GTA IV: Introduzione a Liberty City
Autori: Alex Simmons e al[e]ssio Creata il: 25/05/2007 Aggiornata il: 25/05/2007


Articolo tradotto dall'originale "GTA IV: An Introduction to Liberty City" scritto da Alex Simmons per il sito IGN.com. La traduzione in italiano è stata realizzata da al[e]ssio in esclusiva per GTA-Series.com.

UK, 24 maggio 2007 - Non è cosa da tutti i giorni avere un'offerta per vedere GTA IV dal vivo, quando Rockstar ci ha quindi invitati alla prima visione di Liberty City, abbiamo preso le macchine fotografiche e raggiunto il primo bus scoperchiato. Idea stupida in realtà, visto che la metropolitana è molto più veloce e non ci troveremmo con insetti sulla faccia. Comunque sia, abbiamo raggiunto Rockstar (attaccando i nostri jeans sudati al termosifone per asciugarli) e ci siamo seduti all'interno di una stanza oscurata per godere della prima visione della nuova Liberty City.

Nel momento in cui il gigantesco plasma da 60 pollici si è acceso siamo rimasti impressionati. Abbiamo visto in piedi Niko Bellic, il rozzo barbuto est europeo protagonista di Grand Theft Auto IV. Stava in piedi nella rimessa dei taxi del cugino Roman, una piccola stanza con la pittura che si stacca dal muro e il pavimento pieno di cartacce. Fuori la mattina sorge con i raggi che passano attraverso i palazzi illuminando le strade, proiettando luce attraverso le finestre che creano ombre particolari sul muro e sul pavimento. Una nuova occhiata a Niko e lo abbiamo visto camminare, un piede dopo l'altro mentre da una piccola radiolina veniva sparata della musica a tutta forza.

Non è il più affascinante degli avvii per ciò che potrebbe essere il più atteso gioco dell'anno ma fornisce una vista sul mondo maschio e sporco che Rockstar spera di creare in GTA IV. È più realistica, organica e questo nuovo approccio è da subito visibile in Niko stesso. È il personaggio maggiormente consumato dal tempo rispetto ai precedenti protagonisti della saga, la sua faccia è scavata e piena di rughe, cosa che gli dà un aspetto da uomo che sa cosa significa lavorare. Ma dove questo nuovo livello di dettagli rende il gioco degno dell'alta definizione, da un altro punto tutto questo elimina la possibilità di gestire gli attributi fisici come succedeva con CJ, protagonista di San Andreas. "Se pensi a San Andreas, la faccia del personaggio aveva una forma, ma non molte texture," spiega il responsabile Rockstar. "Non c'erano dettagli, rughe o altre cose di questo tipo, era quindi semplice aumentare la dimensione del viso così da farlo sembrare più grasso o rimpicciolire il tutto per renderlo più magro. Fare questo quando invece si trova un livello di dettaglio così alto - parlo del livello grafico e dei dettagli della faccia del personaggio - si dovrebbe andare a creare una mappa che mostri come la faccia dovrebbe essere esattamente ad ogni minimo cambiamento." Sembra quindi che Niko potrà riempirsi la pancia come un ossesso senza prendere un solo etto e se tutti i personaggi avranno lo stesso dettaglio del nostro amico dell'est Europa, a noi va bene.

Sulla strada, Niko si muove lungo i marciapiedi mentre i pedoni parlano e le auto passano sulla strada suonando i loro clacson agli altri veicoli di gente che va a lavorare. Sappiamo che al momento tutto quello che vediamo è obbligato poiché solo quanto è stato già codificato è visibile, ma non ci importa molto. Abbiamo potuto vedere solo una piccola area di Broker (qui Rockstar ha aggiunto "Quando sarai in gioco avrai quattro dei cinque distretti della città oltre ad Alderney, che è la nostra versione del New Jersey, è uno spazio gigantesco"), tutto il resto ancora non era esplorabile. Per la maggior parte del demo, Niko si è mosso lentamente così da darci la possibilità di vedere tutto ciò che si poteva, o forse perché il motore RAGE ha ancora sei mesi di sviluppo davanti a sé prima di poter gestire completamente e velocemente la grandezza di Liberty City.

Tornando in città, Niko si ferma per un momento così da farci vedere la gestione dinamica delle ombre. Queste si allungano e si accorciano a seconda di dove si trova il sole e si comportano realisticamente rispetto alla superficie in cui vengono proiettate, come "seghettarsi" quando abbiamo visto Niko superare un grata della metropolitana dopo aver lasciato la rimessa dei taxi.

