Cosa sono gli Easter Eggs? Questa parola, tradotta letteralmente in "Uova di pasqua", sta ad indicare contenuti all'interno di un determinato prodotto che sono stati volutamente nascosti dagli autori. Nel caso dei videogiochi, e in particolar modo nella serie Grand Theft Auto, gli Easter Eggs sono immagini, messaggi o veri e propri oggetti creati dai programmatori e visibili in luoghi impervi o in determinate occasioni.

Questi Easter Eggs sono presenti fin dai primi Grand Theft Auto, ma hanno avuto un ruolo più definito dal rilascio del primo GTA in 3D, ovvero GTA III.
Con il passare del tempo e il regolare rilascio dei giochi della serie, la community di fan ha gradualmente, ma inesorabilmente, cominciato ad includere molte più cose nel termine "Easter Eggs". Ad oggi infatti questo termine non sta ad indicare esclusivamente i messaggi nascosti nei giochi, ma anche le parodie, i riferimenti alla realtà e altri elementi divertenti presenti nei titoli di Rockstar Games.

Grand Theft Auto: Chinatown Wars è un gioco ambientato nella stessa Liberty City presentata in GTA IV, sebbene siano state apportate diverse modifiche strutturali per adattare la città alla visuale e alle meccaniche pensate per il Nintendo DS - un esempio sono i numerosi raddrizzamenti di strade, la rimozione di vie sopraelevate, tunnel e la significante mancanza dell'isola di Alderney. Ma oltre a tutto questo, l'atmosfera, i marchi e i luoghi chiave della Liberty City di Chinatown Wars sono pressoché gli stessi della città protagonista delle avventure di Niko Bellic.
Gli eventi di GTA: Chinatown Wars si svolgono nell'anno 2009, a circa un anno di distanza dagli eventi di Niko e Roman Bellic, ma nonostante questo, l'unica cosa che accomuna GTA IV con GTA: Chinatown Wars è la città, infatti nessun personaggio o evento di Grand Theft Auto IV viene menzionato o compare in Chinatown Wars.

Tutte le marche, i simboli e i prodotti fittizi presenti in GTA: Chinatown Wars in realtà sono stati creati originariamente per Grand Theft Auto IV. All'interno di questa pagina, quindi, vi parleremo dei pochi altri Easter Eggs aggiunti in questo titolo. Per visionare la lista completa degli Easter Eggs comuni - presenti quindi sia in GTA IV che in GTA: Chinatown Wars - riferitevi alla voce centrale del menù qui sotto (in cui è presente anche il link al vocabolario di GTA con elencati tutti i termini, le marche e i nomi della serie Grand Theft Auto con il relativo significato e riferimento al mondo reale).

Gli utenti del sito possono segnalare gli Easter Eggs o i vocaboli da aggiungere a questa sezione pubblicando un messaggio all'interno di questo topic.


In questa pagina, come accennato in precedenza, sono elencate tutte le informazioni sui vari Easter Eggs di Grand Theft Auto: Chinatown Wars, incluse le curiosità, le parodie, i segreti, i riferimenti e le imitazioni di cose o persone realmente esistenti e visti in tema Grand Theft Auto.

Easter Eggs di GTA: Chinatown Wars
Faccina sorridente
Un Easter Egg che non poteva mancare in Chinatown Wars. Si tratta della celebre faccina sorridente che dopo aver fatto la sua comparsa nei due titoli sviluppati sempre dallo studio di Rockstar Leeds, ossia GTA: Liberty City Stories e GTA: Vice City Stories, ricompare in questo gioco in forma di disegno galleggiante sulle acque della città. Per poterlo vedere è necessario dirigersi verso nord a nuoto partendo dalla zona più settentrionale di Bohan, precisamente a Northern Gardens, dove è presente lo spacciatore Serge. La faccina si troverà in mezzo al mare nel limite superiore di Liberty City.

Grazie a rdo's per la segnalazione.

Here Be Dragons!
Se con una barca o a nuoto vi spingete nelle zone più a largo della città, più precisamente in uno dei quattro angoli della mappa, arriverete nella zona limite dove un muro trasparente non vi lascerà andare oltre. In queste zone, sulla superficie dell'acqua, sarà presente un messaggio con la scritta "Here Be Dragons!" (Qui ci sono i draghi).
La frase "Here Be Dragons" veniva utilizzata dai cartografi per indicare un luogo inesplorato in una mappa, un po' per imitare le abitudini di alcuni cartografi antichi che usavano disegnare draghi o serpenti giganti nelle mappe per indicare che il territorio era pericoloso o ancora inesplorato. Nel caso di un videogioco come Chinatown Wars che ha una trama incentrata sulla vendetta, sulla Triade e le tradizioni orientali, il termine "Dragons" può anche essere considerato come riferimento alle creature leggendarie che costituiscono una parte significante della cultura cinese.

