Mani su Grand Theft Auto IV
Autori: Greg Miller, Hilary Goldstein e Daniel Creata il: 28/02/2008 Aggiornata il: 28/02/2008


Articolo tradotto dall'originale "Grand Theft Auto IV Hands-On" scritto da Greg Miller e Hilary Goldstein. L'articolo è stato pubblicato originariamente su IGN.com. La traduzione in italiano è stata effettuata da Daniel in esclusiva per GTA-Series.com.

Liberty City è in fiamme e noi siamo i colpevoli.

28 febbraio 2008 - Grand Theft Auto IV è, senza dubbio, uno dei giochi più attesi del 2008. Rockstar Games ci ha mostrato pezzetti di GTA IV in tre occasioni diverse. Ad ogni visita abbiamo assistito all'incredibile potenziale di GTA IV, ma non abbiamo mai avuto la possibilità di giocarci, solo supporre che queste cose siano vere. Abbiamo imparato che in questo gioco ci sarà una nuova dimensione di verticalità della città, che Niko, il nostro antieroe, sarà un protagonista coi piedi per terra piuttosto che una brutta copia di un personaggio da un film di successo, che il nuovo motore fisico porterà maggiore realismo nella guida dei veicoli, e che sarà pazzesco correre attraverso le strade con un'arma in mano (in stile Martin Lawrence).

Tutto ciò fino a quando Rockstar non ci ha passato il controller e ci ha permesso di giocare a GTA IV. Ora possiamo confermarlo: sì, tutto ciò che abbiamo detto finora è vero. Questo nuovo capitolo nella serie Grand Theft Auto non è solo una versione rimodernata di San Andreas o Vice City. È più cinematica, più realistica, e soprattutto più divertente. È un'esperienza mai provata prima in una nuova Liberty City.

Per la prima volta, Rockstar ci dà accesso ad una anteprima con gioco in mano sia per la versione PS3 che per la versione Xbox 360 di GTA IV. La buona notizia è che non ha importanza il sistema che preferite, sarà ugualmente un gioco fantastico. Sono presenti solo piccole differenze grafiche tra le due versioni che abbiamo provato. La build per X360 è più luminosa e ha un colore leggermente più vivo, mentre la build per PS3 ha meno difetti di aliasing. Entrambi presentano un framerate solido e consistente, anche negli scenari pieni di traffico, pedoni ed esplosioni. Anche se la grafica differisce in piccolezze insignificanti, chiunque rimarrà soddisfatto indipendentemente dalla versione del gioco.

E solo per provarvelo, GTA IV è stato giocato da Greg Miller, fanatico della PS3, e successivamente da quel gentiluomo di Hilary Goldstein, redattore della sezione Xbox 360 del sito.

Turno di Greg
Dopo essere stati investiti da un'auto che abbiamo provato a rubare, dopo essere stati lanciati fuori dal parabrezza quando abbiamo colpito una barricata e dopo essere stati incantati dal fumo nero che fuoriusciva da una vecchia auto che abbiamo bruciato, abbiamo deciso che era arrivato il momento di avventurarsi in qualche missione di Grand Theft Auto IV.

E dal momento che tutto è nuovo per noi e dal momento che siamo delle schiappe, abbiamo cominciato dall'inizio.

La prima missione è stata "Bleed Out", che funge da tutorial hands-on per le nuove meccaniche di combattimento. Niko sta pensando ai fatti suoi e sta scalando i vertici della gerarchia criminale quando riceve una chiamata da Roman -- proprietario delle compagnia di taxi Roman Bellic Enterprises -- con il cugino che sbraita e farnetica a proposito di certe persone che stanno venendo a pestarlo senza motivo. Siamo saliti su una delle auto che in quel momento stavano passando e l'HUD ha preso vita con una linea nel GPS che ci indicava il percorso per raggiungere il nostro cugino in preda al panico. Dopo aver colpito con violenza alcune cassette della posta (le lettere sono volate in aria!), bancarelle dei giornali (i giornali sono volati in aria!) e pedoni (i loro corpi senza vita sono rotolati sopra l'auto!), siamo arrivati nel campetto da basket recintato e abbiamo visto un gruppo di gentaglia circondare il nostro cuginetto.

