Tra i tanti passatempi a cui si potrà partecipare in Grand Theft Auto IV sono presenti la televisione con svariati show televisivi e due locali in città dove comici, attori e gente non proprio in gamba tenteranno di intrattenere i cittadini di Liberty City. All'interno di questa sezione ci occuperemo di questi due aspetti dell'intrattenimento, fornendovi immagini, descrizioni, trascrizioni complete in italiano ed informazioni varie su ogni show.


All'interno di tutti i covi presenti a Liberty City sarà disponibile un televisore con il quale si potrà interagire per vedere diversi show televisivi su reti differenti.
All'interno di questa sezione vi forniremo dettagli non solo sui vari canali televisivi, ma anche su tutti gli spettacoli con immagini, informazioni e trascrizioni complete dei vari show.


Weazel
La Weazel Network è la più grande rete televisiva dello stato, in grado di offrirvi in tempo reale notizie di ogni genere e da tutto il mondo. Il nostro limite è il non avere limite. All'interno del nostro canale potrete ascoltare le notizie del Weazel News (con i reparti Sport, Tempo e Affari) - disponibile anche su radio ed Internet - o vedere i più importanti talk show, reality e serial televisivi dello stato.

La voce ufficiale della Weazel Network è di Jeff David. Weazel Network è una parodia della FOX Broadcasting Company, una delle maggiori e più importanti rete televisive in America. Lo stesso nome del canale, "Weazel" (ovvero "weasel" che significa donnola), fa riferimento alla FOX (volpe).

The Men's Room
The Men's Room è uno spettacolo per uomini fatto da uomini e a condurre questo show, a metà tra il talk show e un programma di consigli sul comportamento, ci sono Bas Rutten e Jeremy St. Ives.

The Men's Room - il bagno degli uomini - è uno show che prende in giro la maggior parte dei talk show che impregnano le programmazioni della televisione americana dove c'è sempre il duro che impone la sua presenza ed un debole che invece cerca di parlare, ma la maggior parte delle volte si ritrova interrotto da discorsi fatti da altri.
Bas Rutten interpreta se stesso nella parte del cattivo quando riuscì a vincere la cintura UFC della federazione MMA. Rutten stesso è inoltre l'uomo che ha eseguito le sequenze in motion capture delle combo di combattimento che Niko Bellic può eseguire nella lotta corpo a corpo. Jeremy St. Ives è invece interpretato da John Zurhellen che impersona un ragazzo omosessuale con origini olandesi. È anche il protagonista di uno dei trailer del gioco sponsorizzati da GameStop.
La voce dell'annunciatore è di Bill Ratner, mentre Mike e Jack, i due conversatori telefonici, sono impersonati da Jeremy Wheaton e Nick Qualantone.

Annunciatore: Lo show degli uomini per gli uomini: "The Men's Room" con Bas e Jeremy.
Direttore di studio: Salve, c'è nessuno là dentro?
Bas Rutten: Vai via o ti spappolo il fegato a pugni!
Jeremy St. Ives: Scusate, il bagno degli uomini è occupato.
Bas Rutten: Già!
Annunciatore: Ed ecco i conduttori, Bas Rutten e Jeremy St Ives.
Bas Rutten: Ehi! Chessidice, amici. È bello vedervi. È bello. Ciao a tutti, sono Bas Rutten.
Jeremy St. Ives: E io sono Jer...
Bas Rutten: E benvenuti a "The Men's Room".
Jeremy St. Ives: Esatto, dove gli uomini possono trovarsi e...
Bas Rutten: OK, questa sera a "The Men's Room" parleremo di cose personali. In questo spettacolo discuteremo molti aspetti della salute, specialmente di come minacciare quella degli altri. Gli altri. Non me. Altri. Parleremo di come relazionarsi, per esempio come evitare di lasciare lividi in faccia, prenderemo qualche chiamata per consigliare alle donne come gestire i loro uomini... ma è abbastanza facile, vero? Voglio dire, dovete fare una cosa sola. Un bel calcio all'inguine. Proprio là! E quando il vostro corpo entra in contatto con gli organi riproduttori di un altro uomo... beh, lasciate che ve lo dica amici: bellezza e dolore. Inoltre abbiamo uno speciale, che si intitola "Il cubicolo, la fotocopiatrice e come infilzare l'occhio di un collega con una piccola matita". Così. Sarà uno spettacolo incredibile.
Jeremy St. Ives: E io vi parlerò delle arti coniugali rettali.
Bas Rutten: Ma stai zitto. Per prima cosa voglio parlarvi un secondo per insegnarvi... per vedere se riesco a insegnarvi a comprendere la vostra rabbia. La rabbia è la morte, per molti uomini. Problemi di cuore, di salute, calvizie, impotenza, svegliarsi nel cuore della notte con le mani coperte di sangue senza avere la minima idea di cosa sia successo. Sentite, ci sono passato. Rabbia: è una parolaccia e diavolo, se vi butta giù. Incanalate quella rabbia in qualcosa di positivo. Come picchiare selvaggiamente dei piccoletti.
Jeremy St. Ives: No, Bas, no. Non è carino.
Bas Rutten: Ehi sentite. A nessuno piace essere ignorato, no? Alcune persone provano con lo yoga o mettendo dei neon sotto la macchina, a qualunque cosa serva, ma farsi notare nella vita è più facile di quanto si pensi. PIM, PUM, PAM. Proprio così. Mi sente adesso, signore? Mi sente? Mi vede adesso? Scommetto che vi vedrà. Volete farvi maltrattare? Bum, bum, bum. Per me funziona. E per voi?
Jeremy St. Ives: Amico, sei davvero teso. Sai, dovresti provare un po' di aromaterapia.
Bas Rutten: Ehi senti. L'unico aroma che mi piace è quello della carne bruciata. Capisci? Prendi l'altro giorno, per esempio. Stavo camminando... parlavo con un mio amico al telefono. Molto tempo fa. Mi stava raccontando di come i suoi colleghi insegnanti, a scuola, gli mancavano di rispetto. E uno cosa deve fare? Non ti rispettano? OK, gli ho detto, l'unico modo per avere l'attenzione di un uomo è fare l'inaspettato. PIFF. Proprio così. Vedete, funziona per lui, funziona per voi. Sapete, camminate per la strada, tutti tranquilli, e guarda un po', cos'abbiamo qui? Oooo, è un palo della luce. Oooo, questa è la tua testa. DANG, DENG, DANG. Ci sbatto contro il palo della luce. Ti piace? Mi vedi ora? Eh? Mi vedi ora? OK, credo che in sala professori adesso, beh credetemi, quella gente sa che lui esiste. Nessuno lo ignorerà più. E se passa una donna, l'unica cosa che avete bisogno di fare e tirarlo fuori e dire: e adesso cosa facciamo, con questo? Vi assicuro, la gente si nasconde sotto la scrivania, quando c'è lui in giro. Adesso va molto meglio.
Jeremy St. Ives: Già... affascinante. Ehi Bas, credo che sia giunto il momento di una pausa pubblicitaria.
Annunciatore: A fra poco, con "The Men's Room". E ricordate, non tenete il ritmo con i piedi quando siete al cesso.
Annunciatore: E ora... eccoci tornati nel posto in cui il numero di vostra mamma è scritto sul muro! "The Men's Room" con Bas e Jeremy!
Jeremy St. Ives: Ok, è finita la pubblicità. Cavoli, sembrava durasse per sempre. Chi c'è sulla 3?
Mike: Ehi ciao, sono Mike da Cleveland.
Bas Rutten: Come butta, Mike?
Mike: Ti dico una cosa, Bas. Mio figlio Jeff è il tuo fan numero uno. È in prigione, adesso, ma uscirà tra un paio d'anni. Amico, dai un sacco di ottimi consigli nel tuo spettacolo.
Bas Rutten: Grazie. Grazie.
Mike: Voglio dire, mettiti al primo posto o la gente ti metterà al secondo. Voglio dire, la storia offre molti esempi.
Bas Rutten: Grazie Mike. E grazie Jeff. Un sacco di gente in prigione dovrebbe imparare qualcosa dai miei consigli. O sei il capo o sei la puttana. Che è anche il titolo del mio prossimo libro. Non credo in occhio per occhio. Oh no. Perché Bas crede in un occhio per due occhi o, meglio ancora, un occhio per due occhi, un orecchio, una milza e magari anche una camicia nuova, visto che questa è coperta di interiora. Sììììì!!! Chi vuole combattere col coltello contro di me, tra il pubblico? Chi vuole combattere col coltello contro di me, tra il pubblico?
Jeremy St. Ives: Bas! Bas! BAS!
Bas Rutten: Codardi!
Jeremy St. Ives: Bas, sembri DAVVERO costipato. Sai, mi sono fatto la pulizia del colon. È stato fantastico. Amico, c'era così tanta materia fecale imprigionata al mio interno, proprio una seccatura.
Bas Rutten: Ti dico ciò che Bas pensa che ti pulirebbe per bene: una sparachiodi. Bam, bam, bam e poi prendo una sega circolare, e ti taglio un braccio. Proprio così. E poi comincio a colpirti con la parte insanguinata del braccio. Sono preso da un tema edile, ora. Okay, andiamo ai telefoni.
Jeremy St. Ives: Allora, chi c'è sulla 5?
Jack: Ehi amico, mi chiamo Jack. Sono un grande fan dello spettacolo, da quando siete tornati in onda. Ho una domanda. Fare cibersesso è tradire? Perché ho una videocamera e sono in una chatroom, tutto oliato per bene. Ma non faccio male a nessuno. Ma mia moglie... beh, vuole divorziare!
Bas Rutten: Ti dico una cosa, odio Internet. È per stronzi e pedofili e per uomini effeminati che vogliono fare scherzi a Bas. E lascia che te lo dica. Non è come la vita vera.
Jeremy St. Ives: A me piace my-online-me.com. Sai, puoi davvero imparare a conoscerti meglio, creando un piccolo personaggio virtuale e costruendogli una casa e facendolo andare al bagno e guardandolo dormire.
Bas Rutten: Sai una cosa? Lo odio. Proprio così, lo odio. Sono andato da dei tizi nella realtà virtuale e non sono riuscito a rompergli le gambe. A cosa serve la realtà virtuale se non puoi menomare la gente? È una stronzata. Sai cos'è questa, Jeremy?
Jeremy St. Ives: Cosa?
Bas Rutten: Cos'è questa? Cos'è questa?
Jeremy St. Ives: È carta igienica.
Bas Rutten: Esattamente. Devi renderti conto che ogni cosa, attorno a te, è un'arma. Carta igienica. Cucchiai. Una sega. Se hai molti problemi, hai il potere supremo. Ascolta e imparerai. Lascia che te lo dica, ci sono passato. Una volta ero in un bar e ho detto una cosa a un travestito e questo mi ha dato un calcio nelle palle. Ci credi? Senti, io non mi faccio trattare così da nessuno e specialmente non da un uomo che si veste da donna. Così l'ho preso per i capelli. E l'ho preso a pugni in testa. Paff Pim Piff. OK, chi comanda ora, eh? Allora, all'improvviso arriva un tizio e mi attacca. Prendo una bottiglia di birra e CRACK, la rompo sul tavolo e gliela pianto in faccia. Sanguina ovunque e va a terra. E aveva pezzi di vetro in un occhio. Il travestito urla... oh, che succede? Mi giro, lo guardo e gli dico: "Senti amico, questo giorno di sventura è appena iniziato". PIM PAM PAM. Proprio in quella cazzo di faccia. E un altro tipo mi arriva contro con una stecca da biliardo. Oh no, non ci sono abbastanza armi ora. OK, senti, ascolta. "Ci vuoi fare qualcosa, con quella?" E gli taglio la gola. Stava gorgogliando, poi gli ho leccato la faccia e ho cominciato a ridere AH AH e il barista...! Incredibile. Vaffanculo, barista! Me ne sono uscito, sono salito in moto e me ne sono tornato a casa. Finalmente, a casa, mi sono fatto un bel bagno caldo.
Jeremy St. Ives: Già... bene... grazie per il racconto. Beh, pare che il tempo a nostra disposizione sia scaduto. Ci vediamo alla prossima, in "The Men's Room".
Annunciatore: "The Men's Room" vi è stato offerto da... The Alcopatch: la stessa piacevole sensazione del vostro drink preferito, ma direttamente sulla pelle e in maniera discreta. Acquista AlcoPatch nella tua farmacia di fiducia.
  