Duro come la roccia
Sulla spiaggia di Firefly Island, a sud di Broker, è possibile vedere una grossa roccia che riprende la forma di un pene - testicoli e peluria inclusi. Di certo un riferimento che non poteva assolutamente mancare in un Grand Theft Auto.

Testa di cono
Nei giardini del Civilization Committee di Liberty City (accessibili liberamente, senza ottenere stelle nel livello di sospetto come accadeva in GTA IV), è possibile notare un piccolo particolare su una delle statue presenti nella zona. Infatti qualcuno sembrerebbe aver messo un cono stradale in testa alla statua dell'omino esultante. Sarà forse un riferimento alla statua con il cono in testa presente nella Liberty City di GTA III?

È da notare che anche in GTA IV compare un cono stradale sopra la stessa statua del Civilization Committee, ma solo nella modalità multiplayer del gioco.

Grazie a escape per la segnalazione.

Navi affondate
Il mare di Liberty City non ha nulla da invidiare a quello di Vice City - se non fosse per gli animali marini purtroppo non presenti. Infatti in Chinatown Wars il fondale del mare è piuttosto dettagliato, tra ancore, detriti, pezzi di condotti e soprattutto relitti di navi affondate.
Esistono in tutto tre modelli di navi, sparsi praticamente ovunque nelle acque di Liberty. La prima sembra ricordare una delle navi Chartered Libertine Lines, comparse sia in GTA III che in GTA Vice City, sebbene oltre alla somiglianza non ci siano scritte o altro che possano ricondurci a queste. La seconda è il Tug, la grossa nave da rimorchio guidabile o scovabile in fondo al mare di GTA IV. La terza è una nave antica o forse una nave di pirati, presente in fondo al mare poco più a est di Happiness Island.

  

Rifiuti tossici
Nel tratto di mare a sud di Firefly Island, a Broker, sono presenti alcuni bidoni con il simbolo di rifiuto tossico come a confermare quanto sana e pulita possa essere questa città.

Macchia di sangue
Vicino all'entrata della casa di salvataggio di Middle Park, precisamente a Middle Park West, è possibile notare che è sempre presente una piccola macchia di sangue sul marciapiede. Errore grafico o riferimento a noi sconosciuto?

Qualche giovane ragazzo
Il ristorante cinese all'angolo tra la Inchon Ave e Huntington Street nel quartiere di Cerveza Heights, Dukes, e appartenente a Wu "Kenny" Lee, si chiama "Sum Yung Gai". Questo nome apparentemente cinese è in realtà un gioco di parole sulla frase "some young guy" (qualche giovane ragazzo), ed è anche un riferimento al film Wayne's World (in Italia uscito con il titolo Fusi di testa) dove il personaggio di Wayne consiglia di ordinare del cibo cinese con la frase "I'll have the cream of sum yung gai" (vorrei la crema di sum yung gai - qualche giovane ragazzo, riferendosi allo sperma).
È da notare che Rockstar ha omaggiato questo film anche in GTA IV: The Lost and Damned con l'auto Rhapsody W. A quanto sembra i ragazzi di Rockstar vanno pazzi per Wayne's World.

Sono buffo come un pagliaccio?
Durante la missione "Missed the Boat?" svolta per conto di Wu "Kenny" Lee, Huang avrà una piccola discussione con un mafioso italiano. Questo personaggio chiederà a Huang se lo trova comico come un pagliaccio con domande del tipo "Credi che faccia ridere?", Huang risponderà seccamente con "Ho visto anch'io quel film, cretino". Il mafioso infatti si diletta in una pessima imitazione dell'attore Joe Pesci nel film Quei bravi ragazzi di Martin Scorsese, dove interpreta Tommy DeVito. Il gioco fa riferimento alla scena più celebre di tutto il film, quando il pericoloso personaggio interpretato da Joe Pesci finge di offendersi ad una battuta di Henry Hill (interpretato da Ray Liotta, l'attore che ha dato la voce a Tommy Vercetti).

L'urlo di Wilhelm
Il Wilhelm Scream è un effetto sonoro che è stato frequentemente usato nei film da Ben Burtt (famoso per Guerre Stellari) e che tutt'oggi viene utilizzato nei vari film, cartoni animati, serie televisive o videogiochi. È riconoscibile come un acuto urlo di una persona che viene colpita o uccisa da qualcosa. Si pensa che il primo personaggio che lo usò fu "Pvt. Wilhelm", un personaggio di un film del 1953.
Rockstar, come sempre, ama giocare su queste piccole cose, ed ha creato così un personaggio casuale in Chinatown Wars chiamato Wilhelm. Questo personaggio affida ben tre missioni a Huang, e nel loro ultimo incontro lo vedremo suicidarsi dal ponte Dukes Bay Bridge dopo aver perso tutto ciò che aveva. Non c'è bisogno di dirvi che nel momento in cui si getterà dal ponte, emetterà il tipico urlo "Wilhelm Scream". Per meglio capire di che tipo di urlo stiamo parlando vi consiglio di guardare questo simpatico filmato che mostra le numerose volte che questo urlo è stato utilizzato nelle varie pellicole.