Dopo esserci sbarazzati dei delinquenti, è partita una cutscene dove ci è stato spiegato il fantastico sistema di combattimento corpo a corpo di GTA. Laddove nei vecchi giochi si trattava solo di premere un pulsante e guardare il nostro personaggio agire, ora ogni specifica azione è stata associata a dei determinati pulsanti. Niko può dare pugni, calci, testate, bloccare i colpi e può anche scegliere in quale ordine eseguire queste mosse. Dopo essersela presa con Roman, uno dei sicari si fa avanti per sfidarci, quindi abbiamo cominciato a muoverci e a dare calci con stile. Se premiamo il nostro pulsante nel momento giusto quando il nemico abbassa la guardia e cerca di colpirci con un pugno, possiamo evitarlo e provocare diversi danni.

Niko si sbarazza dei due delinquenti, aiuta Roman ad alzarsi e intravede Dardan, uno strozzino locale, entrare in un'auto e fuggire via. Quindi il nostro duo dinamico parte all'inseguimento -- facendo uso della nuova visuale per gli inseguimenti che centra la schermata sul fuggiasco -- e alla fine affrontano Dardan in un magazzino di Liberty City. Niko si prepara a colpire lo strozzino, ma questo tira fuori un coltello.

Di norma preferiamo non essere accoltellati, ma il suono sibilante della lama che si conficca nel nostro torace è stato così soddisfacente che quasi ha giustificato il calo di energia e di armatura mostrato nel radar. Quando ci siamo stancati di perdere energia, abbiamo premuto un pulsante mentre Dardan tentava di darci un calcio e così lo abbiamo disarmato.

Alla fine l'abbiamo ucciso con il suo stesso coltello.

Mentre ci avventuravamo nelle missioni di GTA IV (il gioco salva automaticamente al completamento di ogni missione), abbiamo goduto di panorami e suoni di Liberty City. Avremmo potuto fare cose normali come apprezzare gli altissimi edifici, le auto ben curate e gli intricati dettagli, ma la maggior parte del nostro tour ci ha visti guidare sul marciapiede e dare calci in testa alla gente. Tuttavia si sa, non tutti erano pronti a subire le follie di Niko. E non tutti sono senza cuore a Liberty City. Per esempio, abbiamo tamponato con la nostra auto il bagagliaio di un'altra auto, e il conducente è uscito dal suo veicolo come se volesse dare inizio a qualcosa. Mai mancare di rispetto a Niko, quindi siamo usciti dal nostro veicolo e abbiamo cominciato a prenderlo a pugni in faccia. All'improvviso, un pedone è corso in aiuto e ha iniziato a colpirci. Inferiori di numero e senza esperienza, siamo fuggiti seguiti dalla coppia di cittadini in un feroce inseguimento. Abbiamo corso per un po', e quando ci è parso chiaro che non li avremmo mai seminati, abbiamo combattuto, perso e quindi ci siamo ritrovati all'ospedale con qualche dollaro in meno.

Una simile fuga causata da un pestaggio è finita con i poliziotti alle calcagna. Quando tutto ci è sembrato perduto e Niko ha alzato le mani in segno di resa, ci è stata presentata un'opzione unica nell'universo di GTA -- per la prima volta sarà possibile scappare. Sì, quando i poliziotti ti prendono mentre sei a piedi, Niko inizialmente inscena la resa ma può fuggire di nuovo prima di essere ammanettato. Basta non fare una mossa sbagliata se si ha bisogno di prendere fiato (Niko rimane senza fiato a causa della corsa) o sperare in un'auto che spunta all'improvviso fornendo una facile via di fuga.

La parte successiva delle avventure di Niko ha riguardato Little Jacob, un Rasta difficile da comprendere. "Jamaican Heat" ci è sembrato il tipico tutorial che introduce le armi nei GTA, ma si è concluso con un panorama della città con i grattacieli stagliati in un cielo notturno che ci ha lasciato senza fiato. Con un taxi della compagnia di Roman, siamo andati a prendere Little Jacob, e questo è salito in auto, ha borbottato per un po' in un accento così pesante che né i sottotitoli né Niko sono riusciti a capirlo e magari a darti qualche indicazione su quello che ha detto. Abbiamo imparato tutto sul nuovo sistema delle sparatorie -- puoi ingaggiare gli obiettivi, mirare liberamente e colpire parti precise del corpo se lo desideri -- e su come eliminare le persone che infastidiscono Little Jacob.