 
  

Republican Space Rangers
Republican Space Rangers è un cartone animato per grandi e piccini con protagonisti Commander, Dick e Butch, tre eroi americani che a bordo della loro nave spaziale girano per lo spazio conosciuto in cerca di possibili pericoli per l'America. Il loro compito è localizzare le minacce, distruggerle e rendere libera la loro nazione.

Republican Space Rangers è un insieme di parodie e prese in giro, il tutto comunque basato soprattutto sulla politica degli esteri americana, con un occhio particolare a quanto avvenuto e tuttora avviene in paesi come l'Iraq. I tre personaggi, lungo la loro avventura, vengono visti come degli stupidi ridotti all'omosessualità vista la mancanza di genere femminile sulla nave e la loro pressoché innata voglia di distruggere qualsiasi cosa non gli somigli fedelmente. I tre eroi del cartone indossano inoltre tute del tutto simili a quelle di Master Chief, personaggio protagonista del gioco Halo per Xbox, mentre la loro nave spaziale è l'ennesimo richiamo fallico che da sempre Rockstar inserisce nei vari GTA.
La voce dell'annunciatore del programma è di Bill Tarner, mentre Butch è impersonato da Jim Conroy, Commander da Bill Lobley e Dick da Lloyd Floyd. I tre alieni sono rispettivamente interpretati da Jim Conroy, Wil Wheaton e Bill Lobley.

Sigla: Space Rangers repubblicani! Guerra intergalattica al terrorismo. Ma non c'è pericolo di effetti collaterali o errori. Perché noi bombardiamo l'odio, noi diffondiamo libertà e indipendenza. A volte uccidiamo con eccessiva gioia. (Oh, era casa tua? SCUSA!) Bisogna portare a termine la missione. E, possibilmente, rifiutare qualsiasi tipo di forma di tortura. Diffondere i valori americani. A volte può succedere di dover bombardare un paio di orfanotrofi. Space Rangers repubblicani!

Annunciatore: Quando stranieri che non conosci minacciano il tuo modo di vivere, chi chiami? SPACE RANGERS REPUBBLICANI - i loro nomi sono Butch, Commander e Dick. Nell'ultima puntata, i Rangers si trovavano in una situazione pericolosa sul pianeta Spheron, alle prese con strane creature, mentre cercavano di proteggere la Terra da minacce sconosciute. La saga continua...
RSR: Space Rangers repubblicani! Sparano sempre senza fare domande!

Alieno 1: Space Rangers, non abbiamo mai sentito parlare del pianeta Terra o del vostro sponsor Piswasser, ma vi diamo il benvenuto. Siamo una popolazione di agricoltori e non abbiamo molto, ma quello che abbiamo è a vostra disposizione.
Butch: Uh? Cosa sta dicendo? Cavolo, sono frasi senza senso.
Dick: Fanculo, non ne ho la più pallida idea. Sta parlando una specie di dialetto spaziale composto da parole molto lunghe.
Commander: Dialetto scherzetto. Non mi fido di quel pezzo di merda. In più mi sembra un po' finocchio. Se non li combattiamo qui ora, ci seguiranno fino in America e inquineranno la nostra patria benedetta da Dio. Ragazzi, sapete cosa dovete fare. La tua strana religione e i tuoi modi esotici minacciano la nostra libertà.
Dick: E mi sembri uno a cui piace tenere le gambe divaricate, non so se mi sono spiegato!
Alieno 1: Ma questa è casa mia, fratelli, qui gli stranieri siete voi. Non possiamo risolvere la faccenda tranquillamente?
Butch: Cosa sta dicendo, amico? Questo alieno dice cose insensate.
Dick: Ehi! Du iu spik inglisc? Hai! Ehi!
Commander: Ehi, teste di cazzo. Il tempo per i negoziati pacifici è scaduto.
Dick: Hai sentito il capo, brutto stronzo. È giunta l'ora, baby... Sai quale? La tua ora.
Alieno 1: Aspetta!
Commander: Assicuratevi di uccidere tutti i bambini, così si eliminano potenziali ribellioni in futuro.
Dick: Ehi, i piccoletti stanno scappando dentro quell'orfanotrofio alieno.
Commander: Pare proprio che abbiamo scoperto un piano terroristico... le persone innocenti di ritorno a casa soffriranno. Ripeto... soffriranno! Cazzo!
Butch: Ehilà Commander. Questa bomba qua è pronta per saltare. Mi basta un tuo cenno...
Commander: Ricevuto! Saliamo sulla nave e nuclearizziamo questi F.D.P
Butch: Oh sì, baby.
Commander: Va bene ragazzi, facciamo un altro giro. Ve lo siete meritato. Perché oggi siete degli eroi. E lo dico con le lacrime agli occhi... Missione compiuta. Urrà!
Dick: Urrà! La democrazia è un dono all'universo. Questi giovani alieni hanno imparato una lezione preziosa. Cazzo, c'è una falla nella conduttura.
Commander e Butch: Oh dannazione!
Butch: C'è stato un rapporto da Forte Culo, il Generale Merda è in arrivo.
Commander: Dannazione soldato. Ti era stato espressamente vietato di scoreggiare come un pazzo. Ehi, cos'è quella roba?
Butch: Oh certo... è... ehm... aspetta un attimo...
Commander: Idiota! Stai guardando il forno a microonde, girati verso il monitor.
Butch: Mi spiace Commander, mi stavo preparando una quesadilla. Ehi, ecco i rilevamenti di quello strano pianeta con il Ribelscan. Beh, è sulla mappa ma mi venisse un colpo se riesco a pronunciarlo.
Commander: Nessuna sorpresa. Ma io dico di non correre rischi. Scatena gli otto gironi infernali, Butch. Spara tutto quello che abbiamo.
Butch: Con piacere, signore.
Commander: Questo momento me lo godo sempre. Ben fatto compagni. Segnate sul diario di bordo che abbiamo incontrato una minaccia terrorista, abbiamo disintegrato il nemico, abbiamo liberato l'umanità. E ho intenzione di raccomandare entrambi voi due pezzi di merda per una medaglia o qualcosa del genere.
Dick: Oh grazie, Commander. Ehi, ascoltate... perché dopo non facciamo una doccia insieme?
Commander: Senza dubbio. Ma solo dopo aver giocato alla pallavolo spaziale... Sudati come veri uomini.
Butch: Dai ragazzi, sapete che non sono bravo a pallavolo.
Dick: Silenzio, non rovinare il momento. È troppo importante.
Butch: Uh. Ho altri rilevamenti da parte del Ribelscan.
Dick: Ehi! I rilevamenti indicano minerali e oro.
Commander: Bene ragazzi, preparatevi. Andiamo a dare un'occhiata. Qual è la regola?
Butch: Che se incontriamo degli stranieri, li uccidiamo.
Commander: Scommetto che questi tizi non hanno nessuna intenzione di coesistere pacificamente, visitare negozi di alcolici, di armi o di avere la libertà democratica di vedere il proprio voto gettato al vento.
Dick: Cazzo, faranno meglio a imparare come si prega a scuola.
Commander: Oh Dick, lascia perdere, sono dei fottuti selvaggi. Ehi, eccone uno.
Alieno 2: Gli dei avevano ragione! Siete arrivati! Benvenuti nelle nostre terre pacifiche e ricche.
Butch: Cosa sta dicendo?
Dick: Questo figlio di puttana non parla nemmeno l'americano...
Alieno 2: Invece sì, vi ho dato il benvenuto... Ahia coglione! Mi hai sparato nel tentacolo! Non c'è problema, ricrescerà. Ascolta - ti perdono, fratello - portare sulle spalle il fardello dell'odio è peggio di avere dei nemici.
Butch: Per tutte le galassie del buon Dio! Cosa diavolo sta dicendo?
Dick: Mi pare che sia una roba ispanica mischiata al chin-chun-chang da travestiti del cazzo.
Commander: Non lo so, stavo pensando la stessa cosa. Mi pare di riconoscere alcune parole, ma i pensieri sono semplicistici e... consentitemelo... stranieri.
Butch: Io non capisco un cazzo di quello che state dicendo. Voglio solo sparare.
Commander: Il nemico è là fuori, ragazzi. Il nemico è là fuori.
Dick: No, il nemico è dentro di voi.
Alieno 2: Ascoltate ragazzi, siete i benvenuti. Abbiamo organizzato un party di accoglienza con lanci di bicchieri di tequila sul bancone. Inizieremo con un bel massaggio da parte di attraenti aliene. Una volta spippettati con successo, parleremo di...
Commander: Farai meglio a smetterla di cercare di comprare i miei uomini con le tue donne.
Dick: Ben detto!
Butch: Sì, io odio le donne.
Alieno 2: Oh, mi spiace, non volevamo offendere... Ascoltate, abbiamo davvero bisogno del vostro aiuto. Siamo una razza pacifica e gentile. Durante l'ultimo ciclo mestruale lunare, una razza di alieni malvagi ci ha invasi e imposto la loro legge... Hanno imprigionato molti dei miei simili, hanno rubato le nostre risorse naturali senza contratti regolari e nel frattempo hanno distrutto la nostra cultura. Potete aiutarci? Oh no! Eccone che ne arriva uno!
Alieno 3: Cosa diavolo stai dicendo, schifoso?
Alieno 2: Stavo spiegando a questi valorosi Space Rangers di come avete reso schiava la mia gente.
Alieno 3: Naturalmente, avete tutte le risorse che ci servono e, inoltre, siamo malvagi e avidi.
Commander: Mi piace questo piccoletto, dice cose sensate, vero?
Dick: Ehi, volete andare a pescare?
Butch: Ma cosa cavolo sta dicendo?
Alieno 2: Oddio, sei un fottuto coglione. Voi due, ascoltatemi vi prego. Questi alieni malvagi stanno distruggendo la nostra gente e la nostra cultura.
Alieno 3: Siete deboli. Meritate di soffrire.
Commander: E ha anche le qualità del condottiero! Quel piccoletto è incredibile!
Dick: Ehi Commander, siamo in attesa di ordini...
Commander: Diamine, la nostra missione è chiara come il cielo ragazzi... e non c'è nulla che possa distrarci dal realizzarla, se si esclude ovviamente quella notte al college quando abbiamo bevuto un bicchiere di troppo. Mi stai dando del deviato?
Alieno 2: No! No, no, no, no, no, no.
Commander: Quindi, dobbiamo viaggiare nello spazio alla ricerca di stranieri da uccidere e basta.
RSR: Per la democrazia e la libertà!
Commander: Urrà!
Alieno 2: Ma io posso donarvi la saggezza!
Alieno 3: E rendervi ricchi!
Commander: Va bene, ho sentito fin troppe cazzate. Ragazzi, sapete cosa dovete fare.
Alieni 2 e 3: No, no, no, no.
Commander: Friggeteli! Quel figlio di puttana non sapeva con chi aveva a che fare. Avete fatto un ottimo lavoro ragazzi, sono orgoglioso di voi. Oh dannazione, Dick. Ti avevo detto di piantarla di espellere metano nello spazio.
Dick: Mi spiace Commander, ma questo soldato non può fare a meno di pensare al tuo caldo abbraccio villoso.
RSR: Space Rangers repubblicani!
Butch: I Guardiani Repubblicani dello spazio. Oh cazzo. Ehm, aspetta...
Commander: Maledizione!