Guardando le strade, si vede subito la cura del dettaglio che Rockstar ha voluto dare al gioco per definire realmente il significato di nuova generazione. Non è uno sviluppo come i precedenti titoli, solo più grandi e chiari. Infatti, Liberty City è più piccola dell'intero stato di San Andreas in termini di dimensioni effettive: "GTA IV utilizza uno spazio simile a quello di San Andreas, ma è molto più dettagliato, denso e non solo in orizzontale, ma anche in verticale," spiega Hamish Brown, manager PR di Rockstar UK. "Da un lato hai la città che si sviluppa sull'orizzonte, dall'altra livelli e livelli verticali che portano la città a svilupparsi anche verso il cielo." Molto lavoro è stato fatto nel creare ogni area ed ogni strada - anche ogni casa - tutto completamente unico, quando ti troverai a guidare per la città non ti ritroverai mai con aree identiche tra loro.

Questo alto livello di dettagli si rispecchia anche negli interni dei palazzi come dimostrato nel demo. Niko tira fuori la pistola, si muove lentamente lungo il muro ed entra in una delle tipiche case di Broker. Appena Niko supera l'ingresso del palazzo (senza un secondo di caricamento - è possibile giocare a GTA dall'inizio alla fine senza subire un solo istante di caricamento) si trova in una sala da pranzo con un divano malandato in un angolo e la cucina dall'altra parte. Niko si muove lungo la stanza mentre la camera si sposta sopra la sua spalla, così da permettere al giocatore di vedere tutto ciò che lo circonda, mentre compare il mirino dell'arma al centro dello schermo. Sfortunatamente non c'erano nemici da combattere, non abbiamo quindi avuto modo di notare il combattimento corpo a corpo. Niko piuttosto posa la pistola e si dirige alla porta sul retro che lo fa uscire in un vicolo.

Qui la gente è riunita, discutono dei prezzi delle ville o di come gli italiani usino tre ore per la pausa pranzo ("Ci sono solo otto linee di chiacchiericci nel gioco per il momento" aggiunge il responsabile della Rockstar). Guardando in alto, vediamo una ragnatela di scale antincendio e scalette di ferro che si innalzano da ogni palazzo, cosa che fa pensare alla possibilità di saltare su di queste e raggiungere i tetti per sviare l'attenzione della polizia.

Per adesso comunque siamo legati a terra, almeno sino a quando non abbiamo avuto una vista aerea della città quando Niko ha scalato un palo del telefono e si è messo a controllare l'orizzonte. Dava una sensazione di peso reale quando si aggrappava ai pioli del palo, un piede si muoveva mentre l'altro caricava tutto il peso. Guardando alla città, abbiamo visto l'equivalente GTA del ponte di Brooklyn - con tutte le travi di sostegno - ponte che appariva ancora incompleto, presumibilmente perché al momento non aveva molto a che fare con quello che Rockstar voleva mostrarci. Dall'altro lato ci sono una miriade di magazzini, case e palazzi divisi dai passaggi sopraelevati della metropolitana che si allungano e girano tra i palazzi come un serpente tra gli ostacoli ("Stiamo ancora lavorando su come farli funzionare nel gioco - se dare al giocatore la possibilità di guidarli e in questo caso vedere da dove far entrare il giocatore o se renderli semplici mezzi di trasporto passivi"). Sotto, le strade sono relativamente vuote e Rockstar spiega questo fatto dicendo che è ancora troppo presto, il traffico arriva quando il sole sarà più alto.

Tornando a terra, Niko attraversa la strada e raggiunge un'auto, dandoci un esempio di quanto migliorata sia la fisica nel gioco. Per cominciare, sembra come se il personaggio porti del peso avendo un proprio centro di gravità, si butta quindi leggermente in avanti per cominciare la corsa e allo stesso modo la finisce con alcuni passetti per rallentare, non con un alt immediato. Durante la camminata sbatte anche contro le persone, facendo partire una sequela di lamentele ed insulti.

Il peso di Niko si ripresenta anche quando ruba un'auto distruggendo il finestrino del lato guidatore con il gomito per poter sbloccare la portiera. Una volta dentro l'auto usa i cavi dell'iniezione - si tratta solo di una delle tante animazioni dedicate al furto d'auto - e comincia a guidare. La radio comincia a suonare nel momento in cui si comincia a guidare e visto che Rockstar non ci ha permesso di dire il titolo, possiamo solo dirvi che era un funk vibrante e duro di chitarra, che stava particolarmente bene con il gioco.