È tutto impressionante, certo, ma "Concrete Jungle" è stata la missione che ci ha presentato la vera personalità di Little Jacob rivelandoci che ha dei compiti precisi da portare a termine. Quindi siamo andati a prendere Little Jacob e lo abbiamo portato ad estorcere del denaro ad alcuni tipacci. Niko aspetta in auto mentre sorveglia il vicolo nel retro dell'edificio, le cose cominciano ad andare male, e tre delinquenti escono improvvisamente dall'uscita d'emergenza. Abbiamo dato gas, ucciso uno di loro con l'auto, preso il secondo senza ucciderlo e mancato il terzo.

Consapevole di essere in pericolo, il nemico che abbiamo mancato è andato nella direzione da cui siamo venuti ed è uscito in una strada affollata. Abbiamo abbandonato l'auto, quindi l'abbiamo visto e ucciso... insieme ad un altro gruppo di pedoni che si trovavano sul marciapiede. Successivamente siamo tornati sui nostri passi e abbiamo scoperto che la persona che non siamo riusciti ad uccidere con l'auto è fuggita nella stessa direzione del suo ex-compagno. Abbiamo aperto il fuoco e l'abbiamo colpito sul braccio, ma dopo esserci fermati affascinati dalla ferita provocata al nemico e sistemando meglio la visuale, quest'ultimo ha risposto al fuoco. Abbiamo quindi appreso che puoi colpire la gente alle gambe o alle braccia, e loro reagiranno al danno ma tenteranno comunque di ucciderti.

Naturalmente, alla fine, abbiamo ucciso questa persona, preso Little Jacob e portato all'estorsione successiva -- in una casa diroccata. Qui ci è stata introdotta l'abile arte della copertura. Little Jacob si dirige verso l'interno della casa, e Niko si appiattisce contro le mura esterne grazie alla pressione di un pulsante. Possiamo affacciarci all'angolo del muro e sparare in testa ai malfattori oppure semplicemente sparare alla cieca se la situazione si surriscalda.

Il sistema di copertura ad un solo pulsante è carino, ma non sembra lasciare molto spazio all'immaginazione. Con la prima ondata di nemici sterminata, Little Jacob si precipita all'interno, mentre noi decidiamo di coprirgli le spalle. Siamo tornati alla porta, entrati nella stanza senza ricevere un solo colpo, siamo usciti fuori dal retro, e alla fine ci siamo appostati accanto ad una finestra aperta.

Abbiamo dato un'occhiata all'interno giusto in tempo per vedere Little Jacob venire ucciso.

Ci siamo rattristiti nel vedere il nostro complice fare questa fine, ma siamo entrati nella stanza, abbiamo preso un fucile e siamo usciti per scatenare l'inferno a Liberty City. Abbiamo sterminato la gente per le strade e ci siamo meravigliati nel vedere il sangue macchiare lo schermo, abbiamo sparato alle ruote dei veicoli e scaricato un caricatore intero contro un'ambulanza in arrivo.

L'ambulanza ha preso fuoco, è esplosa e ci ha uccisi -- lo schermo è diventato bianco e nero e ha ripreso il nostro corpo volante al rallentatore.

Che bel modo di andarsene.

Turno di Hil
Ci sono tre cose di cui dovremo avvertirvi prima che vi entusiasmate troppo per GTA IV. Considerate queste tre cose con attenzione, perché se nessuna di loro vi attrae, vuol dire che GTA IV sarà probabilmente una grande delusione per voi.
  1. GTA IV risolve finalmente il discutibile sistema di mira che ha caratterizzato i titoli passati
  2. Le relazioni sono ora dinamiche, quindi se si ignora una chiamata del cugino Roman mentre è inseguito da violenti strozzini, si altererà irrevocabilmente la propria relazione per il resto della vostra permanenza a Liberty City
  3. Ci sono un sacco di cose da fare esplodere e migliaia di persone da uccidere
Se nessuna di queste cose vi va a genio, allora lasciate perdere già da ora. GTA IV sarà il vostro peggiore incubo. Per quelli che invece si divertono molto a causare pandemoni nelle strade della città, a far esplodere auto della polizia e a creare scompiglio con un fucile in mano, questo titolo è molto probabilmente un sogno che diventa realtà.