Ehm... un caffè?
Durante la missione "Pursuit Farce" affidata da Wu "Kenny" Lee, nel momento dei saluti finali, Huang chiederà a Ling se gli va di prendere un caffè - stranamente non specificando se il caffè lo vuole caldo. Ling risponderà con un "Molto divertente", interpretando l'offerta di Huang come una battuta. Si tratta infatti di un altro degli innumerevoli riferimenti al caso Hot Coffee di GTA San Andreas che Rockstar ama inserire ormai in ogni titolo Grand Theft Auto.

Il logo della Triade
Tra i tatuaggi che è possibile fare in uno dei due saloni presenti a Liberty City, si potrà notare il tatuaggio con il logo della Triade di GTA III e GTA: Liberty City Stories - la sagoma di un drago dentro un cerchio.

Alonso e i mulini a vento
Tra i vari personaggi casuali eccentrici che è possibile incontrare a Liberty City, ce n'è uno in particolare chiamato Alonso, un diretto riferimento al cavaliere errante don Chisciotte della Mancia, personaggio dell'omonimo romanzo scritto da Miguel de Cervantes Saavedra.
Partendo dal fatto che il vero nome di "don Chisciotte" è Alonso Quijano, sia il personaggio casuale che il personaggio del romanzo sono spagnoli, ed entrambi si pongono la missione di sconfiggere gigantesche creature - laddove don Chisciotte se la prende con i mulini a vento credendoli dei giganti, Alonso in Chinatown Wars se la prende con gli autobus, vedendoli come dei vili draghi dalla fiatata mefitica.

La voce di Huang Lee
Chi dice che Huang Lee non parla nel gioco? Oltre ai dialoghi testuali, il protagonista di GTA: Chinatown Wars in realtà dice un'unica parola a voce: "Shit!" (merda!). Per sentire la sua voce, prendete un'auto e buttatevi in mare. Basterà non fare nulla - quindi non distruggere il parabrezza - e lasciare affogare Huang. Prima lo sentiremo ansimare e, un attimo prima di morire, lo sentiremo pronunciare la parolina magica.

Il ritorno di El Burro
GTA: Chinatown Wars si contraddistingue per molte cose dai precedenti capitoli della serie. Una di queste è la totale assenza di riferimenti ai personaggi degli altri titoli. Infatti in Chinatown Wars esiste un unico riferimento ad un personaggio che compare sia nel Grand Theft Auto originale che in GTA III. Si tratta di El Burro, il grasso gangster ispanico noto per le sue perversioni sessuali, che in GTA: Chinatown Wars dà il nome allo spacciatore di Fortside, a Bohan.

La rivincita delle baldracche
All'interno del gioco è presente un personaggio casuale che Huang può incontrare nella zona di Northwood, ad Algonquin, solo nelle ore notturne. Si tratta di una prostituta di nome Cherie che dopo un primo tentativo di approccio verso Huang, si trasformerà in una donna carica di rabbia pronta a vendicarsi di tutti i soprusi fatti alle donne che come lei lavorano "onestamente". Ciò che spiega Cherie, è in realtà una delle azioni che i giocatori e fan di Grand Theft Auto hanno da sempre fatto nei vari titoli della serie, ovvero caricare una prostituta su un'auto, permettere al protagonista del gioco di fare sesso con la donna e una volta che questa esce dall'auto, ucciderla e riprendersi i preziosi soldi con cui si è pagato il servizio. Questo tipo di "comportamento" dispotico dei giocatori nei confronti delle prostitute presenti nei giochi è stato pesantemente criticato negli anni dai diversi gruppi moralisti e soprattutto dalla SWOP (Sex Workers Outreach Project), un'associazione americana sui diritti delle prostitute, che in un caso particolare ha richiesto ai genitori e ai ragazzi d'America di boicottare Grand Theft Auto.
L'imboscata organizzata da Cherie in GTA: Chinatown Wars non è altro che un riferimento - o da un certo punto di vista, una rivincita simbolica - su questi spiacevoli eventi.