Annunciatore: Quando forme di vita primitive lontane anni luce minacciano il loro modo di vivere, gli Space Rangers repubblicani ci saranno per assicurare una nuova vittoria della democrazia! Space Rangers repubblicani!
  
 
  
 
  
 
  

Live from Split Sides
All'interno di questo show, il canale Weazel presenta due spettacoli inediti di Katt Williams e Ricky Gervais, gli stessi comici che è possibile andare a vedere personalmente all'interno del locale Split Sides ad Algonquin. Per informazioni sui sei spettacoli live allo Split Sides, consultate la sezione spettacoli alle voci Ricky Gervais e Katt Williams. Qui di seguito vi verranno invece fornite trascrizioni e immagini sui due spettacoli inediti visibili esclusivamente in televisione.

Annunciatore: Registrato in diretta nella capitale del mondo Liberty City, il famoso Split Sides Comedy Club vi invita ad alzarvi e portare l'amore nel club dove i drink non sono a basso costo. Date il benvenuto sul palco a Katt Williams.

Katt Williams: Grazie, grazie molte, grazie. Lo apprezzo, Liberty City... whooh! È bellissimo, è bellissimo, non sono mai stato qui, è la prima volta. Come visitatore a Liberty City, tutto questo è incredibile, la velocità e il ritmo a cui lavora questa città. Ho avuto una mini avventura, oggi. Mi sono alzato, vestito, mi sentivo bello carico, avevo il ciondolo giusto e ho deciso di attraversare una strada di Liberty City lentamente... impossibile. Qui si muove tutto così in fretta, perché la gente si muove così... io non... un clochard mi ha superato correndo, dove cazzo doveva andare? Poteva sdraiarsi e sarebbe stato subito a casa, sdraiato e a casa, ma mi ha superato camminando di corsa. Tutto è così veloce, qui a Liberty City. È da pazzi. Sono da pazzi anche i vostri prezzi per la benzina... sessantanove dollari al gallone... un po' ridicolo. La mia macchina costa circa settantadue dollari, cerchiamo di rimettere tutto in prospettiva. La gente non parla, qui a Liberty City. Non so, è come se avessero paura che qualcuno gli spari, o qualcosa del genere. È solo che... ho parlato tutto il giorno: "Ehi, come va?" niente. "È bello vederla, signora" niente. "Salve agente" niente. È una città pazza. Però me la sto godendo, è tutto molto eccitante. Qui ci sono molte possibilità, molte possibilità a Liberty City. Potete avere tutto quello che volete. Vi piace la passera? Ma certo che vi piace, è qui! Liberty City ha alcune delle migliori passere che abbia mai visto, devo confessarvelo. Sai che una passera è una buona passera quando ci sei dentro e pensi ad altre cose oltre al sesso. Cose come per esempio: "Wow, mi piacciono i biscotti di pan pepato", quando pensi qualcosa del genere e sei dentro una passera, sai che è roba buona. La migliore erba del mondo potrebbe essere qui, a Liberty City. Oggi a un certo punto ero così fatto che ho avuto un'intera discussione con me stesso, allo specchio. Minaccioso, minaccioso. Non riuscivo a credere di essermi preso alle spalle in quel modo ed ero furioso. Vi siete mai fatti dell'erba così buona da rimanere bloccati? Bloccati, sapete, bloccati come quando dovete andare, volete andare, è necessario che andiate ma non vi muovete per un cazzo. Ci si blocca, ecco cosa si trova a Liberty City. Avete tutto. La migliore squadra di basket... chi può fottere i Liberty City Warriors? Ricordo che c'era questo tipo, giocava così bene come il tipo che avete voi in squadra, ma non voleva passare la palla, non passava mai la palla. E così il resto della squadra andava solo su e giù, solamente, erano tutti in forma ma non facevano mai punti. Quel bastardo egoista, lo seguivano su e giù per il campo, solo... Sono libero, niente, niente. Liberty City ha una squadra fatta di guerrieri, i Warriors, e ne avete bisogno, avete bisogno di una squadra molto forte. Bisogna comunque essere forti, è un mondo debole. Vieni a Liberty City e diventi forte in questo mondo debole. So che è debole, io ero debole quando ho cominciato, non sono sempre stato così alto, gente. Una volta ero basso, ti succedono un sacco di cose quando sei basso. La gente ti mente, i miei genitori mi hanno guardato negli occhi e mi hanno detto senza ombra di dubbio, mangia le verdure, bevi il latte, diventerai grande e grosso. Bugiardi figli di puttana! Sapete quante verdure ho mangiato? Mmm, avete idea? E quanto latte ho bevuto? Dovrei essere grosso come una mucca! Perché non sono grosso come una mucca? Ho bevuto la stessa roba che ha bevuto la mucca. E sono basso. Sapevo di essere basso perché ho portato lo stesso paio di jeans per cinque anni, a scuola. Cinque. Potevate indovinare quanti anni avevo perché crescevo di mezzo centimetro, allungavo l'orlo e c'era una riga in più. Già, non sono depresso, lo sto solo raccontando. Se avete dei bambini bassi, a casa, andate a casa e baciateli, perché è terribile. E non migliora, invecchiando. Ora sono più vecchio, ho un po' di soldi e ancora non riesco a salire su alcune giostre, al luna park. È ridicolo. Non so se sia razzista, sessista, ma è altista. Ecco la mia nuova parola, "altista". Grazie, buonanotte.
  



Annunciatore: Registrato in diretta da Liberty City, casa della sesta strada, il famoso Splits Sides Comedy Club presenta direttamente da Londra, Europa, Ricky Gervais.

Ricky Gervais: Ciao. Grazie. Grazie. Grazie per essere venuti. Ho pensato molto alla guerra... di recente. Ce n'è un sacco, in giro... Ci sono molte cose brutte in questo mondo. C'è sempre qualcuno in guerra. E stavo pensando: "Qual è la mia guerra preferita? Vietnam?" Miglior colonna sonora. Di sicuro. La Seconda Guerra Mondiale? Il miglior finale. E che finale. Sai che è finita quando... Non c'è un seguito. Quella è la fine. La gente è preoccupata, però, per via... della bomba atomica. Ha fatto finire una guerra, che è una cosa buona. Ma ne sentiamo ancora gli effetti, che è una cosa brutta. Ed è stata inventata da Einstein. Che è un genio. Nella sua, uh... pubblicazione del 1907, Einstein disse... che la luce poteva essere descritta come un insieme di particelle di energia. Che, quando irradiate, fan... che razza di cazzone pensa in questo modo... sul serio? Capite cosa voglio dire? Ecco perché Stephen Hawking è andato fuori di testa... troppo pensare. Non sono un dottore, ma ne sono abbastanza sicuro. "L'universo si espande." Ma certo, sicuro che si espande, Stephen. Prenditi un giorno di ferie! Fatti una passeggiata, o... OK, non una passeggiata, ma... Apri una finestra. Guarda un po' di TV. C'è Robot Wars. Ti piace, vero? La gente fa: "Ah beh Stephen Hawking non si tocca. È un genio." Non è un genio. È presuntuoso. È nato in Inghilterra e parla con accento americano. Cambogia. Quella è bella. Pol Pot. Ha ucciso 100.000 persone. E quella era la sua minaccia. Ha radunato 100.000 persone... e le ha uccise. Perché... erano ciò che lui chiamava "intellettuali". E sai come ha fatto a capire se erano o meno intellettuali? Ha guardato se portavano gli occhiali. Se erano così intelligenti, potevano toglierli quando li hanno visti arrivare! Capite cosa voglio dire? Oh sì, beh Kierkegaard, ehi ecco che arriva Pol Pot. Va bene? Sì. Non male, già. Già! Bene. Sì! Oh, grazie signor Pot. Sì. No, io... sono stupido, come può vedere. Io... io... ecco, quello là. Guardi. Vada a uccidere lui. La guerra delle Falklands. Quella è la mia preferita, probabilmente. La gente dice che era un conflitto. Era una guerra. Ed è la mia preferita, perché era una guerra a raggio. Significa che... che... i cannoni argentini potevano sparare a 9 km... Mentre quelli britannici sparavano a 17 km... Quindi abbiamo semplicemente parcheggiato le navi a circa 10 km e i loro colpi cadevano in acqua. Mentre noi... li bombardavamo a morte. È l'equivalente militare di quando tieni un nano a distanza di braccio. Così. E questo si agita... e ti manca. E tu continui a prenderlo a calci nelle palle. Ahia. Blam. Ahia. Blam. La gente fa: "Ooh, non devi prendertela coi nani". E perché? Cosa mi faranno mai? Non devi prendertela con i terroristi fondamentalisti. Quelli sì che fanno paura. Ma chissenefrega dei nani. Grazie molte! Buonanotte!

Annunciatore: Ricky Gervais.
  

Venturas Poker Challenge
Il Venturas Poker Challenge è un programma televisivo in onda da uno dei grandi casinò di Las Venturas (San Andreas) in una delle tante serate organizzate dalla Venturas Poker Challenge, una società sportiva che riunisce i migliori giocatori di poker al mondo all'interno di una immensa lega dove giocando si potranno vincere migliaia di dollari o perdere ogni bene che si possiede. Nelle due parti dello show al tavolo si scontreranno Cocksure Chris Cummings, Dangerous Derrick Thorton, Jennifer Trash Can Zelinski, Butch Roberts, Terry Kim, Steve "Buffet Car" Jabowitz ed altri più o meno famosi giocatori di poker.

Il Venturas Poker Challenge è un'ovvia parodia del World Poker Tour, una lega di giocatori di poker professionisti che si scontrano in tutto il mondo con le finali offerte su varie TV americane ed internazionali.
Malcolm Fitzherbert è impersonato da Rob Webb, mentre la voce di Troy Burger è di Jeff Bottoms. Qui di seguito sono disponibili le trascrizioni delle due porzioni dello show.