Quando Greg ha finito di mostrarci come si può giocare terribilmente a un Grand Theft Auto, abbiamo deciso che era l'ora di lasciare le missioni di addestramento e di esplorare meglio le viscere di Liberty City. La missione "Final Destination" ha inizio in uno squallido club russo dove aspiranti attori vestiti come cowboy inscenano un duello del selvaggio west. Il sempre-tranquillo Niko siede al tavolo con alcuni mafiosi russi che sono preoccupati di un tizio chiamato Lenny che potrebbe aver fatto la spia e spifferato tutto ai poliziotti su una somma di denaro rubata. È compito di Niko far fuori Lenny -- che sia realmente una spia o no.

Mentre giravamo per la città, abbiamo ricevuto una chiamata e siamo stati avvertiti che Lenny è stato visto aspettare il treno nella Guantanemo Avenue. E infatti, quando siamo arrivati abbiamo visto Lenny e una guardia del corpo mentre aspettavano il treno. Prendendo seriamente il motto "prima spari, poi fai le domande", abbiamo fatto saltare le cervella della guardia senza dire una sola parola. Lenny a questo punto attraversa i binari, subito dopo il treno arriva, dandogli un po' di vantaggio nella fuga. Che comunque non è durata a lungo.

Una volta passato il treno, abbiamo attraversato i binari, siamo scesi dalla gradinata fino ad arrivare in strada e ci siamo messi all'inseguimento. Sfortunatamente, Niko non è un corridore professionista e il vecchio Lenny è riuscito a salire in un'auto fuggendo a gran velocità. Abbiamo quindi dato un calcio al finestrino nel lato del passeggero di un'auto parcheggiata nelle vicinanze, siamo entrati in auto e abbiamo subito collegato i cavi per l'iniezione, che può essere fatto in maniera veloce premendo in continuazione il pulsante azione. E questo è quando abbiamo affrontato un momento di cambiamento per GTA.

Premete il pulsante Right Bumper \ R1 e Niko -- troppo impaziente per abbassare un finestrino -- manda in frantumi il finestrino nel lato del guidatore così da poter sparare liberamente mentre è alla guida dell'auto. Non si tratta degli stessi controlli drive-by dei passati GTA. Si ha a disposizione un'estensione di movimento molto più ampia mentre si guida, permettendovi di mirare un'auto che state inseguendo e provare a colpire le sue ruote (la gomma esplode!) o causare abbastanza danni da fargli prendere fuoco (l'auto esplode!).

Ci è sembrato un elemento estremamente magnifico che funziona perfettamente e che sembra naturale. Ci ha anche reso vana la speranza di completare un'altra missione in GTA IV. Anche se abbiamo fatto del nostro meglio, una volta appreso ciò che è possibile fare restando seduti comodamente in auto, ci è sembrato più opportuno concentrarci su tutto fuorché l'anarchia totale.

Un poliziotto ci ha visto far esplodere il povero Lenny ed ha cominciato ad inseguirci. GTA IV usa il vecchio sistema di ricercato a sei stelle, dove l'inseguimento della polizia si intensifica non appena il proprio livello di sospetto viene incrementato. La differenza è che ora i poliziotti ti inseguono basandosi su una linea visiva. La mini-mappa sull'HUD mostra un raggio di ricerca della polizia che lampeggia con il colore rosso e blu. Restando all'interno di questo raggio, il livello di sospetto non può fare altro che aumentare. Il problema nell'uscire da questo piccolo raggio di inseguimento è che in qualsiasi momento un agente può rifarci entrare nella sua linea visiva, e quindi riadattare il raggio di ricerca alla nostra posizione. Questo sistema crea uno scenario in un corsa frenetica per le strade della città con la speranza di poter seminare i poliziotti che ci inseguono, e nello stesso momento provando ad evitare le auto della polizia in arrivo avvertite della nostra posizione dai poliziotti che abbiamo già alle calcagna. E le cose peggiorano ulteriormente quando la polizia chiama i rinforzi in elicottero.

