Member of the Grand Theft Auto Rockstar Games Webring
Coding and graphics made by al[e]ssio & Daniel. Artworks and backgrounds made by Patrick Brown - View all the staff members
Best viewed in resolution width 1024 - XHTML 1.0 Strict, CSS2 and WAI level 2 valid - Major browsers and OS compatible