Nomi di missioni
Alcuni nomi di missioni in GTA: Chinatown Wars fanno riferimento alla cultura pop o a film realmente esistenti.
  • Il nome della missione "Rat Race", affidata da Wu "Kenny" Lee, si può tradurre all'incirca con "corsa sfrenata al successo" e fa riferimento al titolo dell'omonimo film e della canzone di Bob Marley.
  • Il nome della missione "Jackin' Chan" (rubando Chan), affidata da Chan Jaoming, è un diretto riferimento al noto attore e stuntman di origine cinese Jackie Chan.
  • La missione "Dragon Haul Z" (letteralmente "drago trasporto Z") di Zhou Ming fa riferimento alla serie di anime, ora divenuta anche film, Dragon Ball Z.
  • La missione "Pimp His Ride" di Chan Jaoming, fa riferimento al programma televisivo di MTV Pimp My Ride.
  • Il nome della missione "Whack the Racers" (colpisci i piloti), affidata da Chan Jaoming, è una parodia della serie animata Wacky Races - Le corse pazze.
  • La missione "The Fandom Menace" (la minaccia ammiratrice), affidata da Zhou Ming, è la parodia del film Star Wars Episode I: The Phantom Menace (in Italia conosciuto come Star Wars: Episodio I - La minaccia fantasma) di George Lucas.
  • Il nome della missione "Store Wars" (guerre di negozi) di Wu "Kenny" Lee, è una parodia del titolo del film Star Wars (Guerre Stellari) sempre di George Lucas.
  • Il nome della missione "Kenny Strikes Back" (Kenny colpisce ancora) di Wu "Kenny" Lee, è un riferimento al titolo di un altro film di George Lucas, Star Wars Episode V: The Empire Strikes Back (Guerre Stellari - L'Impero colpisce ancora).
    Grazie a Ezequiel Vercetti per la segnalazione.
  • Il nome della missione "A Shadow of Doubt" (un'ombra di dubbio) di Hsin Jaoming, è un riferimento al titolo del film Shadow of a Doubt (L'ombra del dubbio) di Alfred Hitchcock.
    Grazie a Enrico per la segnalazione.
  • La missione "The Tow Job" (lavoro di rimorchio), affidata da Wade Heston, fa riferimento alla parola "Blow Job" (sesso orale).
  • Il nome della missione "Torpedo Run", affidata da Wade Heston, è un diretto riferimento all'omonimo film (in Italia uscito con il nome di Inferno sul fondo) di Joseph Pevney.
  • La missione "Tricks of the Triad" (i trucchi della Triade) di Wu "Kenny" Lee, è un riferimento al modo dire "tricks of the trade" (i trucchi del mestiere).
  • Il nome della missione "Natural Burn Killer", affidata da Wu "Kenny" Lee, fa riferimento al film Natural Born Killers (Assassini nati) di Oliver Stone.
  • La missione "Carpe 'Dime'" (cogli la moneta), affidata da Wu "Kenny" Lee, è un riferimento alla locuzione latina "carpe diem" (cogli l'attimo).
  • Il nome della missione "Fut Tze and Dau Jonz" è una storpiatura dei nomi "FTSE 100" e "Dow Jones", due noti indici azionari. FTSE 100 è l'indice della borsa di Londra, mentre il Dow Jones Industrial Average è l'indice della borsa di New York.
  • Il nome della missione "Wan Kee" è un riferimento alla parola "Wanker" (stupido, persona che si masturba), un'imprecazione molto usata in Gran Bretagna.

Messaggi di bentornato
Non un Easter Egg, ma di sicuro una caratteristica simpatica degna di menzione. Ogni qualvolta si mette il Nintendo DS in modalità stand-by e si ritorna nuovamente in gioco, si sentirà una frase o un verso casuale che normalmente si può ascoltare in strada dai pedoni. Le frasi sono nove in tutto e vengono riprodotte in questo ordine:
  • "You want a piece of my pie?" (vuoi un pezzo della mia torta?)
  • "Welcome to the party" (benvenuto alla festa)
  • "YEEE HAAA!"
  • "Oh, that's wonderful!" (oh, meraviglioso!)
  • "My face is melting!" (la mia faccia si sta sciogliendo!)
  • "Hi!" (ciao!)
  • "Hey, good looking!" (ehi, bellezza!)
  • "Woooo!"
  • "Ya mon!" (saluto giamaicano)

Lettere magnetiche
Accedendo alla lavagnetta disponibile all'interno di ogni rifugio, oltre a rigiocare le missioni della storyline già completate, sarà possibile muovere le lettere e le figurine magnetiche dal touchscreen posizionandole insieme e formando parole, volendo, poco nobili.











GTA-Series.com RSS Feed   YouTube   Twitter   Facebook








 

GTA-Series.com is an Official Fansite Member of the Grand Theft Auto Rockstar Games Webring
Coding and graphics made by al[e]ssio & Daniel. Artworks and backgrounds made by Patrick Brown - View all the staff members
Best viewed in resolution width 1024 - XHTML 1.0 Strict, CSS2 and WAI level 2 valid - Major browsers and OS compatible