Con i poliziotti in un inseguimento sfrenato e il riflettore dell'elicottero fissato sulla nostra auto, abbiamo sbagliato a sterzare, guidando sopra una scogliera e schiantandoci sulla spiaggia. Mentre scappavamo via dalla nostra auto in fiamme, siamo riusciti ad evitare all'ultimo momento di essere spiaccicati da un'auto della polizia che -- in perfetto stile CHiPs -- ci ha seguiti sopra la scogliera. Abbiamo fatto del nostro meglio per sfuggire agli arresti, lanciando qualche razzo con il lanciarazzi contro uno degli elicotteri. La coda di fumo che si arriccia è stata una cosa bellissima da vedere. La piccola baruffa presto si è trasformata in una guerra in spiaggia non appena abbiamo dato del fuoco di soppressione con un mitragliatore su un gruppo di poliziotti mentre tentavano di avvicinarsi dalla spiaggia. Siamo stati salvati da un miracolo -- una seconda auto della polizia ha guidato dalla scogliera fino a scontrarsi contro il gruppo di agenti.

Trattenuta una risatina allegra e dopo esserci ricomposti, è stata l'ora di provare la missione finale della demo. "Harboring a Grudge" si è dimostrata come il culmine di tutto ciò che abbiamo appreso e provato nella prima ora di gioco a GTA IV. Patrick (o Packie per quelli che potrebbero accidentalmente sparargli dietro la testa con un RPG) chiede a Niko di aiutarlo a rubare un carico di medicinali della Triade giù al molo. Ci siamo diretti attraverso l'Algonquin Bridge e verso la versione di Manhattan a Liberty City.

La prima volta che abbiamo provato questa missione, abbiamo guidato come degli idioti, muovendoci a zigzag attraverso il traffico, scontrandoci con tutti e tutto. Ad un certo punto abbiamo colpito la parte laterale dell'auto di qualcuno e dal nostro veicolo ha cominciato ad uscire del fumo. Con attenzione quindi abbiamo indietreggiato. La cosa buffa è che la donna che stava al volante dell'auto che abbiamo tamponato, è scesa e ha cominciato a imprecare a tutta forza contro di noi. Packie ha tirato fuori la sua arma e l'ha accoppata. Esatto -- nessuno dice $#!@ su come guida Niko! Poi la nostra auto è esplosa e siamo morti.

La seconda volta, siamo riusciti ad arrivare al molo fino all'imbarco della Triade. Usando le nuove meccaniche di arrampicamento (una semplice pressione del tasto azione vicino alla superficie scalabile) ci siamo diretti sul tetto del deposito. C'è stato un piccolo problema nell'arrampicarsi, poiché abbiamo dovuto fare qualche passo di ballo per tornare indietro e avanzare lentamente prima di poter convincere Niko ad afferrare il bordo e ad arrampicarsi. La cosa buona è che Rockstar ha ancora due mesi per sistemare questi piccoli difetti. E il fatto che questo è stato l'unico problema in cui ci siamo imbattuti durante la nostra sessione di gioco durata un'ora e mezza, è un buon segno che indica che GTA IV non presenterà troppi bug.

Una volta arrivati sul tetto abbiamo tirato fuori il nostro fucile di precisione e ci siamo messi dietro copertura. Abbiamo atteso che la Triade scaricasse il carico prima di iniziare a piantare pallottole nella testa. L'intelligenza artificiale dei nemici non si è rivelata stupida. Non sono rimasti fermi all'aperto aspettando di morire. Dal primo proiettile che abbiamo sparato, l'intelligenza artificiale si è scatenata, facendo in modo che i nemici trovassero riparo. Ma loro non possono competere con la nostra formidabile mira e in poco tempo li abbiamo fatti fuori tutti. Siamo saltati giù dal tetto, abbiamo cambiato l'arma con un fucile, e abbiamo sparato alle ginocchia dei rimanenti tre nemici all'interno del deposito. Mentre si contorcevano per il dolore, noi ci siamo occupati con calma di ciascuno, giustiziandoli uno ad uno con una freddezza che non si è mai vista su IGN da quando abbiamo accidentalmente assunto un terminator (ci manchi, Doug!).

