NY Times: Staten Island chiusa
Autore: Jeff Vandam e al[e]ssio Creata il: 15/05/2007 Aggiornata il: 15/05/2007

Articolo tradotto dall'originale "Staten Island Up Close" creato da Jeff Vandam e pubblicato dal New York Times. La traduzione in italiano è stata realizzata da al[e]ssio in esclusiva per GTA-Series.com.

Immagina di essere Niko Bellic, il protagonista di Grand Theft Auto IV, un videogioco in uscita ad ottobre. Ti ritrovi a briglie sciolte a Liberty City, una città meticolosamente costruita sulla base di New York, puoi rubare un'auto nella zona DUMBO e sgommare a 220 chilometri orari sul Manhattan Bridge. Se sei a corto di denaro, puoi assalire un turista a Times Square o investire un gruppo di operai ai moli di Red Hook.

Una delle cose che non potrai mai fare comunque, è andare alla Victory Boulevard. Non ti sarà permesso distruggere i negozi di Hylan Plaza o buttare dei corpi nelle acque di Fresh Kills. Tra tutti i dettagli molto curati di questa New York, Staten Island non è stata considerata e quindi non è presente all'interno del gioco.

Ecco alcuni giudizi di fan arrabbiati.

"Non ha senso," scrive un utente firmandosi KingGoonie in una discussione sul forum Digg.com qualche giorno fa. Secondo KingGoonie, la reputazione dell'isola è sempre stata quella di base per il crimine organizzato e questo fa di lei un'ambientazione ideale per il gioco. "È un distretto molto più importante di quanto lo siano il Queens e il Bronx."

I giocatori, dal momento in cui Niko arriva a Liberty City per rubare auto, commettere crimini e girare senza troppa logica in giro per la città, potranno riconoscere degli aspetti in Algonquin, che somiglia moltissimo a Manhattan, e nel quartiere di Broker costellato da quelle tipiche case in pietra arenaria incredibilmente simili a quelle di Park Slope.

Ma nonostante il fatto che nel gioco c'è anche una zona come il New Jersey (Alderney), non ci sarà nessun luogo come Staten Island. L'esclusione dell'isola è stata anche discussa nel The Staten Island Advance.

Secondo Rockstar Games, i creatori del gioco, l'inclusione di Richmond County (ndr. nome precedente di Staten Island) avrebbe potuto rallentare il ritmo del gioco.

"Uno degli aspetti della vita a New York al giorno d'oggi è la densità della sua popolazione," afferma Rodney Walker, un portavoce della compagnia. "È vero che Staten Island ha molti luoghi davvero interessanti e molto più spazio disponibile rispetto agli altri distretti, ma i luoghi aperti sono già stati creati in altri giochi, adesso volevamo qualcosa di molto più cittadino." In effetti, il distretto più grande di New York in termini di chilometri quadrati è il Queens, Staten Island è solo il terzo, dopo Brooklyn.
Non tutti però sono delusi dalla rimozione del distretto più bucolico della città. La serie Grand Theft Auto è sempre stata condannata e additata dalle associazioni genitori e dalle cariche importanti. Il senato dello stato ha recentemente creato anche un'unità operativa per il controllo sulla violenza all'interno dei videogiochi e a capo di questo gruppo c'è il senatore Andrew Lanza, repubblicano di Staten Island.

"Sinceramente sono felice che Staten Island sia fuori dal gioco," dice Lanza. Descrivendo il gioco come "tossico", ha anche riflettuto sulla vera ragione, a suo avviso, per cui il quartiere non sarà presente nel gioco.

"Dopotutto è perché quelli della Rockstar Games sanno che Staten Island è il luogo più sicuro dell'intera città".











GTA-Series.com RSS Feed   YouTube   Twitter   Facebook








 

GTA-Series.com is an Official Fansite Member of the Grand Theft Auto Rockstar Games Webring
Coding and graphics made by al[e]ssio & Daniel. Artworks and backgrounds made by Patrick Brown - View all the staff members
Best viewed in resolution width 1024 - XHTML 1.0 Strict, CSS2 and WAI level 2 valid - Major browsers and OS compatible