Malcolm Fitzherbert: La settimana scorsa vi abbiamo offerto la più grande vittoria nella storia delle partite d'azzardo trasmesse in TV. Cinque uomini che si guardano l'un l'altro con ripugnanza, mentre le donne guardano con invidia da bordo campo.
Troy Burger: È come una pippa di gruppo alle medie, Malcolm.
Malcolm Fitzherbert: Ehi, hai ragione, e con questo bentornati alla Venturas Poker Challenge, in collaborazione con Cerveza BARRACHO, perché quando avete un full, ES ORA DE DIVERTIRSE! E con E COLA perché il gioco d'azzardo è DELIZIOSAMENTE CONTAGIOSO. Io sono Malcolm Fitzherbert.
Troy Burger: E io sono Troy Burger.
Malcolm Fitzherbert: Troy, questo è lo sport che paga di più, a parte convincere una città a darti uno stadio e il terreno su cui è costruito esentasse.
Troy Burger: O quando la tua città ospita le olimpiadi.
Malcolm Fitzherbert: Proprio così. Voglio dire, sul serio, cosa possiamo dire su ciò che abbiamo visto finora?
Troy Burger: Beh, Malcolm, è una vera... voglio dire... sono senza parole. Ma sul serio. È davvero difficile da descrivere e sapete che mi pagano per evitare degli imbarazzanti silenzi.
Malcolm Fitzherbert: Beh, è stato davvero incredibile. Questo è il meglio dell'intrattenimento. Questo è il meglio dello sport, è un dramma umano al culmine dell'umanità e della drammaticità. Cocksure Chris Cummings se ne andrà da milionario. E sapete come ha fatto? Rischiando il proprio futuro, giorno dopo giorno, scommettendo per capriccio, mettendo in gioco tutto quello che possedeva, nella vita, per una bugia. Se questa non è una metafora della vita, non so cosa possa esserlo. Chris si è trasferito qui da San Fierro, dice che gli è piaciuto trasferirsi nel deserto dove i sobborghi anonimi si stendono per 100 miglia, dove si può avere una Mcmansion a buon prezzo, e dove non ci sarà più acqua entro 5 anni.
Troy Burger: Beh, l'hai detto, Malcolm. OK, pochi minuti fa Cocksure Chris Cummings ha bluffato con un asso alla frutta col riporto e ha fatto impazzire l'intero casinò.
Malcolm Fitzherbert: Pazzia! Cinque persone sono morte. La folla fa parte dell'azione, qui al Pokerdome.
Troy Burger: Già, lo è di sicuro. Il Pokerdome è mitico. Gente coperta di marchi, che indossa occhiali da sole al chiuso. Voglio dire, questi giocatori sono incredibili. Sono qui per una cosa sola: per vincere un braccialetto luccicante che dice "sono il numero uno". Chiamatela ostentazione da bianchi, ma ogni uomo lo vuole. Sapete, ogni volta che vedo Steve Buffet Car Jabowitz giocare mi stupisco di fronte alla prontezza di quest'uomo, sono terrorizzato dalla saggezza e affascinato dalla ribollente corrente di sessualità nascosta.
Malcolm Fitzherbert: Cosa? Puoi togliermi la mano dalla gamba?
Troy Burger: Ciò che credo di voler dire è che quando quell'uomo cavalca il fiume, il fiume sa di essere stato cavalcato.
Malcolm Fitzherbert: La Venturas Poker Challenge! Ehi, aspettate, aspettate, aspettate. Sta pensando... cosa farà Jabowitz... cosa succederà a Buffet Car...?
Troy Burger: Non ne sono sicuro. Ehm, pensi che abbia Double Rockets? Perché, sai, i Double Rockets battono una coppia di troie.
Malcolm Fitzherbert: Ma certo, Troy. Amico, sono così eccitato che potrei pisciare. Adesso stai buono.
Troy Burger: Oh, scusa...
Malcolm Fitzherbert: Aspettate, aspettate... Cummings sta guardando le carte. Questo è un momento IMPORTANTISSIMO.
Troy Burger: Fuori di testa! È all-in al flop!
Malcolm Fitzherbert: Aaah, fantastico... Non riesco a crederci! Ha lasciato. Date un'occhiata, signore e signori. Siete stati testimoni della storia, stasera. Veramente incredibile.
Troy Burger: La folla sta impazzendo, qui nel deserto.
Malcolm Fitzherbert: È quello che conta. Quello e fumare e bere fino a morire in anticipo. Ehi, prendiamoci una piccola pausa. La pausa è offerta da Sprunk, perché le pubblicità sono il succo della vita e da CHERENKOV perché le pubblicità vi riscaldano fin nel nucleo.
Malcolm Fitzherbert: Eeeehiiii, questo è più eccitante di chattare online con le ragazzine.
Troy Burger: Sono completamente assorbito.
Malcolm Fitzherbert: Bentornati alla Venturas Poker Challenge... mentre eravate via vi siete persi qualcosa di ridicolo.
Troy Burger: Gli dei del poker hanno sorriso a DANGEROUS DERRICK THORNTON. Ha portato questo sport in una direzione completamente nuova.
Malcolm Fitzherbert: Proprio così. Prima abbiamo parlato con Derrick e ci ha raccontato il suo giorno tipo: si sveglia alle 3 del pomeriggio, gioca a poker online per qualche ora, va al bar con gli amici, torna a casa devastato e il giorno dopo rifà tutto da capo. Non ha mai letto un libro. Dopo aver visto il servizio, gente da tutto il paese si è precipitata qui per allenarsi per questo sport. Sai, Troy, quello che facciamo qui è illegale nella maggior parte degli stati dell'unione, ma quello che succede a Las Venturas rimane a Las Venturas, a parte quando doniamo il sangue o il seme per avere soldi da giocare a poker. Ma prima di dimenticarcene, questa sezione dello show è realizzata in associazione con RELEASE GUM, perché masticate, succhiate e bam, la vita vi è venuta in bocca, e con PILL PHARM perché quando le carte vi sono contro è giunto il momento di ingoiare, e vi fa bene.
Troy Burger: Non so tu, Malcolm, ma sono sbalordito dalla resistenza di questi giocatori. Giocano ormai da ore e non danno alcun segno di affaticamento.
Malcolm Fitzherbert: Hai proprio ragione, Troy. Il ventunenne Butch Roberts, ex direttore di un Rusty Browns Ring Donuts, stanotte potrebbe vincere il braccialetto vincendo la possibilità di acquistare un'intera catena di negozi di ciambelle e farla gestire da altri per via della nostra pigrizia.
Troy Burger: Esattamente. È il livello di preparazione atletica delle stelle, che rende il poker l'incredibile sport in cui si è trasformato. Ad esempio, Jennifer Trash Can Zelinski siede lì da ore e non mostra segni di stanchezza. Un'impiegata del mondo della cosmetica direttamente dal Nebraska, è sterile ma ha adottato otto bambini dal Venezuela che sono tutti qui stanotte, ad eccezione del figlio adottato di nome Jimmy che è gay.
Malcolm Fitzherbert: Beh, è una dura, questa signora. Scommetto che le sue mutande profumano di fiori.
Troy Burger: Di che?
Malcolm Fitzherbert: Aspetta, sta facendo un All In come se avesse visto un paio di cowboys da cavalcare. Te lo dico, l'ultimo giro che ha vinto lo ha fatto con una mano piena di ossa canine.
Troy Burger: Ma certo. Quegli otto possono uccidere. Terry Kim, the Destroyer, non si è scomposto. Questo tizio fuma tre pacchetti di Redwoods e beve un cocktail ogni cinque minuti, ma è ancora in gioco, inaffondabile.
Malcolm Fitzherbert: Voglio dire, questa fortuna la puoi raggiungere solo con un serio programma di allenamento.
Troy Burger: Sicuro. Beh, vi dirò una cosa: non sono uomini; non sono donne. No: sono degli dei!
Malcolm Fitzherbert: Sua moglie e la sua amante lo guardano dalla tribuna. Aspettate... oh... mio Dio...
Troy Burger: Oh per pietà! Ricordatevi la data. Ricordatevi l'ora. Ricordatevi dove eravate seduti quando avete visto QUESTO!
Malcolm Fitzherbert: E a quelli per cui il nostro sport è nuovo: ma dove siete stati?
Troy Burger: Dipende tutto dalle prossime tre carte. O su quella dopo.
Malcolm Fitzherbert: O su quella dopo quella.
Troy Burger: Già, è ridicolo! Le abbiamo viste tutte qui, stasera. Proprio, proprio incredibile.
Malcolm Fitzherbert: È un tre! È un tre! È un tre!
Troy Burger: Stupefacente... non serve a nessuno.
Malcolm Fitzherbert: Arriva la prossima carta... la tensione mi sta uccidendo.
Troy Burger: Anche a me.
Malcolm Fitzherbert: Amico, guardare gli altri giocare a carte è così eccitante. Terry Kim ha una tale faccia da poker... I professionisti di questo sport in questo momento si stanno valutando a seconda dei chip che hanno. È un po' come in un bordello. Uno può ricevere qualcosa che porterà con sé per tutta la vita.
Troy Burger: Dopo aver visto questo posso anche morire, perché stasera ho proprio visto TUTTO. Sapete, ho una coppia bassa, ma sono bravo a parlare. Ooogh, ecco che arriva un'altra carta.
Malcolm Fitzherbert: È, è, è... oh mio Dio. È il nove di fiori. Sapete, avrebbe potuto uscirgli un asso o una regina.
Troy Burger: Davvero. Avrebbe potuto. O addirittura un 7 o un 2.
Malcolm Fitzherbert: Vero, vero, ma il diavolo regala 9, stasera. Nove scalini per arrivare in paradiso, per Phil Deadman Davidson. Se la prossima è la carta giusta.
Troy Burger: Proprio così. Dipende tutto dal river! Oh, questo è ciò per cui viviamo! La fortuna ha favorito Cocksure Chris Cummings. Il resto di questi tizi dovrebbe pensare seriamente di uccidersi. Perché quando si perde a poker in TV, la vita è una merda. Eccola, eccola, oh mio Dio!!!
Malcolm Fitzherbert: Questo è tutto ciò per cui abbiamo tempo, qui a Venturas. Questa è una produzione Jeremiah TV, in collaborazione con SHARK CREDIT CARDS perché questo show ha un valore esagerato e Lovemeet.com, perché vi abbiamo resi completi. Da parte di noi tutti alla Venturas Poker Challenge: scommettete tutto, rischiate e tornate a casa vincitori.
  
 
  

CNT - Conglomerated National Television
La CNT è la seconda rete televisiva più potente dello stato grazie non solo al rinomato canale giornalistico, ma soprattutto ad importati ed apprezzati show televisivi in ambito mondiale con famosi serial e reality game di primissimo piano copiati in tutto il mondo.

La voce ufficiale della CNT è di Al Vanik. CNT è una parodia della CNN inglese, uno dei più rinomati ed apprezzati canali televisivi al mondo, della TNT TV e della Turner Sports and Entertainment Digital Network, un canale rinomato per serial televisivi molto importanti come Charmed (in Italia "Streghe"), Saving Grace, The Closer, Cold Case, Law & Order, Bones e molti altri.

I'm Rich
I'm Rich ("Sono Ricco") è uno spettacolo per giovani dove i due conduttori introdurranno il pubblico alle più ricche debuttanti della città e ai migliori scapoli dello stato. All'interno dello show vengono raccontati fatti della vita privata di vari personaggi tra cui Cloe Parker, Jill von Crastenburg, Samantha Muldoon, Tony McTony e molti altri. All'interno del programma verranno mostrate in particolare le abitazioni di questi nuovi ricchi, il loro parco auto e qualsivoglia oggetto che serve esclusivamente a mostrare ed ostentare ricchezza.

Il concept dietro I'm Rich rispecchia i tanti spettacoli nelle televisioni private dedicati a giovani con molti soldi grazie a genitori o parenti che hanno lavorato tutta la vita per tirar su una piccola fortuna. Le voci degli annunciatori di I'm Rich sono di Les Gunn e Julie Alexandria, mentre Tony McTony è interpretato da Gregory Johnson. Lo spettacolo è diviso in tre parti, qui di seguito sono disponibili le trascrizioni delle tre porzioni.