Con il suono delle sirene della polizia in sottofondo, siamo saltati sul camion e abbiamo indietreggiato investendo, senza ucciderlo, Packie. "Molto male!" Con Packie ferito nel lato del passeggero abbiamo deciso di squagliarcela. La corsa è durata all'incirca 10 secondi.

Il primo poliziotto che abbiamo incontrato ha sparato ad una delle ruote del camion. Con una prima e poi una seconda ruota fuori uso, il camion avanzava a passi di tartaruga. E inoltre ci siamo imbattuti nel traffico dell'ora di punta. Il fallimento era predestinato. Fino a quando non abbiamo deciso che Niko non sarebbe stato preso vivo. Non solo puoi sparare dai finestrini, puoi anche lanciare granate. Ne abbiamo lanciate una manciata, sentendo le auto esplodere dietro di noi mentre tentavamo di spingerci avanti attraverso il traffico. Ma ci muovevamo lentamente, non ce l'avremmo mai fatta, fino alle ultime due granate lanciate e, di nuovo, siamo stati rispediti a Dio.

Abbiamo concluso il tutto creando una delle più grandi violenze nella storia di GTA. Almeno, ci piace pensare che era il caso di farlo. Determinati ad avere un ultimo assaggio di vero divertimento, ce la siamo presa con alcuni poliziotti e poi abbiamo rubato un bus per fuggire. Ci siamo tirati via mezza Liberty City, scontrandoci contro altre auto negli incroci e lanciando cocktail Molotov fuori dal finestrino. Ad un certo punto abbiamo visto un'ambulanza dirigersi verso di noi, chiaramente con l'intenzione di curare qualche vittima del nostro assalto incendiario. Un lancio ben piazzato di una Molotov e i paramedici si sono fermati, si sono buttati a terra e si sono rotolati.

Bisogna notare che tutte le auto che abbiamo guidato si sono comportate diversamente. Non solo le auto sono uniche nel modo di guidare, ma ognuna ha le proprie sospensioni -- che si possono notare quando si fanno curve strette. Alcune dei nostri momenti di inseguimento ci sono sembrati come se fossero stati presi direttamente dal film Bullitt. Eccetto che al posto di Steve McQueen, ci sono stati Hilary e Greg dietro il volante, scontrandosi con ogni singola auto parcheggiata ai lati della strada.

La nostra prima occasione di mettere le mani su GTA IV si è rivelata più soddisfacente di quanto ci aspettavamo. E ci sono molti aspetti che ancora non abbiamo esplorato. All'inizio del gioco, la città di Liberty City è confinata a causa di una recente minaccia terroristica. Tutti i ponti sono chiusi fatta eccezione per coloro che hanno un documento che provi la loro cittadinanza. E Niko non ne possiede uno. Sarà tuttavia possibile oltrepassare i ponti, ma ciò implicherà automaticamente un livello di sospetto a cinque stelle. Noi lo chiamiamo "stato di allerta arancione". Abbiamo anche verificato che ci sono le missioni vigilante nel gioco. Basta entrare in un'auto della polizia e accedere al computer per trovare i criminali ricercati. Sappiamo che esiste; semplicemente non abbiamo avuto l'opportunità di provarla.

Come in qualsiasi titolo Grand Theft Auto, abbiamo a disposizione un città molto grande da esplorare con una quantità apparentemente infinita di distrazioni. Ciò che abbiamo provato è stato solo un piccolo assaggio di cosa i giocatori possono aspettarsi il 29 aprile, quando GTA IV verrà collocato negli scaffali dei negozi. Mancano solo due mesi, ma sarà comunque una lunga attesa.











GTA-Series.com RSS Feed   YouTube   Twitter   Facebook








 

GTA-Series.com is an Official Fansite Member of the Grand Theft Auto Rockstar Games Webring
Coding and graphics made by al[e]ssio & Daniel. Artworks and backgrounds made by Patrick Brown - View all the staff members
Best viewed in resolution width 1024 - XHTML 1.0 Strict, CSS2 and WAI level 2 valid - Major browsers and OS compatible