Sulla strada, la visuale si sposta subito dietro l'auto mostrando il nuovo sistema fisico introdotto nel gioco dal motore RAGE. Esattamente come Niko, anche l'auto adesso dà una piena sensazione di pesantezza, balla quindi sulle sospensioni spingendo ed allungando le molle quando si fanno delle curve, mostrando inoltre le ruote che si muovono in modo indipendente, rispettando le buche e i dossi della strada. In merito a questo, la strada è molto più realistica, con piccole salite, curve e ondulazioni. Come la maggior parte dei palazzi di Broker, anche le strade sono in uno stato di abbandono, pezzi d'asfalto mancano e mostrano la strada in mattoni dei tempi andati. Rockstar decide di camminare in città con calma così da permetterci di vedere tutto ciò che ci circonda, anche se quello che tutti volevamo vedere era Niko che tirava come un pazzo andando a sbattere contro un'altra auto. Fortunatamente Rockstar ha pianificato di svelare altre informazioni sul gioco a giugno, vedremo quindi qualcosa in più di questa fisica a tempo debito.

Mentre Niko guida attraverso il quartiere industriale di Broker, le strade cominciano ad essere occupate dal traffico e dalla gente che si prepara ad un altro giorno. La gente si muove in orario e quando abbiamo raggiunto una fabbrica al porto, abbiamo visto dei lavoratori portare delle casse da un magazzino ad un altro. Come è possibile vedere anche dal trailer, i pedoni sono molto diversi tra loro. C'è da ammettere che fisicamente non sembravano proprio unici al momento, ma bisogna pur sempre ricordarsi che abbiamo visto una demo con un codice non finito e pensiamo quindi che ci saranno ancora dei cambi in merito.

Fermata l'auto vicino ad un magazzino, Niko esce fuori e cammina attraversando una stradina piena di graffiti che lo porta al prossimo luogo d'interesse. I gabbiani strillano mentre Niko guarda l'acqua del fiume che si muove realisticamente riflettendo inoltre la luce del sole. Sull'altra riva si vede Algonquin, l'equivalente GTA di Manhattan, con i grattacieli che svettano verso il cielo tagliati da una nuvola di smog mattutino. È una vista impressionante e ci fa solo sperare bene sull'effetto finale. In questa fase di sviluppo del gioco è evidente che c'è ancora molto lavoro da fare per ottimizzarlo e renderlo più curato, ma Rockstar ha fiducia nei suoi uomini e ad ottobre arriverà GTA IV che "definirà il gioco d'azione/avventura della nuova generazione".

Da quello che abbiamo visto possiamo dire ben poco. Liberty City sembra - perdonate il paragone - nettamente superiore a giochi come Saints Row o tutte le altre scopiazzature recenti della serie GTA. Inoltre, se le promesse di Rockstar saranno reali, GTA IV sarà molto più che un semplice titolo di esercizio per la gestione della nuova generazione. Rockstar afferma "È assolutamente normale che in un film la gente si leghi in qualche modo al personaggio, e questo è molto raro invece nei videogiochi. Ma non esistono ragioni per cui non possiamo fare in modo che accada - abbiamo un gioco da 100 ore in cui controlli un tizio, è quindi ovvio che bisogna sentirlo vicino." E noi concordiamo in pieno.

Raggiunto un muro, Niko tira fuori il cellulare dalla tasca e chiama un contatto per accordarsi su un incontro, ciò che c'è dopo lo potremo scoprire solo pazientemente quando le avventure del nostro amico dell'est Europa saranno in vendita. Sembra che comunque nel gioco ci saranno delle interferenze nella vita di Niko dal suo passato ("La mafia russa sarà coinvolta") e non sembra affatto che Niko vincerà la lotteria. Dopo tutto Rockstar ammette "Non sarebbe realistico se il gioco finisse con Niko trasformato in un barone del settore immobiliare. Inoltre, se Niko avesse proprietà da dieci miliardi di dollari, perché dovrebbe accettare una missione per 150 verdoni?" Giusto. Un'ultima cosa prima di chiudere. Se questo breve assaggio è solo l'antipasto che annuncia il pranzo, Grand Theft Auto IV sarà effettivamente un vero gioco da nuova generazione ed un titolo che non vediamo l'ora di giocare.











GTA-Series.com RSS Feed   YouTube   Twitter   Facebook








 

GTA-Series.com is an Official Fansite Member of the Grand Theft Auto Rockstar Games Webring
Coding and graphics made by al[e]ssio & Daniel. Artworks and backgrounds made by Patrick Brown - View all the staff members
Best viewed in resolution width 1024 - XHTML 1.0 Strict, CSS2 and WAI level 2 valid - Major browsers and OS compatible