Les: Benvenuti a "I'm Rich", lo spettacolo che mette l'avarizia al primo posto tra gli obiettivi della nazione, visto che discutiamo in maniera enfatica e approfondita le cose che i ricchi hanno, che voi non potete permettervi e che chiunque abbia un minimo di gusto non vorrebbe mai.
Julie: Questa settimana abbiamo gente tres-ricca che ha ereditato camionate di soldi e li spende in maniera sfacciata.
Les: Abbiamo criminali dichiarati che hanno corrotto dei parlamentari per poter vivere come vogliono e ottenere grassi appalti.
Julie: E ci sporcheremo le mani coi politici che hanno dirottato il 50% del prodotto interno lordo di alcuni paesi poveri per comperare motoscafi, domestici, divani in pelle di serpente e incredibili impianti surround.
Les: Inoltre abbiamo i cocainomani debuttanti più inutili di Liberty City che ce la metteranno tutta, in una gara per vedere chi riuscirà a farsi ricoverare in più cliniche per malattie sessualmente trasmissibili e centri di disintossicazione.
Julie: Parliamo di glamour, coraggio e disgustosa avidità. Dai glory hole tempestati di diamanti alla pronuncia corretta di ABITHA... o Abiza... abbiamo davanti una mezz'ora per stupirci davanti al patrimonio dei ricchi e pensare: "Quello dovrei essere io. Perché sono un totale fallimento, come essere umano? Forse mi farò saltare le cervella durante la pubblicità." E tutto perché non apparite in "I'M RICH".
Les: Partiamo con Cloe Parker: se non sapete chi sia, siete dei ritardati in fatto di cultura pop ed è una cosa molto grave. Questa sporadica succhiatrice di 24 anni, erede di una ultramegasupermostruosa fortuna valutabile in circa 950 miliardi di dollari, è una vera patatina bollente. Ha tette rifatte riempite anche di rubini: un livello totalmente nuovo di chirurgia plastica di lusso. Ora, dato che abbiamo un vuoto da riempire, qualcuno dirà in un altro modo quello che ho appena detto, mentre riguardiamo le stesse immagini.
Julie: Cloe Parker ha 24 anni ed è un vero schianto. Vale un sacco di soldi ed è completamente svampita. Ha subito molti interventi di chirurgia plastica, ma per il resto è inutile. È RICCA.
Les: Ha proprio tutto e i soldi sono tutto. Ha un paparino, i soldi e uno di quei minuscoli cani che la gente ricca tiene nella vagina.
Julie: Ne voglio uno, davvero TANTO.
Les: Bau bau! Pensate che il vostro paparino sia buono? Cloe Parker è passata direttamente da ricca figlia molto amata a ricca demente patentata. Viveva in questa mega-villa che il papà le ha comperato dopo le prime mestruazioni. E quando papà è in Colombia, a gestire la ditta di importazioni di famiglia, lei se ne va in giro per il mondo. Fantavoloso. Festa a Parigi e sditalinata a Firenze. La villa in cui vive ha un home theater subacqueo con delle sirene nane, garage per jumbo e uno yacht da 600 piedi che costa 3 milioni al giorno solo di manutenzione. Il suo attico nell'esclusivo distretto Middle Park East, ad Algonquin, è un piccolo palazzo in paradiso, con tanto di fossato e ponte levatoio, camera delle torture e servi con lo scorbuto, tutto al 55esimo piano. Stiamo parlando di proprietà immobiliari che noialtri possiamo solo guardare in TV mentre ci masturbiamo.
Julie: Adesso mi sto masturbando. Furiosamente. Cloe è la migliore amica di Jill Von Crastenburg. Quest'enfant terrible ha dominato la vita notturna di Liberty City negli ultimi due anni, fin dal suo 11esimo compleanno. Il papà le ha regalato due minatori di diamanti, per il dodicesimo compleanno; quando è stata di nuovo in grado di camminare l'ha mandata a 15 diversi collegi esclusivi, contemporaneamente, e le ha comperato una casetta sull'albero con tanto di domestici! Inoltre, ha un coniglio volante.
Les: Soldi! Onnipotenza! Quando si è tanto incredibili, le leggi della natura non hanno effetto. La vostra vita è come la pubblicità di una bibita, in cui tutto è portato all'estremo! Guardate questa casa. Questo è ciò che ci vuole per farsi notare, nel mondo ultra-competitivo dei figli di genitori ricchi che non pagano le tasse. I Von Crastenburg sono tra le persone più ricche al mondo, ricchi di soldi, non certo di moralità, virtù di cui sono totalmente sprovvisti proprio come i produttori di questo spettacolo. Ma guardate quante auto sportive ha Cloe. Voci raccontano che questa debuttante dalla cacca deliziosa urla "papà" quando fa le porcherie a mo' di spiedino.
Julie: Vivono la maggior parte dell'anno a Liberty City in questa sontuosa villa, ma non pagano le tasse perché dichiarano di praticare la propria religione in casa, e deducendola così dalla dichiarazione. Dei veri imprenditori americani.
Les: Questo modo di pensare ha permesso loro di comperare una casa da 45 stanze da letto per il fine settimana: ha un lampadario con candele vere in bagno e l'impianto idraulico trasparente, così uno può mangiare biglietti da 100 dollari, digerirli, espellerli e guardare la propria creazione artistica cacaista all'inizio del suo lungo viaggio. Il denaro è il loro dio e loro sono il papa, il capo rabbino e un importante ayatollah, tutti in uno!
Julie: Favoloso! La loro merda non puzza. E la piccola Jill ha la propria stanza in questo meraviglioso palazzo, ricavata dall'avorio con affreschi illustranti versioni erotiche delle favole, dipinti a mano dagli artisti Simon e Nigel.
Les: Ecco come vivono i ricchi! Con immagini della piccola Cappuccetto Sfintere Rosso che lo prende nella fossa dal lupo cattivo superdotato. Facciamo una pausa, mentre meditiamo su quanto il ceto medio assomigli proprio a Cappuccetto Sfintere Rosso. Quando ci rivedremo, il playboy più desiderato di Algonquin ci racconterà come spende soldi per inutili stronzate.
Les: Bentornati a "I'm Rich", lo show sulla gente ricca che ha i costi di produzione di uno spettacolo della TV via cavo locale.
Julie: È perché noi dobbiamo realizzare molte puntate di questa stronzata. Per fortuna la gente è abbastanza stupida da guardarla. Parlando di stronzate, o di menare il culo in faccia all'umanità, ecco un'altra persona ricca e vuota di cui vogliamo parlare per ragioni che sono al di là della comprensione di chiunque, questo è il playboy più desiderato di tutta Algonquin: ecco a voi, Tony McTony.
Les: TMT è come il TNT. Questo scapolo scatenato, irascibile ma verticalmente svantaggiato, milionario grazie a Internet 2.0, ha accettato di raccontarci ciò che significa, per lui, essere ricco.
Tony McTony: Uh, fin da quando sono diventato ricco, la mia vita è incredibile... Ho una casa dal pavimento di vetro, così posso fotografare sotto le gonne con una macchina fotografica speciale, e un ascensore di vetro con dentro una Jacuzzi di vetro. Ci vado su e giù per ore e volete sapere una cosa? Ve lo farò pesare. Sono passato da sfigato a fichissimo più rapidamente di quanto riusciate a dire 750 milioni di dollari in stock option.
Les: La casa di Tony a Los Santos è leggendaria. Tony sarà anche alto solo 1 e 52, ma quello che gli manca in altezza e ampiamente compensato dal suo parco di auto sportive. Perché avere una lussuosa Infernus italiana, quando ne puoi avere 2? E perché averne due quando ne puoi avere 15? Tutte assolutamente identiche. Ognuna ha sedili con monogramma, con lo speciale logo di Tony McTony.
Tony McTony: Quando sono diventato ricco mi sono reso conto che avevo bisogno di un logo. Quindi ho preso il miglior designer di logo e me ne sono fatto fare uno. Mi è costato 15 milioni di dollari solo farlo creare. Il filo di seta è stato cagato da un monaco trappista. È una M gialla che traccia un arco, su sfondo rosso. Non avete mai visto niente di simile, gente. Gli asciugamani, i preservativi, i cerchioni dorati, tutto ha il logo Tony McTony. Alle troiette piacciono le iniziali.
Julie: Tony inoltre paga delle donne per indossare pantaloni di pelle e sedere a gambe incrociate e in topless e meditare all'interno di gabbie appese al soffitto, per far capire alla gente quanto è ricco.
Tony McTony: Ora scopo un casino. Che è una cosa fantastica, perché fino a 6 mesi fa ero vergine.
Les: Tony passa i fine settimana navigando in potenti barche sull'Humboldt, a fianco di Algonquin, mentre si fa confezionare le scarpe a suola alta a mano dagli eschimesi, utilizzando rocce lunari. Gli piace rifarsi sui ragazzi che lo picchiavano a scuola acquistando le compagnie per cui lavorano e licenziandoli.
Tony McTony: Ehi, non sono risentito. Sono solo un ometto con un sacco di soldi.
Julie: Fra poco parleremo di Alfonso Vasquez. Quest'uomo è ricco e ha una figlia che è davvero uno schianto: avrà dei problemi a tener giù le zampe da lei.
Les: E, ehi, che troia che è sua moglie. Ha preso la metà dei suoi soldi, proprio come farebbe una puttana.
Julie: Ma ha preso la metà che non gli serve, perché fa soldi così in fretta che usa delle pale da neve per raccoglierli. Alfonso tiene la figlia, January Natasha Vasquez, sommersa di diamanti. Lei dice addirittura di avere le grandi labbra decorate con un'enorme pietra da 7 carati. È un modello da imitare e lo sa bene: mostra alle ragazze esattamente quanto la vagina possa farle arrivare lontano, con abbastanza impegno. Ma essere così ricchi ha un lato negativo, però. È terrorizzata dagli alberi: ha paura che gli elfi la rapiscano e abusino di lei, e non ha mai dovuto imparare a leggere o masticare. È proprio incredibile.
Les: Nel suo mondo niente è impossibile. A parte l'umiltà. E la compitazione più semplice. Specialmente quando una ha un domestico che mastica il cibo e glielo sputa in bocca.
Julie: Jet privati, flotte di auto sportive da 300.000$. Letti ad acqua con cascata, inoltre ha un televisore al plasma nel water, per poter guardare i programmi preferiti mentre vomita un pasto da 800$. Ecco cosa vuol dire essere ricchi. C'è ben poco meglio di tutto questo. Se il paradiso esiste non sarà certo così bello. Fra poco, parliamo di barche: yacht e fighe. La decadenza che tutti sognate, solo su "I'm Rich".
Les: Bentornati a "I'm Rich". In questa parte parliamo di un'approfondita indagine che riguarda corruzione e scandali nell'industria delle opere di beneficenza, oltre a un rapporto dalla prima linea della povertà nel nostro stesso paese e su come i politici deviati buttino via i soldi che date loro.
Julie: (Ridendo) Stiamo scherzando: a chi interessano povertà e sventura, quando si può parlare di ricchezza da paura? Parleremo di gente ricca, come se fosse interessante.
Les: E vi faremo notare quanto patetica sia la vostra vita, perché non avete la carta igienica tempestata di smeraldi, o un drago domestico che caga pizza.
Julie: That's amore. Parlando di cagate, Liberty City ha elevato la decadenza a un nuovo livello, di recente, diventando ufficialmente la capitale mondiale della ricchezza stupida grazie a un'icona degli snobboni creata da cinque generazioni di riproduzione tra consanguinei, un uomo così ubriaco di ricchezza e fama che non sa nemmeno come si chiama.
Les: Gli antenati di Lyle Cleethorpes V hanno realizzato una fortuna vendendo tabacco e schiavi, entrambi cose buone. Ma la proclamazione di emancipazione non ha messo in ginocchio questa famiglia: ora importano tutti i lavoratori dal Messico per pochi centesimi, cosa che ha reso Lyle iperimmensamente ricco.
Julie: Passa il tempo a letto con modelle dalle scapole così sporgenti che potrebbero tagliare la carta, tenendo banco ai più esclusivi club della città come il Maisonette 9, leggendario ritrovo delle celebrità. E guidando moto sportive sotto l'influenza della droga.
Les: È il sogno americano: non ha talento, è inutile ed è noioso e parliamo di lui perché c'è chi paga per la pubblicità durante questo spettacolo.
Julie: Pensiamoci per un secondo.
Les: Fatto, una rapida riflessione va bene, ma ora continuiamo a vivere.
Julie: Restate gelosi, lo so, anch'io lo sono.
Les: Continuate a provare invidia, gente... Io so per certo che lo farò... La decadenza che tutti sognate, solo su "I'm Rich".

Annunciatore: "I'm Rich" vi è stato offerto da:
Krapea: soluzioni per l'arredamento a buon prezzo realizzate in truciolato.
Occhiali da sole Rimmers: per rallegrarvi gli occhi.
Al Dente's: tutto l'amore e il mandolino che riuscite a mangiare.
Trackify: tenete sotto controllo coloro che amate.
Cereali Big Logs: chi non vuole una bella pannocchia, al mattino?
Gin Wifebeater: il modo per rilassarsi quando volete che vostra moglie chiuda quella cazzo di bocca e vi lasci guardare la TV.
Caffè Bean Machine.
Hot dog Chihuaha: provate a battere la nostra carne.

Suggerimenti promozionali e messaggi pubblicitari offerti da:
Adios Air: dite addio a tutti.
Lax to the Max: e la vita tornerà a scorrere.
Alpha Mail: l'evoluzione della posta.
The Alcopatch: la stessa piacevole sensazione del vostro drink preferito, ma direttamente sulla pelle e in maniera discreta.
Fanny Crabs Bar e Grill, adorerai il sapore dei nostri granchi.

Finanziamento per la sezione riguardante gli sponsor dello show offerto da:
Negozi Twenty four seven: dove puoi andare a comperare un pacco da sei di preservativi e sigarette quando ti trovi strafatto alle tre di mattina?

Burger Shot: un proiettile contro la fame. Dannatamente gustoso.
Gnocchi: perché gli italiani sono famosi per gli orologi.
Donuts Rusty Browns Ring.
Cosmetici Max Renda e Wigwam Burger: non serve prenotare.

Sottotitoli per i non udenti offerti da:
Negozi Pirate Music: che vi invitano a sentire il futuro della musica, e...;
Tinkle wireless: Tinkle, musica per le tue orecchie.
E Eugenics Inc.: chiama la Eugenics Incorporated, la moralità non è affar nostro.
  
 
  
 
  

The Serrated Edge
The Serrated Edge è uno spettacolo composto da una vendita telefonica di coltelli e spade di diverso tipo e forma. Lo spettacolo è gestito da Luther Austin ed Estell Graham, due specialisti del campo lame che spiegano al pubblico caratteristiche ed abilità di ogni coltello. All'interno dello spettacolo interverranno anche diversi spettatori che racconteranno le loro avventure con i loro ultimissimi acquisti.

The Serrated Edge è uno show simile alle televendite che ogni giorno riempiono i palinsesti televisivi di rete primarie e secondarie. Ad interpretare Estell Graham c'è Gammy Singer mentre Luther Austin è impersonato da Dave Bachman.

Estelle Graham: Benvenuti a un altro episodio di "Serrated Edge", da Estelle Graham.
Luther Austin: E da Luther Austin. Proprio così, siamo il programma di televendita numero uno per quanto riguarda coltelli, lame, spade cerimoniali e altri attrezzi da taglio.
Estelle Graham: Se siete il tipo di persona che dà importanza all'efficienza in cucina, alla sicurezza in campeggio e all'abilità di prendere un ostaggio in qualsiasi momento, Serrated Edge è quello che fa per voi. Io dico sempre ai miei ragazzi che non è possibile avere troppi coltelli per casa. E ragazzi, questa sera abbiamo per voi dei coltelli davvero strepitosi.
Luther Austin: Voglio tenere stretto ognuno di questi piccoletti. Metterli contro la pelle nuda.
Estelle Graham: Oggetto numero 1776. Una collezione di primissimo ordine, solo per voi. 14 ottimi coltelli. Per primo, il Bowie. Lama in acciaio inossidabile tedesca, lucidata a specchio. Perché tedesca? Perché è da lì che ci arriva. Vi dico che potrei prendere quel coltello, strisciare fuori dal mare calmo e tagliare una gola serba, proprio come un Navy Seal.
Luther Austin: E sul manico c'è: Ricorda Pearl Harbor. Abbiamo un coltello meraviglioso, qui. Come se qualcuno avesse passato ore e ore ad affilare e arrotare la lama, trasformando l'odio in un'arte. È bello. Con questa collezione avrete anche: un coltello stile coltello da combattimento, il Lone Wolf, con finiture satinate. Si adatta perfettamente alla mano. Ne ho usato uno ieri: ho ridotto un albero alle dimensioni di una mazza da baseball. Questo è uno dei miei preferiti. Più lo uso e più mi viene voglia di trovare roba da tagliare. Di solito comincio a tagliarmi sul braccio: piccoli tagli per provare a dimenticare.
Estelle Graham: Calmati Luther, ma non possiamo dimenticare che questo set vale ben 8.000$. Ora potete avere l'intera serie per qualche centesimo in meno di 100$. Tutto a 99,95$. Siete degli idioti se non la ordinate. Come dei bambini ritardati, con la testa che ciondola sulle spalle, la lingua a penzoloni.
Luther Austin: Già, i bambini ritardati non piacciono a nessuno. È davvero un casino liberarsene. Abbiamo Kevin in linea.
Kevin: Ehi ragazzi, mi piace un casino lo show.
Estelle Graham: Ehi Kevin, hai già comperato il set?
Kevin: Sicuro. Darò il coltello da commando a mia figlia.
Estelle Graham: Il coltello in stile commando britannico, con la lama d'assalto da 58 centimetri di acciaio chirurgico con finiture in carbonio. Taglia pelle, ossa, organi. Alle volte se uno rimane bloccato in una tempesta di neve deve mangiare le persone. Questo coltello è come un kit di sopravvivenza. Essere pronti, ecco il segreto, specialmente quando si fanno vivi i terroristi.
Kevin: Sapete, quel coltello urla libertà con ogni atomo. C'è una sega, sul retro della lama. Una caratteristica molto carina. Una volta, sono rimasto bloccato sotto un'auto e per salvarmi mi sono dovuto segare via un arto. Alle volte sei bloccato con un problema e ti devi tagliare un arto. Non mi manca per niente.
Estelle Graham: E viene inciso col laser. Ci incidiamo il vostro nome: Patty Sue, Bobby Joe, testa di cazzo, quello che volete.
Luther Austin: Ecco fatto! Estelle, sei davvero impazzita con questa vendita.
Estelle Graham: Devo tagliare qualcuno! Manca un minuto. Non torneremo più su questo set. Qualcun altro comprerà i vostri coltelli e potreste incontrarlo in un vicolo, un giorno. Vi accoltellerà in pancia, il vostro intestino si spargerà per strada e chiamerete il mio nome! "Che tu sia dannata, Estelle, avevi ragione: avrei dovuto comperare il set" Il vostro grido riecheggerà per la città, uno stormo di uccelli si sparpaglierà verso il cielo cupo e le bambine piangeranno. Non vedo come possiate farvi sfuggire questo set. Non riesco a capirlo. Non siate degli idioti.
Luther Austin: OK, questo coltello è un temperino Extreme.
Estelle Graham: Potete far la punta a un bastoncino, nascondervi su un albero, aspettare che passi qualcosa. Saltate giù e glielo infilate in gola. Lo prendete per le gonadi, lo guardate negli occhi e dite: "È il tuo ultimo giorno sulla Terra, figliolo. Preparati a incontrare il creatore." Ditegli che vi manda Estelle. Yaaa!
Luther Austin: Ehi, avrete anche il coltello Trapper. Ottimo per ripulire una lontra marina o un ghepardo per farne subito dopo un abito.
Estelle Graham: Qualcuno può rispondere al dannato telefono? Cosa diavolo fate là dietro? Finirò col tagliare qualcuno!
Luther Austin: Uh, e questo? Il Tanto, ottimo per un sacco di fendenti. Potete nascondervelo nello scarponcino.
Estelle Graham: Proprio così. I vostri carcerieri vi hanno imprigionato in una prigione messicana e voi dite "Ehi amigo, posso avere una sigaretta" e lui fa "Sì" e voi dite "Devo allacciarmi lo scarponcino" e poi vi alzate e lo pugnalate al collo, per poi guardare la sua linfa vitale sgorgare via in un orribile stupore. Non potete rinunciare a questa collezione.
Luther Austin: Quattordici coltelli, portatene più d'uno alla volta. Il tempo sta per scadere. Passiamo quaggiù. Daremo un'occhiata alla collezione di spade. Articolo 1863. 19 spade. Per prima una doppia katana, simile a quelle che si vedono nei film.
Estelle Graham: Questa è la copia originale di una spada da samurai. Lame d'acciaio, potete portarle sulla schiena agli eventi sportivi o agli appuntamenti. Si tratta di essere dei guerrieri! Giappone, sesto secolo, entra il riscossore delle tasse, voi tirate fuori queste e dite "Prendi questo, mongolo figlio di puttana!"
Luther Austin: Diciannove spade. Il nostro lotto di spade più incredibile in assoluto. Questo è un momento storico, non una trovata per vendere. State per fare un investimento per il futuro della vostra famiglia. Ordinate ora.
Estelle Graham: Tra i milionari di successo è un fatto risaputo, che le spade acquistano più valore degli immobili o delle azioni. E riceverete 2 di queste: le spade da cavalleria di El Cid. Ottime per saccheggiare per guadagno personale, motivi patriottici o per combattere i mori. Quei mori sono terribili!
Luther Austin: Non fatemi parlare dei mori. Avrete anche la Three Musketeer Deluxe. Questa è nuova.
Estelle Graham: Perfetta per un duello infuocato, o per combattere contadini che impugnano attrezzi agricoli. Questa collezione... non dovrebbero permettermi di vendere queste spade. Dovrebbero rinchiudermi. Ma dovete solo provarci! Nessuno può farcela contro di me.
Luther Austin: Calmiamoci, ragazza. Ragazzi. Pagate meno di 10 dollari a spada. Così se una vi viene presa dal servizio di sicurezza, avete la seconda. Avete la Katana, avete la El Cid, avete il Tanto. Guardate questa bellezza ornata di pietre preziose.
Estelle Graham: È un bene avere i gioielli, sull'impugnatura: distrae le persone, mostra un po' di vera classe! Questa spada, qui. Si chiama King Maker Supreme 3. È la nostra Excalibur personalizzata. Una vera spada d'onore. Sai, caro, non rimane più molto onore in questo mondo. La gente ti ruba l'auto, ti frega la moglie.
Luther Austin: Te lo mettono nel culo, se non stai attento.
Estelle Graham: Troppo vero. Riceverete anche questo coltello, il Raven X. Ecco, abbiamo Rachel in linea.
Rachel: Ciao Estelle. Volevo farti sapere che ho ordinato la spada di Salomone, in stecca di balena, di 127 centimetri. Quella roba è il massimo. Ucciderò sicuramente quella puttana di una cheerleader.
Estelle Graham: Oh tesoro, che bellezza. Brava ragazza. Le spade sacre sono ancora più potenti e questa l'abbiamo fatta benedire da un prete voodoo. Ve l'ho detto, mi lascio prendere da questi affari. Questo è lusso. Lusso sexy e sfrenato. Come quello dei ricchi. Roba di prima qualità. Non si riescono nemmeno a comperare le persone, per questi soldi. E ci ho provato. Prendi la collezione Kingdom of Heaven?
Rachel: Sicuro. E come la ricevo faccio un aborto.
Estelle Graham: Se riuscite a trovare un prezzo migliore, per una collezione di spade cerimoniali riccamente decorate, mi mangio un ratto.
Luther Austin: Riceverete anche questa, la Gladiator 9. È la nona evoluzione del popolare gladio. Ispirata alle antiche orge dei romani. Permette dei corti affondi che sono l'ideale nel combattimento corpo a corpo. Questo è acciaio di Damasco, in stile vecchio mondo antico. Ci sono quattro leoni che si accoppiano allegramente, sull'impugnatura.
Estelle Graham: Ehi, guardate gli occhi del leone realizzato in oro, sull'impugnatura. È l'ultima cosa che la gente vedrà. E questa è l'ultima volta che vedrete questa collezione. 99.95$. Ordinate ora, tesorucci. La collezione di 19 spade storiche e cerimoniali. Cosa c'è ora? Oh, Luther. Li vizieremo!
Luther Austin: Che ne dici di questa collezione, allora? Articolo numero 1812. Più di 250 coltelli. Se la poteste acquistare, questa collezione varrebbe più di 3.000$ sul mercato nero. Che cosa riceveranno, Estelle?
Estelle Graham: Guardate questo. Premete un pulsante... Bam, il coltello è aperto. Il poliziotto è morto. C'è l'impugnatura sagomata. È un serramanico di lusso Excelsior. Riceverete il Navy Seal. Acciaio inossidabile ad alta densità di carbonio, per tagliare sott'acqua. Più il Bald Eagle. Una gloria, che sia anche un coltello. Cantate con me. Gloria agli USA! Con una scena bucolica sull'impugnatura. Hai visto Luther? Se state avendo una giornata pesante al lavoro, potete tirare fuori questo gioiellino, guardare la scena sull'impugnatura e pensare a un posto pieno di pace lontano da colleghi impiccioni, regolamenti sulle molestie sessuali e benefattori che vogliono solo rovinare i vostri affari.
Luther Austin: Riceverete il Firefighter Knife. Non si scioglierà, quando avrete bisogno di farvi strada a coltellate fuori da un edificio in fiamme. Cosa posso darvi, di più? 250 coltelli. Grande convenienza. Abbiamo coltelli da lavoro. Abbiamo coltelli da cerimonia. Abbiamo coltelli ornamentali. Abbiamo coltelli fantastici. Uno da mettere sotto il cuscino, da tenere nel passeggino, nella borsa, negli scarponcini.
Estelle Graham: Questo qui mi fa venire voglia di saltare giù da un albero, tagliare la gola a un Vietcong, accendere una torcia e correre nella giungla completamente nuda e fatta di acidi.
Luther Austin: Afferratelo. Prendetelo. Comperatelo! Muovetevi! Yee-ha! Forza puttane! Prendetevi dei coltelli. Ve li state perdendo. Se state guardando dovreste comperare. Non servono spiegazioni. Stiamo esaurendo il tempo. Ricordate. A VOI serve un coltello. Il tempo sta per finire. Ordinate ora. Queste offerte non durano per sempre. Fate il numero in sovraimpressione. Ci vediamo alla prossima puntata di "Serrated Edge". Ricordate: un coltello è qualcosa che puoi tenere per sempre.
  
 
  

PBC - Public Broadcasting Corporation
La Public Broadcasting Corporation non è un vero e proprio canale, ma un sotto-canale interno alla rete della CNT. La programmazione della PBC è dedicata a tutti quei cittadini stanchi delle futili notizie di sporto o sui VIP e presunti tali della città. All'interno dei nostri programmi offriamo documentari di primissimo livello, scritti, registrati e prodotti da noi stessi per fornire a tutta Liberty una maggiore coscienza di quanto li circonda.

La voce ufficiale della Public Broadcasting Corporation è di Angus Hepburn, che fa anche da annunciatore al più importante documentario del canale. La PBC è una parodia della rete PBS (Public Broadcasting Service), una nota emittente televisiva americana la cui programmazione è basata su documentari di approfondimento.

A History of Liberty City - Part One (La storia di Liberty City)
Questo lungo documentario creato dalla PBC vi racconterà la verità dietro la creazione e lo sviluppo di Liberty City dal periodo coloniale sino alla guerra civile. Grazie a questo lungo racconto con immagini e descrizioni fornite da professori e studiosi di storia, si scopriranno anche le più piccole vicende che hanno permesso alla nostra grande città di diventare ciò che è oggi.

Questo documentario si basa effettivamente sulla vera storia americana, modificando in alcuni casi nomi e luoghi ed eventi in modo tipicamente ironico. La voce del presentatore è di Angus Hepburn, mentre Gordon Peterson è interpretato da Tony Call e Gertrude Leneau da Alison Fraser.

Annunciatore: Questa sera: un importante evento televisivo. La prima parte della storia di una remota stazione commerciale olandese destinata a diventare l'ascella del mondo. Ha rapito la nostra immaginazione e ha tenuto i nostri sogni vicino al proprio seno, annegandoci gentilmente con una perdita lattea. Vi si trovano alcune delle conquiste più grandiose dell'umanità, così come alcune delle più squallide depravazioni della nostra società. Liberty: una storia di libertà. Un importante supporto a questo documentario è stato offerto dalla Bank of Liberty e dall'Azienda televisiva pubblica il cui budget viene ridotto ogni anno per pagare le bombe. Se date un'occhiata al microcosmo che è Liberty City, milioni di persone, una coscienza collettiva, la totale solitudine in mezzo a una folla, un milione di anime che urlano per essere ascoltate, ammassate le une sulle altre come gattini in una borsa, tutte pronte a uccidersi l'un l'altra per succhiare al seno della società. È una città che racchiude così tanta storia che rappresenta la storia del mondo moderno, specialmente per quelli che non sanno leggere una cartina e a cui piacciono le generalizzazioni. Una storia di decadenza. Una storia di corruzione. Una storia di libertà, di Liberty. Il 4 settembre 1609 Horatio Humboldt, un esploratore inglese assoldato dagli olandesi per trovare nuovi posti dove vendere erba, guidò la propria nave nella foce di un grande fiume, l'Humboldt, di cui scrisse nel diario di bordo: è una coincidenza strana e fortuita che questo futuro ricco sito commerciale abbia il mio stesso nome, visto che gli indigeni lo chiamano hum bolt. Sul serio.
Gordon Peterson: Detto questo, guardando i giornali dell'epoca, anche a quei tempi l'Humboldt River era inquinatissimo. I pellerossa Cheekasaka ci cagavano e pisciavano direttamente. Non era salutare, nuotarci dentro. Saperlo rende più facile ignorare l'orribile genocidio e l'incredibile ruberia commessa dai nostri antenati e parlare di grandi idee in termini grandiosi, sperando di ottenere contratti per scrivere dei libri.
Annunciatore: Horatio Humboldt era capitato per caso nel porto naturale che sarebbe diventato il più grande esperimento sociologico che il mondo abbia mai visto... per scoprire se tutte le persone del mondo potessero vivere assieme in un unico posto.
Gertrude Leneau: La risposta è chiaramente no. Liberty City fu fondata dagli olandesi e tutto quello che interessava loro era di apparire come portatori di valori liberali. Ma quello che interessava loro realmente era far prostituire le donne e farsi. Furono, in effetti, i primi rapper. Volevano trovare un posto dove far festa e uccidere la gente. Saperlo rende la rapina perpetrata dai nostri antenati a danno degli olandesi molto più facile da dimenticare, mentre la mascheriamo con miti di fondatori patriottici.
Annunciatore: A differenza di altre città del nuovo mondo, fondate per promuovere nuove forme di persecuzione religiosa da parte dei pazzoidi cacciati fuori dall'Europa dai liberali, Liberty City fu fondata non per sviluppare l'intolleranza religiosa, ma l'altra occupazione principale della società europea occidentale: arricchirsi attraverso lo sfruttamento del lavoro.
Gertrude Leneau: Dovete comprendere che, quando arrivarono, gli europei trovarono solo dei selvaggi. Riuscite a immaginare di arrivare in terra straniera e ritrovarvi circondati da uomini in perizoma? È difficile concentrarsi sul difendersi dalla peste bubbonica o dormire con la vostra piccola dolce moglie 14enne, quando ci sono dei selvaggi che vanno in giro senza vestiti. Fortunatamente avevamo qualche asso nella manica, per occuparci di loro.
Annunciatore: Quando Liberty City venne fondata, all'inizio dell'era moderna, espanse rapidamente il proprio ego e imparò a odiare il resto del mondo: città vecchie 3.000 anni non potevano reputarsi pari all'indiscutibile, autonominata capitale del mondo.
Gordon Peterson: Oh, le mappe facevano davvero schifo, a quei tempi. Non so se fosse a causa dell'alcol, dello scorbuto o della sifilide con cui la troia cittadina aveva infestato tutti, ma guardate questa mappa: sembra che l'abbia disegnata uno spagnolo poliomielitico. È una delle ragioni per cui la gente ci metteva così tanto ad arrivare in qualsiasi posto. Voglio dire, voglio dire, le mappe di merda.
Gertrude Leneau: L'altra ragione erano i selvaggi!
Annunciatore: Furono inviati messaggi pubblicitari in Europa che promettevano ai coloni una nuova vita in una nuova città, in cui si trovavano minimarket aperti 24 ore al giorno, montagne russe e il divertimento di un'impiccagione giornaliera, tutte cose che la civiltà aveva portato in questo paese. Tutti, in Europa, volevano venire a vedere com'era la vera libertà. Quando arrivavano rimanevano basiti davanti al nuovo passatempo americano: guardare gli animali che fottevano e scommettere sul risultato.
Gordon Peterson: Beh, già, questa era davvero la città del futuro.
Annunciatore: E con lo spargersi della voce si ingrandì anche la colonia. Scelsero la piccola isola nella baia, che chiamarono Algonquin, ispirandosi alle antiche parole indiane Algon coo WIN, che secondo alcuni significano "posto per condomini grattacielo" e secondo altri "posto dove prendere una MST". Nel 1625, appena dopo la fondazione della colonia, arrivò la prima nave di schiavi per dare agli americani, moralmente onesti, non ipocriti, da poco liberati dalla tirannia europea, il tempo di concentrarsi sulle cose importanti della vita, come urlare contro le proprie donne per aver comperato troppe stronzate nel centro commerciale.
Gordon Peterson: La nuova economia fu un successone. Era tutto molto diverso dal fallimento di Jamestown, in cui cannibali incestuosi si mangiavano l'un l'altro in una furia orgiastica di presuntuosa assurdità, nonostante mi sfugga, al momento, l'esatta natura delle differenze... Ma nonostante ciò Liberty City diede ai coloni bianchi molto tempo per concentrarsi sulle cose importanti, come scopare.
Gertrude Leneau: Il successo degli schiavi era enorme! Era come aspettare l'uscita del nuovo telefono iFruit... La gente faceva la fila, al porto, e aspettava dei giorni per poter possedere una persona tutta sua per poi metterla online e venderla a un prezzo più alto. Alcuni dissidenti si interrogavano sulle conseguenze morali per una nazione fondata su genocidio, schiavitù e furto, ma furono ben presto imprigionati come antipatrioti e codardi. Chiaramente adesso abbiamo valori molto diversi.
Annunciatore: Quello stesso anno tutte le tribù indigene vennero radunate e pagate per quello che si sarebbe rivelato il più grande affare immobiliare nella storia del mondo. 14.000 acri di ottimo terreno residenziale per pochi spiccioli, una rivista porno e biglietti in prima fila per una partita di cricket.
Gertrude Leneau: Il cricket è lo sport più noioso di tutti i tempi. Cosa ne sanno gli inglesi, di sport? Sono tutti gay.
Annunciatore: Gli olandesi avevano una terra piena di ricchezze, commerciavano in pelli di topa, la versione del 17esimo secolo degli scambi coniugali, e facevano feste fino a notte fonda. Ma fondare un paese basato sull'uso smodato di alcol e lo schiavismo avrebbe dato problemi fin dall'inizio. Non aveva funzionato per i greci e non avrebbe funzionato per gli olandesi. A 4.000 miglia da casa e senza collegamento a Internet per leggere i risultati del calcio, la gente si disilluse. E il razzismo e l'amore per gli acquisti 24 ore al giorno, profondamente radicati nella colonia, si sarebbero rivelati la sua rovina.
Annunciatore: Liberty City, una città all'avanguardia, una città all'alba dello spuntar del giorno, una città ai cancelli dell'universo, una città al limite della metafora, fino ad arrivare al punto in cui l'iperbole diventa un discorso senza senso. Il cancello verso il nuovo mondo era anche un terrificante covo di iniquità. E la campagna per ripulire Liberty City e chiudere gli scopatoi cominciò non appena venne fondata la città.
Gordon Peterson: Ciò che la maggior parte delle persone non sa, ma che ho scoperto attraverso intense ricostruzioni, naturalmente solo a scopo di ricerca, è che negli scopatoi usavano il grasso di maiale come lubrificante, che sotto diversi punti di vista è di molto superiore all'odierna vaselina. Un'altra cosa che vale la pena di ricordare è che, nella primavera del 1647, la Compagnia delle Indie Orientali assunse un direttore generale travestito per New Rotterdam di nome Gloria Hole, che aveva perso la gamba destra durante uno sfortunato incidente industriale mentre predicava la buona novella ad alcuni selvaggi sparando loro con un cannone, che scoppiò. Puritano e moralista, aveva ordine di riportare civiltà e produttività nella colonia.
Annunciatore: Entro poche settimane aveva vietato di bere, fumare, fornicare con gli indiani, Texas hold-'em, non andare in chiesa, palline anali, risate, e aveva imposto severe multe in caso di vestiti maschili troppo attillati e fischi in pubblico. Le riforme non furono ben accettate e la città venne completamente bruciata.
Gertrude Leneau: Entro pochi anni New Rotterdam era cambiata così tanto che gli olandesi erano diventati una minoranza nella loro stessa colonia: allora, proprio come adesso, nessuno prestava loro attenzione e tutti passavano in Olanda o per farsi o per scopare una puttana, mentre facevano finta di visitarla per guardare i quadri deprimenti, i puzzolenti canali e le scarpe di legno. La diversità era preoccupante e con la diversità arriva il caos, come abbiamo scoperto a nostre spese al giorno d'oggi. Lo disse Nietzsche, e lui era così intelligente che finì in un manicomio.
Annunciatore: A quel punto i leader cominciarono a temere il peggio.
Gertrude Leneau: Furono completamente pietrificati dal palesarsi degli ebrei.
Annunciatore: Le tasse furono abbassate, affinché tutti potessero permettersi un'arma da fuoco. Vennero tracciate le linee guida che il paese avrebbe seguito di lì in avanti: xenofobi ignoranti, impauriti e armati fino ai denti che cercavano di proteggere i propri confini.
Gertrude Leneau: È sempre stata una grande nazione. Cosa? Non sono razzista!
Annunciatore: Il 27 agosto 1664 entrarono in porto delle navi da guerra britanniche pesantemente armate. I coloni firmarono una petizione richiedendo di essere governati dagli inglesi, così non si sarebbero più dovuti lavare i denti, e sarebbero stati sicuri di essere migliori di chiunque altro. Gli inglesi cambiarono ben presto il nome di New Rotterdam e la battezzarono Liberty City, dopo una generosa donazione della Bank of Liberty per i diritti di sponsorizzazione.
Gertrude Leneau: Ovunque andassero gli inglesi, l'invisibile mano di Dio preparava loro uno spazio... beh, sapete... distruggendo in maniera opportunistica e sradicando le popolazioni native.
Annunciatore: Presto la colonia si espanse e le nuove aree presero il nome da membri idioti della famiglia reale tedesca. Broker prese il nome da Sir William Broker III, il figlio bastardo del re concepito con una mungitrice. La regione a nord fu chiamata Dukes, dalla parola "dookey", che vuol dire merda, perché la gente in quella zona puzzava tantissimo. La penisola ancora più a nord si chiamò Bohan, una parola olandese che significa "parola olandese". E la zona oltre il fiume fu chiamata Alderney in onore di Phillip d'Alderney, l'unica persona in grado di tollerare la vita in una viscida palude piena di rifiuti industriali, zanzare e poveracce madri di famiglia. Ma le cose non sarebbero rimaste calme a lungo.
Gordon Peterson: Ben presto gli abitanti di Liberty City cominciarono a litigare con gli inglesi a causa delle tasse.
Gertrude Leneau: Gli americani sostenevano, giustamente, di non dover pagare alcuna tassa. Lasciare che a sistemare le cose fosse lo stesso mercato. La gente povera sarebbe morta, i ricchi avrebbero vinto. Benvenuti nel progresso.
Annunciatore: E così cominciò la rivoluzione americana. Una sanguinosa battaglia combattuta da uomini e donne che volevano abbandonare la tirannia del sistema fiscale inglese, che serviva a pagare per la gravosa assistenza sanitaria e l'inutile educazione pubblica.
Gordon Peterson: Una guerra promossa da una serie di compagnie produttrici di moschetti, che sapevano che avrebbero vinto a prescindere dal risultato finale.
Gertrude Leneau: E chiaramente ancora oggi è possibile osservare quella ricca tradizione: gli americani non vogliono assistenza sanitaria o educazione. No, no, vogliamo armi da fuoco, spettacoli pirotecnici e guerre, così i politici possono investire nell'industria bellica e guadagnare un sacco. E chiaramente vogliamo la droga.
Gordon Peterson: Eh sì, un sacco di droga. Droga pesante, da prendere con giovani studentesse mentre discutono la tesi, poi cominci a toccare loro le cosce mentre dicono "Ma non eri tu, in quel documentario?" e tu sussurri piano fino a quando non svengono, ma sto divagando...
Annunciatore: La rivoluzione americana fu sanguinosa. Ben presto i francesi entrarono in guerra per aiutare gli americani insorti, che erano in difficoltà.
Gertrude Leneau: No, non è vero.
Annunciatore: Sì che è vero. Mandarono una grossa statua che ci fece vincere la guerra, perché gli inglesi morirono tutti dal ridere a causa di quel gigantesco travestito marziano che mangia un cono gelato.
Gordon Peterson: Comunque sia... gli abbiamo salvato il culo durante la seconda guerra mondiale. Qualcuno mi porti delle freedom fries.
Annunciatore: La guerra finì rapidamente. Gli abitanti abbatterono la statua di re George e la fusero per farne catene d'oro, denti d'oro e water d'oro. La Union Jack venne ammainata a Liberty City, e rimpiazzata con stelle e strisce, e gli americani, appena liberati, festeggiarono. Presto prese piede lo spirito imprenditoriale e Liberty City divenne inarrestabile.
Gordon Peterson: Nonostante fossero libere, le persone vivevano nello squallore. Era possibile comperare un ragazzino per strada per pochi centesimi. Era un bel periodo per chi apparteneva al 5% della popolazione che si trovava al vertice.
Gertrude Leneau: Era un bel periodo per essere bianchi. Già, ma presto ficcanaso come Alexander Hamilton e Thomas Jefferson arrivarono per cambiare l'economia agricola basata sugli schiavi e trasformarla in una basata su ricarichi eccessivi per i biglietti dei concerti ed enormi costi di pedaggio.
Annunciatore: Con la schiavitù ormai fuorilegge, a Liberty City e nelle altre colonie, donne oneste furono costrette a prostituirsi sotto la ferrovia, soddisfacendo gli uomini per tre centesimi.
Gordon Peterson: Era possibile farsi leccare il pomello per un prezzo inferiore a quello di una ciambella. Era una nazione in crescita. I politici erano fuori a divertirsi: non era possibile farli votare perché erano tutti a farsi leccare il pomello.
Annunciatore: Per mantenere attivo il paese, la capitale dell'intera nazione fu spostata da Liberty City a una palude malarica sulle sponde del Potomac, diverse miglia a sud; per fortuna se ne andarono anche i politici, da Liberty City, e si crearono le premesse affinché il crimine organizzato e la mafia facessero davvero la differenza.
Gertrude Leneau: La città divenne ben presto un microcosmo di tutti gli elementi contrastanti della vita moderna. Palazzi. Stravaganza. Squallore. Case popolari. Travestiti. Uomini, donne e bambini raggruppati insieme come un nido di scarafaggi. Proprio come nella Liberty City odierna, solo con meno ricchi finanzieri sfigati che provano a fare i fighi.
Annunciatore: Con l'aumento delle tensioni e la guerra civile all'orizzonte, Frederico Fitzpatrick progettò di prendere e andare a dare una lezione al sud, ma prima di farlo continuò nel suo grande progetto per portare calma e civiltà a tutti: un deposito centrale dove i più disperati esemplari del degrado umano potessero farsi... un parco al centro di Liberty City, che sarebbe diventato un grande terreno d'incontro democratico, sul quale non importava ricco o povero: chiunque poteva essere trascinato nei cespugli e violentato. Oltre i tranquilli confini del parco, però, la tensione stava per raggiungere il punto critico. Molte persone erano stanche di vivere in un mondo in bianco e nero. Volevano il colore. E scoppiarono dei disordini.
Gordon Peterson: C'erano dei ragazzi, ragazzi che dormivano per strada, chiedendo la carità, pronti a fare qualsiasi cosa per cinque centesimi. E non c'erano tabù, o spettacoli televisivi per sorprendervi mentre facevate ciò che è naturale tra un uomo e un ragazzo.
Annunciatore: La nazione stava scivolando inesorabilmente nella guerra civile, di cui parleremo la prossima volta, a meno che non abbiate la previdenza di preordinare il set di DVD. Seguiteci al prossimo appuntamento con "Liberty: una storia di libertà" parte seconda: la guerra civile e oltre.
  
 
  
 
  












GTA-Series.com RSS Feed   YouTube   Twitter   Facebook








 

GTA-Series.com is an Official Fansite Member of the Grand Theft Auto Rockstar Games Webring
Coding and graphics made by al[e]ssio & Daniel. Artworks and backgrounds made by Patrick Brown - View all the staff members
Best viewed in resolution width 1024 - XHTML 1.0 Strict, CSS2 and WAI level 2 valid - Major browsers and OS compatible